FILTERS
Speakers
 
Order of the day
Advanced Search
Types of Searches
Without these words
DEFINE RANGE PERIOD
Order
CONTRACT
EXPAND
CLOSE
Logo Magnetofono
Introduction
This organization has made available to the public the transcription of our recordings. It is possible to view them in live streaming (with a little time delay) or fully on demand, with benefits for hearing impaired people. Here are the main features of our services:
Live streaming
How it works: click on “live videos” if live streaming is available, it is possible to view the live video streaming.
How it works: During the live streaming, every recording is enriched with comprehensive subtitles, with benefits for hearing impaired people. Click on “ON DEMAND”, select the preferred recording and click on the “play” button to start the playback.
Click on “CC”, at the bottom-right of the video, to enable/disable the subtitles.
Media library
How it works: In the “On demand” section it is possible to access to the archive of all recordings managed by this service.
For each recording, these features are available:
  • Comprehensive transcription of the recording;
  • (If set) the list of all the speakers in time order and the arguments of the agenda.

The media library is completely browsable.
Researchable archive
How it works: It is possible to perform various kinds of searches.

- Simple search:
  • Speaker: it is possible to select one or more speakers attending the recorded event (if speakers are indexed).
  • Agenda argument: it is possible to select only those recordings that have some specific argument treated.
  • Date or time span: This option allows selecting the recordings of events held in a specific date or during a specified time interval.

- Advanced search: it is possible to search single words, names, phrases, arguments treated during the recorded events and the result of the search will be a list of all those recordings in which the searched term has been treated. Then it is possible to listen to the recording in the precise instant where the searched words are pronounced.
Logo Magnetofono
FAQ - Domande frequenti
Sono sulla pagina del video, ora cosa posso fare?
Risposta
Come faccio a seguire il consiglio in diretta streaming?
Risposta
Posso seguire la diretta streaming con i sottotitoli?
Risposta
Ho selezionato un video da riprodurre, quali sono le opzioni a mia disposizione?
Risposta
Quali sono i comandi del riproduttore?
Risposta
Come faccio a seguire la differita sottotitolata tramite la scaletta?
Risposta
Come faccio a seguire la differita sottotitolata leggendo anche la trascrizione?
Risposta
Come faccio a attivare/disattivare i sottotitoli?
Risposta
Come faccio a cambiare il volume audio del riproduttore?
Risposta
Cosa posso ricercare?
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca per Oratori
Risposta
Voglio effettuare una ricerca per un oratore, ma non lo trovo nell’elenco degli oratori.
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca per Ordini del giorno
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca avanzata?
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca per Periodo?
Risposta
Vorrei avere un esempio completo di una ricerca.
Risposta
Logo Magnetofono
Contact us
Phone
800 91 50 37
Email
ON TOP

C.c. Forlì del 13.09.2021, ore 15.30

DATE: Monday 13 September 2021 - 15:30
FILE TYPE: Video
Transcription
Revision

Buongiorno a tutti iniziamo il Consiglio comunale del 13/09/2021, iniziando l' attività dei lavori del Consiglio comunale dopo la pausa estiva, invito il dottor Pini a procedere con l' appello per verificare il numero legale.

Buon pomeriggio, Ancarani Valentina.

Per sempre.

Ascari presente.

Balestra presente.

Bartolini, eccomi qua.

Bassi presente B-day.

Sente Bentivogli.

Dopo procediamo a chiamarlo ancora, perché comunque l' abbiamo visto poco fa qui presente, Biondi.

Pericolanti.

È?

Brunelli, presente Calderoni, risenta Catalano.

Catalano, assente, Ceredi, presente, Costantini zelante drogheria presente alle mani presente la Saponara.

Al momento assente.

Marchi presente.

Massa risente Minutillo presente.

Morgagni risente Morra, presidente Pompignoli, presente portolani presente prati.

Presente.

Rinieri presente Rivalta.

Assente Samorì.

Assente Tassinari risente.

Vanotti presente.

Zattini presente.

Zattoni presenta.

Quando si è arrivato ben Bentivogli.

I presenti sono in numero di 26, grazie, dottor Pini aree, quindi la seduta è regolarmente convocata, iniziamo con l' Inno d' Italia.

No.

Sì, ma non si sente niente.

No no.

Allora come?

Non balcone intorno.

Sentiamo qualcuno da casa che interviene, facciamo fatica a sentire e capire, comunque noi abbiamo sentito nulla hanno mai scollegamento.

Signor Presidente, anche io prima Presidente, anche io prima era collegato non si sente niente da da casa ai tecnici di intervenire Serie B non si non si sentiva l' inno, ma adesso si sente chiaramente mi sentite chiaramente, vuol dire che probabilmente c' era un problema con l' impianto relativo alla musica ma se sentite iniziamo con la,

Va bene, allora oggi è una giornata, un Consiglio particolare perché vi iniziamo l' attività dopo la pausa estiva, ma soprattutto iniziamo.

Riconosce dando un riconoscimento al nostro cittadino, cioè noi abbiamo tanti forlivesi che sono lontani nostri concittadini o perché nati a Forlì o che sono cresciuti a Forlì, che si stanno particolarmente distinguendo all' estero per i loro meriti professionali, uno di questi è sicuramente il professor Muller, Fabbri che abbiamo qui.

Davanti davanti a tutti voi che potete vedere qui con noi, a cui abbiamo fatto quasi una sorpresa, dottor professore, se non mi sbaglio, il professore è nato a Faenza nel 72, ma poi ha studiato, è cresciuto a Forlì e.

Partendo da Meldola, si è spostato facendo una carriera molto importante in campo internazionale, prima Los Angeles, poi nelle Hawaii, adesso a Washington e Washington è direttore associato del Centro di ricerca sul cancro e l' immunologia presso l' Ospedale nazionale per l' infanzia, appunto di Washington, quindi siamo a un livello elevatissimo a livello internazionale e il professore si occupa in particolare di.

Trovare delle cure personalizzate per il cancro. Poi lascerò a lui la parola, perché sicuramente meglio di messa a illustrare il suo lavoro, quindi è importante che noi diamo, riconosciamo queste professionalità, questa professionalità e che conosciamo anche come forlivesi quello che la nostra città offre a livello così alto nel mondo,

Mi dicono che il professore è non soltanto un illustre docente istruttore ricercatore oratore, M e mentore di altri giovani ricercatori, ma addirittura che voglio violoncellista, poliglotta, quindi veramente un personaggio che è.

Con piacere che presentiamo a tutta la cittadinanza, quindi lascio la parola al professore prego,

Allora innanzitutto vi ringrazio, ringrazio il Sindaco, ringrazio la Giunta per questa veramente dal bellissima sorpresa, io cioè l' unica cosa che sapevo era che dovevo venire oggi in Comune ed ero un po' intimorito da che quale guaio potesse aver combinato, per cui addirittura mi avevate trovato quindi è stata veramente una una bellissima sorpresa.

Io, tant' è vero che sono emozionato, per cui abbiate pazienza, si sono un po' così, non sono proprio brillantissimo nella retorica di oggi, perché è veramente un' esperienza che mi colpisce proprio in maniera importante, in tutti i sensi, proprio senso realmente parlando, cioè l' esperienza di questa splendida Sala il piacere di conoscere voi che conosco solamente come nomi ma a parte alcuni amici di vecchia data ma insomma,

Veramente mi fa piacere avere questa possibilità, nonostante la pandemia, le restrizioni di essere qui con voi oggi io sono sono faentino di nascita, ma sono, mi ricordo, sempre solo di Forlì, mi ricordo della dei miei anni che cresciuti qui con i miei genitori, vivono ancora qui e io, quando vengo vengo a Forlì quando ritorno in Italia, ricordo esattamente dove la mia scuola, le scuole elementari in questi giorni, quando venga fuori io sempre il piacere di tornare nei luoghi che significano qualcosa per me con non so qualcuno mi ha anche visto dei miei amici correre nel campetto dietro quella che allora nella scuola elementare Benedetto Croce, ci vado perché mi piace come campetto, ma mi piace proprio anche come memorie che ricordo di quegli anni e ho fatto le medie alle pascoli, ho fatto il liceo scientifico e poi ho cominciato la mia carriera universitaria alla, sono stato fortunato nell' essere ammesso alla Scuola Superiore, Sant' Anna di Pisa, come primo classificato nazionale su tre posti disponibili in tutta Italia. Quindi ho fatto una carriera, una scuola medica un po' particolare già impostata. Sul collegio e poi sono partito con la specializzazione, poi conosciuto un momento fondamentale. Dino Amadori, e quello è stato il momento veramente chiave della mia e della mia carriera e della mia professione.

Ricordo benissimo il primo colloquio che abbiamo avuto e purtroppo ricordo anche l' ultimo nel febbraio del 2020 e noi ovviamente non avrei mai pensato nel gennaio del 2020 non avrei mai pensato che sarebbe stata l' ultima volta che ci saremmo visti in mezzo a quei due colloqui ovviamente ce ne sono stati tanti tanti dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista proprio umano, come mentore come figura di riferimento io gli devo praticamente tutto della mia carriera e spero che dovunque lui sia insomma riesca a capire, ecco a sentire questo questa gratitudine che ho per lui la mia carriera è iniziata grazie a lui, a un albo e allo IOR, una borsa dello Ior.

Io ero un po' un momento un po' difficile per me dal punto di vista professionale, in cui ero contento di fare il clinico. Oncologo qui a Forlì, ma sentivo che non mi bastava nel senso che sentivo vedevo troppe persone morire di tumore e vedevo che c' erano per alcuni tipi di tumore ben pochi trattamenti. Sono stato fortunato a poter fare tutto l' ambito oncologico esistente, quindi ho servito in day hospital il reparto nelle cure palliative, che sono state fondamentali anche per la mia formazione. Quindi ho avuto veramente anche un' esperienza, una sostituzione di gravidanza all' hospice di Forlimpopoli, quindi ho avuto modo di essere esposto anche a quella quella realtà in cui diciamo si tirano un po' i remi in barca per la malattia, di per sé ci si affida ad accompagnare il malato nella maniera più dignitosa. Negli ultimi giorni della sua vita ricordo i volti di persone che mi sono morte tra le braccia, praticamente mentre servivo.

E mi chiedevo sempre se contro questa malattia che mi ha sempre affascinato, da quando ero piccolo fra le braccia dei miei genitori, sentivo storie di persone operate poi dopo due anni, questa malattia misteriosa, ritornava e poi morivano e mi chiedevo come com' è possibile che questo male si comporta in questo modo come mai non possiamo fare niente e mentre facevo queste considerazioni da medico oncologo proprio in trincea, diciamo,

Stavo, mi stavo chiedendo se ci fosse qualcosa in più che potevo fare contro questa malattia e mentre stavo vivendo questo, diciamo travaglio interiore, Dino Amadori è stato capace di capire e anticipare i tempi da persone illuminate, qual era e dirmi, ti piacerebbe fare un' esperienza di,

Ricerca oncologica di base all' estero, però non deve andare in qualunque Paese o in qualunque laboratorio. Ti voglio mandare in un laboratorio in gamba in cui tu puoi imparare delle cose che poi puoi portare qui da noi, per me quello fu una rivelazione, perché non aspettavo altro.

Che avere come dire la legittimazione di fare questa mossa.

E quindi dissi immediatamente entusiasticamente di sì e lui mi disse benissimo, allora andiamo insieme a Parma, il professor Carlo Croce sarà lì e io ti presenterò a lui e speriamo che si riesca a prendere per quello che doveva essere un anno di esperienza negli Stati Uniti ad imparare la terapia genica,

E così fu Carlo Croce degli stessi, si manda meno e io ho avuto, quindi ho fatto il primo periodo a Filadelfia.

Sono stato lì per poi, per 14 mesi intorno al dodicesimo mese, io ero pronto a tornare, vuol già il mio biglietto aereo ed ero contento di tornare. Devo dire perché mi mancava il contatto col paziente, cioè la ricerca di base bella, però perde un po' il contatto col paziente. Allora ricordo che andai dal professor Croce, gli dissi professor, io la saluto e la ringrazio per la disponibilità, devo rientrare e lui mi disse, ma dove vai disarmare, devo tornare a Forlì perché il patto era che io dovevo restare per un anno e lui disse no, no, no, tu adesso non puoi partire perché tu devi finire il progetto su cui sta elaborando. Allora io ero un po' intimorito perché sapevo che il professor Amadori mi stanno aspettando, quindi non volevo deluderlo, quindi dissi guardi col professor Croce. Bisogna che voi due parliate decidiate cosa volete che io fax, perché io che non vogliono sembrare che voglia andare via da qui, ne voglio insomma tradire chi mi ha mandato.

E anche Amadori. Fu molto intelligente, perché capì che era inutile impuntarsi e chiudere troncando praticamente una carriera di una persona che vi ha allora diciamo, non ero sicuro nemmeno io di quanto sarei stato in grado di contribuire alla ricerca scientifica, però certamente non una carriera che stava crescendo e allora lì lui capì sin da subito che la strategia migliore non era quella di chiudere, ma era quella di abbracciare, di aprire, per cui lui capì che la mia strada doveva essere lì continuare negli Stati Uniti, ma contribuendo e collaborando con l' istituto che lui stava cui stava già pensando, che poi sarebbe diventato l' IRS e così è stato per vari anni questa collaborazione è andata avanti, è stata fruttuosa. Io intanto sono riuscito a poi a stabilire il mio Gruppo Indipendente al all' ospedale pediatrico, eccellenza Hospital di Los Angeles.

E poi dopo all' università delle Hawaii e dove mi hanno affidato la direzione di un di un programma, dopodiché appunto la chiamata adesso recente, a fine giugno a Washington,

Al Children Hospital nazionale, insomma, in cui devo insomma una bella responsabilità, devo costruire tutto il programma di biologia del cancro che loro hanno lì e, in particolare, con le terapie d' avanguardia. Ecco che che che stiamo su cui stiamo lavorando nello specifico, io mi occupo di micro-Rna ai di areniano un qualificanti che senza andare troppo nel tecnico una praticamente è una storia, ve la dico brevemente brevissimamente, ma veramente che mi ha affascinato, nel senso che a un certo punto.

Ho scoperto il mio gruppo ha scoperto che ci sono queste piccole molecole di RNA, ormai l' area, i famosi in questi giorni per il vaccino, ma insomma, è comunque uno dei due acidi nucleici che abbiamo nelle nostre cellule e contrariamente a quello che si sapeva, cioè che questi Rna, piccoli chiamati micro-Rna, regolano l' espressione di altri geni, io praticamente con il mio Gruppo ha scoperto che funzionano da ormoni, che funzionano da messaggi che vengono rilasciati dalle cellule tumorali e vengono captati dalle cellule immunitarie circostanti il tumore e il fatto che vengano captati. Questi segnali sono come delle lettere che vengono rilasciate dalle cellule tumorali con con contenente un messaggio, quando la cellula immunitaria legge questo messaggio finisce smette di combattere il tumore e quindi siamo nei guai chiaramente per cui adesso che sappiamo questa cosa, il mio gruppo sta cercando di costruire dei messaggi alternativi che dicano alla cellule immunitarie. Guarda, ti sta ingannando, non è così, continua pure a combattere e quindi stiamo avendo dei risultati abbastanza buoni. Adesso, devo dire, soprattutto nei tumori liquidi iniziamo, cioè nelle leucemie e linfomi. Stiamo iniziando ad avere dei risultati anche nei tumori solidi dei bambini, in particolare il neuroblastoma.

Ecco, questo è in grandissima sintesi quello su cui stiamo lavorando e.

E niente, quindi io sono, mi fermo qui perché se no andremo avanti puramente per tutta la giornata, ma quello che volevo dire, appunto, a ringraziarvi tantissimo di questo onore e io sono veramente un miliardo un miliardo e lo si dice in inglese in italiano suona bene, sembra sembra negativo voglio dire sono estremamente grave atto di quello che che avete fatto per me tante volte si dice che,

Nessuno è profeta in patria, no, e devo dire che un po' l' ho pensato anch' io a un certo punto nel fatto che l' Italia mi ha formato, l' Italia mi ha cresciuto e quando è stato il momento di raccogliere l' Italia mi ha perso perché sono andato a servire un altro paese, diciamo la. Il frutto della mia ricerca è sempre targato e Stati Uniti.

Però ecco, poi ci sono momenti come questo, in cui l' Italia mi ricorda che c'è.

Ed è bello, ecco avere il supporto di una città che che si ricorda appunto, di di chi ha dovuto andar via dai propri genitori, dai propri amici,

E però, insomma, è riuscito a fare qualcosa di buono per cui porta lustro, eccola, chi ha in realtà lo ha cresciuto e che dovrebbe avere molto più merito di quello che poi gli articoli scientifici dimostrano e quindi vi ringrazio davvero di cuore per questo splendido momento per sottoporre.

Invece, il nostro Sindaco a intervenire grazie veramente un bellissimo momento, prima di tutto perché anche casualmente questo Consiglio comunale si svolge nel primo giorno di scuola e questo è un bellissimo messaggio per i nostri studenti, capire con la determinazione, con la forza, cosa si può fare e poi nel racconto del professore ho rivisto tanto del professor Amadori leggendo il libro del professor Amadori,

Come ci si approccia a una a un mondo scientifico, la curiosità, la voglia di far qualcosa per gli altri, io ricordo che.

Che quasi cinquant' anni fa, quando studiavo medicina nell' ambito della farmacologia, la farmacologia legata all' oncologia, con quattro parole, quattro, in un tomo monumentale da migliaia di pagine, non Calogero l' Adria vicino alla bimba, Laspina, la vincristina, tre farmaci fatti in Italia, fra l' altro, che rappresentavano la terra più universale per l' oncologia. Professor Amadori, mi ci ha sempre raccontato che lui sia incuriosito della malattia, pensando al brutto male, non aveva neanche una definizione, lo non Colonia. I primi approcci del professore erano in un sottoscala, quindi all' ospedale con una piccola stanzetta disadorna, quindi per dire che cosa ha rappresentato il professor Amadori lo IOR in questi anni per la comunità scientifica questa è una vera gemmazione del professor Amador, l' intuizione, l' intelligenza del professore e aver sempre raccolto gli aspetti buoni, gli aspetti positivi, aver mandato un' eccellenza, a studiare e ad approfondire quella che è un po' il cuore della ricerca mondiale, gli Stati Uniti. Ecco io, non parlando prima col professore che veramente non sapeva perché era stato chiamato in Comune, probabilmente aveva pensato di dover fare una piccola lesione ai consiglieri comunali e non aveva veramente. devo dire che lì vi è stata bravissima nel mantenere questo piccolo segreto. Ecco ragionando, si faceva anche un discorso, si parla tanto di fuga dei cervelli, io non la vedo come una fuga dei cervelli, l' intelligenza, la ricerca va condivisa, perciò i benefici che porterà il professore in America saranno i benefici che avremo noi se un domani, malauguratamente, qualcuno di noi avrà bisogno. Ecco queste ricerche, queste innovazioni che ormai sono condivise, sono mondiali, ne avremmo giovamento tutti e poi soprattutto il concetto che come.

Comunità scientifica non ci sono più barriere, non ci sono più confini. è diventato un mondo unico in cui ovviamente, tutti dobbiamo gioire godere di queste eccellenze. Stamattina un bambino, un ragazzo in una visita, scuola ragionava su un tema spesso non sappiamo le bellezze, le realtà che abbiamo nella nostra città. Lui probabilmente si riferiva più a realtà economiche e, com' è bello, anche avere la percezione di quanta capacità quanta intelligenza riusciamo a produrre nel nostro DNA, perché questo è un po' il nostro, l' acqua che abbia avuto il professor no, probabilmente la prima con la bevuta Ferrara Faenza, non è la stessa, però è il nostro patrimonio che ci.

Inorgoglisce poi soprattutto veramente dare i begli esempi, gli esempi di che cosa si può fare partendo anche dal piccolo contesto. Io ho studiato il liceo scientifico una vita da anni prima del professore e perciò è bello essere qui a riconoscere un' eccellenza di questo tipo, che poi è un riconoscimento universale. è un riconoscimento per lista Uniti. Un suo riconoscimento per lo Ior è un riconoscimento per tutta la comunità. Forlivese il professore veramente un nostro ambasciatore, perché io gli dicevo tutte le volte che le chiederanno qualcosa anche in America, Forlì da qualche parte ci sarà, perciò sarà un orgoglio anche per noi. Quindi la città di Forlì, il Consiglio comunale, la Giunta, l' Amministrazione intende riconoscere con un piccolo gesto un riconoscimento proprio a questa storia, che è una bella storia di scienza di ricerca. In questi giorni abbiamo visto cosa vuol dire la ricerca.

L' invito è quello di dire non abbiamo dubbi sui nostri studiosi, sui nostri scienziati, purtroppo anche nella classe medica ci sono ancora delle nicchie in cui non si riesce a capire, parlando di un tema attualissimo, il valore del vaccino, il valore di quello che rappresenta il vaccino, che è l' unica strada, l' unico mezzo che abbiamo per uscire da un incubo, quindi, avere di questi messaggeri della scienza, della nostra evoluzione, credo sia un beneficio per tutti anche in questo, soprattutto in questo momento. Quindi, professore grazie e.

In maniera.

C'è sempre un piccolo simbolo di Forlì perché così?

Sappiamo tutti, e soprattutto il professore che fornirà una dimenticata, una ceramica di blu pavone con i simboli della Romania e della nostra città.

Grazie per la testimonianza.

Facciamo bene, è stato un momento, ora non c'è più nessuno presi importante.

Richiamiamo in modo da poter fare di nuovamente l' appello, come tutte le volte, perché chiaramente, quando abbiamo ospiti un po' la seduta, così si interrompe e proprio anche per salutare gli amici.

Benissimo, riiniziamo la seduta, io richiamo i Consiglieri, anche se mi rendo conto che salutare il professore sia una bellissima occasione, vedete anche voi quanto sia stata importante e comunque utile sia per noi per conoscere, sia per il professore avere la consapevolezza che Forlì comunque non dimentica le sue eccellenze invito.

Invito a questo punto il dottor Pini a procedere con un nuovo appello.

Sì, mi dicono che sono ancora molti fuori dall' Aula per salutare il professore, quindi prendiamo ancora due o tre minuti.

Va bene, sono le 16 e 15, quindi direi di ricominciare, invito il dottor Pini a procedere con nuovamente l' appello.

Ancarani presente.

Ascheri presente.

Balestra presente.

Bartolini riecco mie bassi.

Pronunce.

Dedej esente.

Bentivogli.

Presente Biondi.

Bricolage.

Risente Brunelli, presente Calderoni presente Catalano.

Assente Ceredi, presente Costantini, presidente drogheria.

Presente.

Alle mani presente Saponara, esente.

Marchi presente Massa, presente Minutillo, Morgagni esente Morra, presidente Pompignoli.

Sente portolani.

Benché prati presente Rinieri presente, Rivalta.

Assente Samorì.

Assente, Tassinari presente, Zanotti.

Presente Zattini, non c'è vettori presente.

26 presenti.

Benissimo, allora la seduta può ricominciare e nomino gli scrutatori, Costantini Zanotti e bassi, che però in questo momento è fuori, quindi la Saponara, Presidente sull' ordine dei lavori.

Prego, dottor Marchi.

Sì, grazie Presidente, volevo dire che in questi giorni ed io turismo è attualissima la discussione sulla obbligatorietà o meno della vaccinazione del Green, passo con posizioni anche molto diverse fra i vari partiti ed esponenti politici.

Anche ieri sulla stampa locale è uscito un articolo che chiedeva chi è vaccinato e chi no fra noi consiglieri comunali,

In considerazione di tutto ciò, chiedo che ogni Consigliere si impegna a dichiarare pubblicamente il proprio stato di Bargi, scusi la interrompo marchi, ma questo non può essere chiesto se ne abbiamo degli obblighi di da far conoscere i dati economici patrimoniali per legge. L' altro i dati relativi alla salute e assolutamente non credo che violi la privacy non può essere chiesto, non è nel Regolamento, non è da leggere, non è corretto. Io sono andati perduti laboriosi bruscamente, ma non lo abbiamo maggior ragione che chiediamo. Ho chiesto anche al dottor Pini e proprio i giorni scorsi, se c' era l' obbligo del Green pass per accedere all' Aula. Secondo me il dottor Pini dice che non è necessario. Secondo me, moralmente ognuno credo che i nostri tutelarsi che i nostri cittadini questo sono stati inseriti sapere, bisogna aver rispetto decisioni e cosa no, perché questo non è all' ordine del giorno. Può essere una mozione relativa all' ordine dei lavori, fra fra l' altro mi risulta che anche una mozione che era stata presentata è stato, ma quello è un altro discorso, ma relativa all' ordine dei lavori. Non credo che entra proprio. Credo che non debba comportare un particolare problema. Chiedere a ognuno di noi di dire se è vaccinato sono dati non sensibili che ognuno deve gestire. Caro, preferisce poi se uno vuole dichiarare mentre i suoi dati sensibili, ma sta a lui non vaccinava. Non non capisco perché oltretutto ci sono tutta una serie di sfumature. Il problema quindi non c'è nessun motivo non vaccinato legittimamente, perché non c' erano, ma non se l' obbligo cioè ma non è poi. Tra l' altro questo non c' entra con l' ordine del lavori, nonostante sommessamente, mi dispiace. Dobbiamo andare avanti con la Aula. Il corridoio non non è una violazione della privacy o no, ma non è da lo zero. Non stiamo stiamo parlando di di questo rilievi di io, che la gestione del Consiglio e questo non c' entra, dobbiamo, credo che sarebbe una. Cosa c' entra andiamo avanti.

Presidente, posso intervenire anch' io sull' ordine dei lavori, prego Zanotti, grazie.

Io faccio seguito al toccante momento che abbiamo condiviso adesso in cui.

Sia premiato un uomo di scienza, il Sindaco stesso ha ricordato l' importanza della vaccinazione anti-Covid, io, come primo firmatario insieme al mio gruppo e agli altri Gruppi di minoranza, oggi avevamo presentato una mozione che invitava, sulla scorta di quello che ha fatto il Sindaco Zattini, la Giunta a richiamare l' importanza e l' adempimento vaccinale, mi è stato riferito che il mancato inserimento all' ordine del giorno di oggi e qui l' intervento sull' ordine dei lavori,

È stato.

Motivato dal rifiuto del principale partito che sostiene la Giunta comunale, ossia la Lega Nord in Capigruppo questo ora io vorrei io vorrei invitare io vorrei invitare e vengo alla richiesta nuovamente i Capigruppo affinché condividano l' opportunità di inserire la mozione all' ordine del giorno di oggi perché a quanto mai urgente che la popolazione prenda contezza dell' importanza dell' adempimento vaccinale che le Istituzioni diano l' esempio guardi, io mi appello ai Capigruppo in primis,

Ma anche al sindaco Albertini, direttamente che oggi che non vedo, ma a cui vorrei rivolgere a questo sorridere lavori affinché solleciti i capigruppo della nell' ordine dei lavori. Ah no, ma questo non è l' ordine, non è l' ordine dei lavori, Presidente, fare a finire potevamo, dobbiamo andare avanti col Consiglio. Questo lo dice lui.

Se mi dispiace, ma dobbiamo andare avanti col con la seduta, e non questi sono altri interventi. Stiamo già parlato in Capigruppo, andiamo avanti, no, no, andiamo avanti,

Di cosa?

Paola Grassi, visto ho chiesto.

No no.

No, prego sull' ordine dei lavori, allora, se qualcuno mi chiede di intervenire su, ma si calmi si rilassi, sarà la devo invitare a uscire, se lei non è in grado di gestire il Consiglio comunale perché non è in grado di calmarsi la invito a uscire la invito a uscire, lei deve avere rispetto della Presidenza e del Consiglio comunale non è il caso di alzare la voce,

Perché lei sta facendo un intervento che non è pertinente?

Allora andiamo avanti, Presidente.

Verso la parola scusi, Presidente rivolgo mi rimanere segreta, l' ordine dei lavori era qualcosa anch' io da dire.

Rivolgo chiamato prima mi perdoni collega Bentivogli, mi rivolgo al Segretario generale è stata fatta una richiesta da un membro di questo Consiglio di rinnovare, alla, con alla Cappella richiesta, ecco ai Capigruppo e quindi ai Consiglieri tutti di visto che il Consiglio è sovrano rispetto all' ordine del giorno non è di chiedere di poter iscrivere alla seduta di oggi una mozione che è stata regolarmente presentata e sottoscritta da i Gruppi del Partito Democratico Forlì ECHO, dal consigliere Marchi, mi risulta che ci fosse anche la disponibilità del Movimento 5 Stelle, quindi questa è una richiesta formalmente presentata nell' ambito del nostro Consiglio comunale di oggi. A questo punto domando se su questa richiesta ci possa essere il voto dei consiglieri comunali, che sono coloro che, in quanto membro di questo Consiglio, possono naturalmente decidere se iscrivere o non iscrivere all' ordine del giorno di cui oggi noi facciamo parte quel documento. Questa è la richiesta formale che indirizzo al Segretario generale, come richiesta di espressione dei consiglieri comunali, sulla richiesta che il collega Zanotti ha fatto scrivere questa mozione all' ordine del giorno hanno allora se ha finito il dottor Pini, verificherà questa cosa, ma l' ordine del giorno non c' era. La mozione non c' era l' obbligo di presentarla perché è stata depositata. Questa mattina è stato chiesto ai Capigruppo e non c' era l' unanimità e quindi non c'è l' ordine del giorno, quindi l' ordine dei lavori è già molto chiaro. Prego Consigliere Bentivogli, poi vi chiedo, tra l' altro, di non intervenire uno sopra l' altro residente grazie praticamente mi ha tolto le parole di bocca perché, visto che chiedono fanno interventi sull' ordine dei lavori, ma non è all' interno dell' ordine dei lavori, perché non è stato inserito nell' ordine negli ordini del giorno di questo Consiglio comunale? Non vedo il motivo. Giustamente il Presidente del Consiglio può togliere la parola a un Consigliere che sta parlando di un argomento che non c' entra nulla e non è pertinente con l' argomento con gli argomenti di cui bisogna discutere oggi, quindi.

Valutiamo nel prossimo Consiglio comunale porterete la vostra mozione visto che è stata presentata non nei sei giorni antecedenti al Consiglio comunale, ma dopo successivamente, quindi da Regolamento, se non erro, deve essere presentata la Capigruppo e poi la Capigruppo che decide se può essere inserito all' interno degli ordini del giorno del Consiglio e quindi rispettando in toto tutte le regole e quindi pedissequamente tutto quello che andava fatto. Non c'è motivo di discutere su un argomento che non è all' interno del Consiglio di oggi. Allora andiamo avanti adesso con la riunione, solo per specificare la norma, darmi la parola, chiedo sì, sì, no, no, no, no, chiedo venia, è proprio una questione tecnica. L' articolo 10 del nostro Regolamento dice che nessuna proposta può essere sottoposta a deliberazione del Consiglio se non è stata compresa nell' ordine del giorno, salvo che non si tratti di meri atti politici quali mozioni e ordini del giorno. Questa è una mozione, è un atto politico, quindi, anche se non è compresa nell' ordine del giorno regolarmente convocato, può essere iscritto da parte di voi sulla base della volontà di chi, ovviamente, dei membri che compongono il Consiglio stesso. Quindi io chiedo a questo punto formalmente che ci sia la richiesta al Consiglio comunale di esprimersi sulla possibilità di scrivere la seduta di oggi, questa mozione, dopodiché, visto che comunque i Capigruppo non rappresentano i consiglieri comunali, ma i consiglieri possono esprimere liberamente la loro scelta, in Consiglio alcuni voteranno sì, no, si asterranno, però è chiaro che la volontà dell' Assemblea è sovrana rispetto ad ogni altra scelta. La Conferenza dei Capigruppo io formalmente chiedo al Segretario generale di era Presidente di indire una votazione su questa richiesta di iscrizione all' ordine del giorno, come indicato all' articolo 10 del Regolamento. Grazie allora col consigliere alle mani faccio presente adesso chiederemo conferma al Segretario che questo lo deve decidere. La Capigruppo prego, Consigliere, Biondi.

Prego.

La riunione dei Capigruppo precedente a questo Consiglio ha già esaminato la questione e quindi si è già espressa in un senso o nell' altro, favorevole o meno che vada bene o meno, ma io mi riservo di parlarne casomai dopo. Io credo che all' ordine del giorno adesso vado a messa la surroga del trentaduesimo Consigliere, che è uno degli atti più importanti per ridare al Consiglio la propria completezza, dopodiché discuteremo perché io, che sono più filo vaccinale del re, credo però che so distinguere essere a favore del vaccino dalla necessità di mettere, come si dice in gergo il cappello sulla questione, se permettete, ne parliamo con calma dopo, ma adesso, Presidente, vorrei che noi tornassimo ad essere 32 per rappresentare i cittadini fuori grazie, Consigliere Biondi, è già all' ordine del giorno come argomento numero 73. La nomina del consigliere del signor Franco Bagnara alla carica di consigliere comunale in surroga del consigliere dimissionario si muore Benini, quindi noi, anche riguardo a questa surroga, dobbiamo esprimerci con un voto. Quindi.

Invito il dottor Pini a procedere con l' appello, mentre scusi noi però sull' ordine dei lavori aveva fatto una richiesta specifica al Segretario dottore, intanto passiamo ad approvare non sia quindi mi ha già detto che è la Capigruppo che deve decidere, però il dottor Viero dirà al microfono intanto lei mi può interrompere, stiamo parlando, chiede la parola e non interviene come cavolo, le pare poi le tre. La invito quindi ad attenersi a questa cosa. Chiede la parola, gliela do e interviene nonché ognuno si alza, fa dice discute, fa quello che fa, vuole prima regola.

Passiamo all' ordine dei lavori, Presidente, non mi viene la parola.

Sull' ordine dei lavori prego.

Allora, dato che abbiamo fatto una richiesta al dottor fini anche abbastanza specifica circostanziate, tale da essere ben compreso da tutti i presenti, chiederà che il dottor Pini adesso, oppure se si vuole riservare all' esito della prossima votazione si dia un riscontro formale e agli atti di rispetto alla nostra richiesta questo ce lo può comunicare, credo è una richiesta sull' ordine dei lavori che può essere evasa grazie su un problema. Il primo punto adesso è quello di ricostituire la composizione del Consiglio comunale, quindi adesso dobbiamo andare a votare la proposta di delibera che riguarda la surroga del consigliere Benini. Questa è la prima cosa.

Grazie, dottor Pini, e quindi, se non ci sono altri interventi relativi alla surroga del signor Bagnara, gli ho chiesto la parola.

Scusi Bartolini, non l' avevo vista, prego, Bartolini, può intervenire quindi oggi nel salutare il Bagnara, non nascondo che l' uscita del Benini sarà per dinamiche interne, mi ha un po', diciamo intristito, mi è dispiaciuto un po' il sostituto sicuramente sarà altrettanto in gamba all' altezza, ma un po' come è accaduto per il verde il vergini, un po' sarà che non me lo aspettavo un po' perché onestamente parlando ritengo il Benini come buona parte poi dei Consiglieri di questo Consiglio comunale, fondamentalmente sinceramente una brava persona corretta, una persona moralmente coerente, nonostante poi, sentendo un pochino anche rivedendo un po' anche nei Consigli comunali, c'è il rischio delle volte che questo è un po'. Tutte persone si facciano un po'.

Incombenti, qualcuno si fa prendere un po' la mano, magari in maniera un po' narcisista, facendo anche un po' del del prevalere un po' delle strategie un po' politico partitiche magari delle volte sembrano un po' per apparire per far vedere che qualcuno esiste, però io dico,

Delle volte ci si calpestano anche un po' persone un po' dei valori, anche un po' rispetto degli altri un po' ci sono atteggiamenti voi direte un po' fanciullesca, che mi intristisce, dicono che non danno un bell' esempio, ben molti si aspettano credono che riapre i rappresentanti dei cittadini hanno come obiettivo primario un po' il bene della gente. Comunque dico teniamo tieni botta al Benini, al neo Bagnara Franco, un sincero benvenuto e un veramente un altrettanto sincero buon lavoro.

Grazie Consigliere Bartolini, penso che interpreti tutti noi sede la gente che vota, qualche Consigliere che sta intervenendo in Aula, se vuole intervenire, chieda la parola che volentieri la concedo, nessun altro vuole intervenire, quindi prego, dottor Pini, la invito a procedere con l' appello col voto per appello nominale.

Ancarani.

Onorevole Ascari favorevole.

Balestra favorevole.

Bartolini, onorevole bassi,

Onorevole vedrei favorevole Bentivogli favorevole Biondi bricolage, anni.

Vorrei.

Brunelli.

Favorevole.

Calderoni, onorevole Catalano, favorevoli Ceredi favorevole, Costantini.

Favorevole Bulgaria, onorevole alle mani.

Favorevole.

Lasaponara favorevole Marchi favorevole mas favorevoli Minutillo favorevole, Morgagni favorevole Morra.

Amorevole Pompignoli.

Portolani.

Favorevole prati.

Favorevole Rinieri favorevole Rivalta.

Adesso.

Samorì.

Tassinari, favorevole, Zanotti, favorevole Zattini.

Favorevole Zattoni, amorevole.

29 voti favorevoli, nessun contrario sono state grazie, dottor PD, quindi è approvata la nomina del Consigliere Bagnara, dobbiamo passare a votare l' immediata eseguibilità.

Sebbene Ancarani, amorevole, Ascheri, favorevole Balestra favorevole, Bartolini, onorevole bassi.

Perché volevo vedere se ho capito bene?

Bentivogli favorevole, Biondi,

Briccola ni favorevole Brunelli.

Favorevole Calderoni, onorevole Catalano, pregevoli Ceredi favorevole, Costantini favorevole drogheria, favorevole alle mani favorevole Lasaponara favorevole.

Marchi favorevole.

Massa favorevole.

Minutillo.

Onorevole Morgagni, onorevole Morra, favorevole.

Pompignoli.

Portolani favorevole.

Prati.

Favorevole Rinieri favorevole Rivalta favorevole Samorì.

Tassinari, amorevole Zanotti, favorevole Zattini, favorevole Zattoni, amorevole 30 voti favorevoli, grazie, dottor Pini, quindi la delibera è immediatamente eseguibile, quindi il dottor Bagnara e qui davanti a noi e quindi può entrare a far parte del Consiglio comunale.

Piacere mi avete chiesto di poter intervenire un attimo, prego.

Vi ringrazio tutti innanzitutto, e desidero ringraziare di cuore il collega amico Simone Benini per l' ottimo suo lavoro svolto fin qui merito delle sue competenze, della riconosciuta abilità politica, perspicacia di dizione, sacrificando tempo alla sua famiglia.

Poi lo ringrazio per la capacità di coinvolgimento di noi ha amici attivisti, permettendoci un costante, Tanzi e tangibile percorso di crescita, lo ringrazio anche per la grande disponibilità nell' avermi consigliato al meglio su gravi questioni ambientali nel corso di dei miei sei anni nel comitato di quartiere.

A riguardo del comitato di quartiere, e ringrazio tutti i miei ex colleghi di Pieve Quinta caserma che simulate perché siamo stati capaci di mettere a disposizione le nostre competenze, abilità e collaborando tutti insieme. Abbiamo consolidato la Deputazione ed il ruolo del comitato come punto di riferimento occupandosi delle più svariate questioni dagli inquinamenti ambientali, dalle numerose segnalazioni afferenti anomalie, guastano, manutenzioni precarie, parziali inesistenti false manutenzioni, questioni socio sanitarie,

E nella certezza, ovviamente, di quanto è stato fatto, che venga, che sicuramente continuerà ad essere svolto da chi succederà, soprattutto adesso che ci sono le elezioni dei nuovi comitati di quartiere. Spero di poter dare il mio contributo nel migliore dei modi. Lavorerò studiato tantissimo, a testa bassa e cercherò di aiutare tutti.

Grazie e benvenuto.

Prego Brunelli.

Devo fare anche un paio di comunicazioni precedente, prego allora, in accordo con Franco Bagnara, io Brunelli aereo, tenendo capogruppo del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle di Forlì Franco, subentra Simone Benini, come me, come membro della Commissione, 1 nella Commissione 2 e in quella verifica procedure amministrative e la rupia. Do il benvenuto anch' io Franco, che ha già dimostrato nel Consiglio di Quartiere quanto impegno aggregazione mette per la comunità forlivese e, a nome del Movimento 5 Stelle, devo non posso che dire, grazie a Daniele vergine Simone Benini, per il lavoro che hanno fatto in questi anni. Se movimento fatto molta strada è grazie a persone speciali come loro e spero che il loro sia un un addio, ma un arrivederci. La politica forlivese grazie.

Grazie consigliere Brunelli, anzi, Capigruppo Brunelli,

Quindi questo di queste sue indicazioni prendiamo atto, ecco, io adesso vorrei chiedere un minuto di silenzio, avevamo pensato di ricordare.

Tebe Fabbri che ci ha lasciato poco fa banche, Sauro, Rocchi, Ivan, Benazzi e altri personaggi di Forlì che in questo periodo sono purtroppo scomparsi, ma devo aggiungere, purtroppo anche Cecilia Celli noi venerdì, sabato pomeriggio, a Forlì, abbiamo avuto dei giovani che nuovamente sono stati coinvolti in un incidente terribile mortale e con gravi conseguenze anche per altri. Già avevamo dovuto purtroppo ricordare una circostanza analoga a qualche mese fa, quindi chiedo a tutti un minuto di silenzio per queste vittime e per questi nostri morti.

A questo punto partiamo con le comunicazioni del Presidente.

Che sono due, la prima riguarda la delibera della Giunta.

Comunale numero 251 del 04/08/2021, che riguarda variazioni alle dotazioni di cassa del bilancio di previsione finanziario 2021 2023,

E la successiva, che è sempre una delibera di Giunta comunale numero 269 del 25/08/2021, che riguarda il bilancio di previsione 2021 2023 con una variazione di bilancio ex articolo 175, comma 5 bis, comma 4 quater del decreto legge 2 67 del 2000, quindi queste sono le comunicazioni del Presidente,

Passiamo ad essa question-time, ci sono stati presentati questa mattina due question-time, il primo da parte di.

Del Gru Sufjan alle mani e Federico Morgagni dicevano, a nome del Consiglio del gruppi consiliari, PD e.

Forlì elenco, anche se avevamo chiesto appunto di avere la firma delle persone, comunque va benissimo e non solo di chi di voi intervenga per presentarlo dovrebbe essere, come sapete, questo è un tema molto sintetico, invece piuttosto lungo è stato comunque lasciato. vi chiedo però di sintetizzarlo.

Quindi, chi è che lo illustra alle mani?

Con il testo.

Arrivo subito.

Invito comunque a sintetizzarlo perché sono una pagina e mezzo, una pagina e mezzo in cui, riassumendo molto brevemente nelle premesse, ovviamente sappiamo tutti che il testo unico degli enti locali affida una specifica tutela rispetto allo stemma del Comune che vediamo qui peraltro rappresentato sempre in Consiglio Comunale durante l' adunanza in altre occasioni nelle premesse noi ricordiamo come una una associazione su i propri canali social Instagram,

Che domani è denominata melius. Esse, quando videro quei ragazzi di Forlì, utilizza un logo con contenente tutti gli elementi costitutivi descritti appunto dallo statuto e organizzati graficamente in maniera identica, con l' unica differenza che in luogo della corona compaiono un piccolo tricolore, la data 04/02/2021. Il problema che noi riscontriamo con il question-time in questione, che questo gruppo di ragazzi, che utilizza il logo del Comune di Forlì di fatto, promuove messaggi tipo quello che riportiamo nel question-time c'è un post del 22/08/2021 in cui utilizza le seguenti parole oggi, insieme alla agli arditi dell' ANAS e ai camerata di Ferrara e della Romagna, abbiamo commemorato l' ardito Ettore Muti e proseguono nelle sue nei suoi messaggi, con una fraseologia che denota una chiara ispirazione fascista. è evidente a tutti i colleghi, ovviamente, che l' utilizzo improprio o difforme dai valori della no della del nostro Comune della nostra comunità significa per noi il fatto che il Comune, in ragione della tutela che che il TUEL affida appunto all' Ente ripresa rispetto alla proprio statuto, imponga di assumere un provvedimento. Dunque, ricordiamo ovviamente, in particolare, i motivi per i quali abbiamo sul nostro gonfalone cittadino, una medaglia d' argento al valor militare, dove è specificatamente indicato che questo avviene per l' attività della resistenza partigiana, che ogni anno ricorriamo. Ricordiamo con numerosi commemorazioni. Tanto ciò premesso, ovviamente noi interroghiamo il Sindaco per conoscere quali iniziative intende assumere a tutela dello stemma del Comune di Forlì in relazione all' emblema pubblicizzato, sulle proprie pagine Facebook e Instagram dall' organizzatore, dall' organizzazione in questione melius re Juan Bideri, quei bravi ragazzi di Forlì grazie grazie Consigliere.

Alle mani interviene l' Assessore Barone.

Allora, naturalmente, l' Amministrazione comunale condivide le riflessioni contenute nell' interrogazione in ordine all' importanza ed alla valenza dello stemma quale elemento evocativo ed identificativo del Comune, ciò che è previsto dalla legge, come ricordava il Consigliere, ed è doverosamente.

Esplicato nello Statuto comunale di Forlì,

Nel merito rileviamo che, sempre relativamente all' utilizzo di questo logo su canali social da parte di un' organizzazione o di un gruppo non so denominato.

Si dice melius, re melius, re nudo.

7 milioni, quando ho fatto il ginnasio, mi dicevano melius, però va bene, sì, comunque melius o melius esse convivere, ecco, dicevo.

Sempre relativamente all' utilizzo di questo luogo su canali social da parte di questa organizzazione di questo gruppo, così denominato.

In ordine a questo, dicevo l' Associazione Nazionale Partigiani d' Italia,

Sessione di Forlì aveva già comunicato questo utilizzo e con una lettera del Presidente comunale e addetta lettera è stata fornita una risposta in data 2 del corrente mese.

Nella risposta stessa, sulla base dei riferimenti d' ufficio forniti, è stato rilevato che il logo utilizzato sui canali social non rispecchia l' immagine dello stemma comunale.

Tuttavia, a fronte di questa nuova sollecitazione.

Verranno prontamente richiesti agli avvocati dell' Ente, all' ufficio legale, ulteriori approfondimenti e verifiche in merito al fine di accertare l' eventuale sussistenza delle condizioni per delle condizioni per l' adozione di provvedimenti intesi alla tutela dello stemma comunale e alla tutela della dignità dell' ente. Grazie grazie assessore.

Morgagni per la replica, grazie Presidente, bene, questo sicuramente è una cosa positiva, lascia un po' perplesso il fatto che sia stata necessaria un' interrogazione per riapprofondire un parere già formulato, quindi noi ci riserviamo di attendere.

E le verifiche da parte degli uffici competenti. E poi chiederemo naturalmente copia, perché qui naturalmente c'è un tema importante, che è quello della proprietà e dell' utilizzo del simbolo del Comune, e c'è il rischio che se non si interviene in questa circostanza, si apra un precedente pericoloso, a maggior ragione perché non stiamo parlando di una associazione benefica o dedite alle attività filantropiche, ma di un gruppo di chiara ispirazione neofascista e quindi, siccome va bene celebrare l' antifascismo e la Resistenza 25/04 e 09/11, però, è ancora più importante essere e credere nei valori dell' antifascismo, tutto l' anno e Forlì è una città antifascista tutto l' anno. Ci aspettiamo che le verifiche diano esito positivo e si intervenga per tutelare il simbolo del nostro Comune e i valori che rappresenta da questo tipo di appropriazione.

Grazie Morgagni, adesso c'è il question time presentato dal consigliere Zattoni relativa al Fondo Piancastelli, invito il consigliere Zattoni intervenire.

Grazie Presidente, appunto sul Fondo Piancastelli, premesso che 01/08 scorso è stata pubblicata dal Corriere Romagna una lettera firmata in cui un cittadino forlivese lamenta l' impossibilità di accedere al Fondo Piancastelli, sostenendo che un cantiere immobile impedisce di accostarsi al patrimonio di volumi manoscritti stampe e incunaboli che Carlo Piancastelli donò a Forlì.

Che questa situazione si protrae da ormai da due anni, due anni durante i quali sono stati installati ponteggi e schermi di plastica che hanno reso inagibile il 70% della Piancastelli, in previsione di lavori che tuttavia, si sono presto interrotti senza più ripartire che durante questi due anni gli studiosi ricercatori sia nazionali sia internazionali, perché il Fondo Piancastelli di rilevanza sicuramente sovranazionale sono stati di fatto privati della gran parte del patrimonio unico del Fondo Piancastelli, a cui erano soliti ricorrere per le loro ricerche che al personale in servizio è richiesto uno sforzo che va ben al di là di quanto sarebbe lecito attendersi sulla base delle sue mansioni e competenze al fine di garantire la consultazione o quantomeno le scansioni di quella minoranza di volumi della Piancastelli ancora in qualche modo raggiungibili che infine la famosa sala P della Piancastelli, cioè la sala tradizionale che contiene la biblioteca personalmente raccolta ordinata, la calotta Castelli è sostanzialmente murata. Tutto ciò premesso, interrogo il Sindaco e la Giunta per sapere quando sarà possibile per gli studiosi ricercatori, nonché per la cittadinanza, forlivese e magari mal conosce Fondo Piancastelli, purtroppo, tornare ad accedere in modo pieno e completo ai manoscritti, ai volumi e a tutti gli altri preziosi eterogenee i materiali che compongono il fondo stesso. Grazie grazie. Consigliere Zattoni.

Interviene l' Assessore Menandro. Sì, grazie davvero effettivamente.

Ha ragione, nel senso che sulla Piancastelli ci sono problemi, ma ci sono problemi in generale sul Palazzo del Merenda che è in una situazione davvero preoccupante. Comunque, la consegna dei lavori è avvenuta 08/04/2019. In merito al cantiere che lei ha citato, quindi due anni fa.

I lavori prevedevano degli interventi di consolidamento dei solai.

In particolare sulla parte della biblioteca dei ragazzi, alcuni depositi al piano terra, alcuni locali al piano, primo, le sale di lettura e appunto la sala Piancastelli, in cui erano previsti lavori di consolidamento delle ampie volte a padiglione. Stiam parlando dell' 08/04/2019, quindi è venuta una certa sfortuna perché 08/04/2019 e più o meno l' inizio.

Di tanti problemi.

Il cantiere è stato sospeso 06/06, poi preso 24/06, poi è stato di nuovo sospeso 27/08, poi di nuovo 23/12, con questo avanzamento a singhiozzo, legato ovviamente al Covid, ma anche alla sicurezza dei lavori.

Poi i lavori sono stati completamente sospesa 21/01/2020.

Per elaborare una variante relativa ai lavori supplementari imprevisti e imprevedibili.

Che necessitavano della riduzione di un' apposita perizia e anche.

In ottemperanza alla revisione del Codice appalti.

Nel frattempo ha complessità, si assume complessità, noi ci siamo messi d' impegno.

Per elaborare un nuovo progetto complessivo di restauro di qualificazione, di recupero dell' intero palazzo del Merenda,

Con alcune variazioni del destinazioni d' uso.

Anche in merito al contemporaneo recupero dell' ex asilo Santarelli, in cui era inizialmente prevista la biblioteca moderna.

Ora l' Amministrazione ha deciso di non trasferire più la biblioteca moderna dell' ex asilo Santarelli.

E quindi la nuova progettazione deve tener conto della collocazione della biblioteca moderna al piano terra, l' assistente adulti, eccezioni ai ragazzi e della biblioteca antica al piano terra e primo piano e, inoltre, della funzione di connessione centro storico campus universitario, che ha il palazzo di cui abbiamo ampiamente parlato.

Quindi 25/01/2021 è stato assegnato un incarico di progettazione.

A un progettista esterno per una prima fase della progettazione, la Giunta 14/07/2021 ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica del nuovo intervento, che comprende numerosi locali, inclusi quello che lei ha citato nell' intervento attualmente sospeso.

In relazione a questo, è stata fatta un' apposita perizia di variante dell' appalto del primo stralcio dei lavori, in pratica, per rispondere alla domanda che è giusta e sono d' accordo sul fatto che è bene che la sala Piancastelli possa essere riallestita ripristinando l' originario assetto degli arredi, calcoliamo che se i lavori riprendono a novembre ci vorranno circa cinque mesi, quindi stiamo parlando di aprile.

Gennaio febbraio marzo aprile, cioè aprile del 2022, queste quanto.

Grazie Assessore.

Toni le lascio la parola.

Sì, io ringrazio l' Assessore per aver ripercorso questo iter appunto sofferente con vari problemi che sono stati appunto elencati.

Il mio intervento deriva dal fatto che ci sono appunto studiosi che si sono ah no, insomma vuol dire lamentati del fatto di non poter accedere prima. Magari lo hanno fatto in modo più informale a questi volumi. Ecco, io ricordo che il Fondo Piancastelli un po' l' ipertesto della Romagna, un ipertesto ante litteram, quindi è un patrimonio veramente prezioso de di Forlì e diciamo la l' angoscia se vogliamo, è quella più che altro di non avere un orizzonte. Certo, adesso è stato fornito comunque un orizzonte che è quello dell' aprile 2022 e io credo che tutti siamo, come dire, speriamo. Siamo speranzosi che venga rispettato, perché è proprio questo clima, diciamo, di incertezza, che rende ancora più difficoltosa l' attività, diciamo anche di chi lavora, perché i vari studiosi che vanno a chiedere magari ottengono faticosamente dal dalla buona volontà di certi operatori ai volumi che cercano, ma è veramente una uno sforzo molto grande. In un clima di grande incertezza. Quindi cerchiamo di venire loro incontro, che vuol dire a noi incontro perché è un nostro patrimonio. Grazie grazie. Consigliere Zattoni. A questo punto sono finiti question-time e passiamo agli oggetti all' ordine del giorno.

Posso Presidente, su quella richiesta.

7 che avevamo fatto al Segretario se ha avuto occasione un attimo di valutarla, così ci dice qual è la sua interpretazione e poi valutiamo insomma, grazie, dottor Pini. Sì,

Allora, giustamente la mozione è un atto politico, può essere presentata in qualunque momento, quindi teoricamente può essere inserita anche all' ordine del giorno del Consiglio già convocato, però non dimenticate che l' ordine del giorno lo determina il Presidente del Consiglio comunale e può avvalersi della Conferenza dei Capigruppo quale organo consultivo così è stato fatto. Mi risulta che in Conferenza dei Capigruppo sia stato deciso di non inserirlo all' ordine del giorno. Non c'è nessuna votazione da fare per stabilire adesso se inserirlo o meno, perché l' ordine del giorno lo fa il Presidente del Consiglio comunale, ripeto, avvalendosi eventualmente come organo consultivo della Conferenza Capigruppo, cosa che è stata fatta, per cui non può essere votato l' inserimento o meno l' ordine del giorno.

Grazie dottor.

Così giusto per segnalare che deve intervenire,

Presidente, solo per segnalare perché c' erano qui presenti anche i colleghi che erano presenti in Conferenza dei Capigruppo, l' unico Capogruppo, che si è espresso peraltro negativamente alla richiesta, è stato il collega Pompignoli a questo punto, visto che ci deve essere il passaggio in Capigruppo chiederei anche agli altri Capigruppo che non si sono espressi in Conferenza come risulta dal verbale di esprimere la loro opinione rispetto a tale richiesta da questo Consiglio comunale.

Andiamo avanti, posso posso, Presidente, chiede di intervenire il Consigliere Bentivogli, nonché non capisco alle mani adesso questa testardaggine e insistenza su questo su questo aspetto, se c'è un regolamento che dice, ma è già capitato altre volte dove ero presente io la Capigruppo quando è sufficiente un Capogruppo che non è d' accordo e quindi se non c'è l' unanimità non si porta la mozione nell' ordine del giorno lo sa bene e quindi non capisco che lei, conoscendo il regolamento, insiste nel fatto di voler sapere gli altri. Cosa vuol avrebbero votato l' intenzione di voto se c'è un regolamento che dice che è sufficiente un Capogruppo per decidere che quella mozione viene rimandata al Consiglio successivo? Il regolamento è quello. Qui andiamo sempre a fare questi sondaggi. Per che cosa per perdere del tempo? Passiamo adesso all' argomento all' ordine del giorno che l' argomento. Non voglio portarvi oltre questa abitudine di alzarsi, in piedi chiedere uno parla.

Ha ragione. Chiedo venia, chiedo giustamente intervenire anche il regolamento come co, come Capogruppo che ha preso parte alla conferenza.

Una richiesta di intervenire come Capogruppo che ha preso parte, come pronunce del richiesta che ho formulato, giusto per segnalare che il Regolamento rispetto a questo chiede che sia la Conferenza dei Capigruppo ad esprimersi, allora io ho chiesto, in Conferenza dei Capigruppo chi era d' accordo e chi no, l' unico che ha riscontrato la richiesta, nessun altro Capogruppo è stato il collega è più che sufficiente e andiamo avanti, per favore, perché sennò stiamo su questo cavillo la Capigruppo è intervenuta, se già pronunciata. Sapete che ci vuole l' unanimità, non so se qualcuno ha chiesto di intervenire, non ho capito chi è la bassa no, sì, sì, o vi volevo dire che ero d' accordo con Pompignoli sennò avrei detto che non ero d' accordo okay. Ecco quindi, se vuole sapere il mio parere consigliera le mani. Io ero d' accordo con quello che ha detto. Pompignoli caicchi adesso basta. Per finire passiamo perché non è possibile star fermi su questa. Cosa è stato chiarissimo irregolarmente. è stato chiarissimo il dottor Pini se cercato di inserire una mozione di 3 4 pagine senza averla neanche dibattuta e quindi andiamo avanti allora l' argomento 62, come sapete, non viene più discusso. Passiamo all' argomento. 65 il regolamento per l' autorizzazione al funzionamento, l' accreditamento e il controllo dei servizi educativi e ricreativi per la prima infanzia 0 3 anni,

E passiamo all' approvazione, quindi lo illustra.

L' assessore competente, l' assessore Kasahara.

Abbiamo buongiorno a tutti, allora questo argomento è stato visto e approfondito in Commissione consiliare è un argomento chiaramente molto tecnico e che riguarda il regolamento per l' autorizzazione, come diceva prima la Presidente, al funzionamento dell' accreditamento e il controllo dei servizi educativi, parliamo di 0 3, allora questa proposta di delibera in realtà parte da una Journal un aggiornamento dovuto.

Per diciamo aggiungere l' accreditamento.

Voi sapete che questo Regolamento nasce, come abbiamo spiegato durante la Commissione, da una delibera regionale, quindi noi oggi non è che decidiamo nei tempi i criteri, ma ci vengono dati dalla Regione. Noi dobbiamo solo fare un' integrazione e chiaramente istruire le pratiche di accreditamento, perché è importante. L' abbiamo spiegato in Commissione, non mi sto verso di lui a a così a a soffermarmi troppo perché, ripeto, abbiamo dedicato uno spazio importante e non voglio ripetermi, ma.

Dicevo, è un Regolamento importante perché da settembre 2022 solo i nidi accreditati potranno accedere ai finanziamenti pubblici, quindi i gestori anche di nidi privati devono fare appunto la richiesta di accreditamento.

Durante la Commissione lo anticipo. Già c'è stata qualche domanda da parte dei consiglieri e degli esperti in merito alla nostra situazione locale e quindi di Forlì e vi possiamo dire che oggi i nostri nidi sono già stati, anche, diciamo, i privati sono già stati informati, non abbiamo,

Situazioni particolari quindi sono tutti, diciamo accreditati.

Quindi sono a disposizione per eventuali domande e anche di chi non ha partecipato alla Commissione e quindi io, Presidente, mi fermerei qui e aspettiamo le domande. Grazie Assessore. Se qualcuno vuole intervenire.

Chiede di intervenire il Consigliere Alemani sì, grazie Presidente, io ed altri colleghi del mio Gruppo eravamo presenti in Commissione tre ed effettivamente abbiamo preso atto delle modifiche del regolamento per l' accreditamento, anche in base, ovviamente, agli aggiornamenti che la Regione ha portato sulla sulla materia. Quindi, chiaramente ringraziamo per il lavoro svolto. Riteniamo che il lavoro sia stato ampiamente soddisfacente e, vista l' occasione di questo Consiglio comunale, che coincide peraltro con l' inaugurazione del nuovo anno scolastico, chiaramente vogliamo anche noi, come dire, portare il nostro augurio di buon inizio l' anno scolastico in una fase come dire di riapertura di questi servizi fondamentali in un momento dove ancora di più forse ci dovremmo rendere conto che i servizi pubblici, come quello della sanità e della scuola, rappresentano veramente il cardine della nostra comunità e quindi l' attenzione che noi dobbiamo riservare a questi servizi ancora maggiore, nella prospettiva di ampliare ancora di più la platea di coloro che accede a questi servizi. D' altronde, l' esigenza di avere una non solo le esigenze, ma anche la prospettiva di avere una dinamica pubblico privato in questo servizio sta proprio a significare la libertà, poi nelle forme di istruzione e anche nelle modalità, e questo credo sia un patrimonio che la nostra città è riuscita a costruire nel tempo e che noi dobbiamo.

Mantenere, coltivare ed ampliare sicuramente le disposizioni regionali che hanno consentito di ampliare la platea dei soggetti che possono accedere o quantomeno di poter accedere con misure ancora più agevolate rispetto a prima. Va in quella direzione di sostegno alle politiche per la famiglia che immagino tutti noi auspichiamo, soprattutto in questa fase, appunto, in cui la pandemia ha messo ancora di più in difficoltà. è sotto stress le famiglie. Quindi chiaramente anticipo già la dichiarazione di voto del nostro Gruppo, che sarà un voto favorevole a questa delibera. Grazie grazie. Consigliere alle mani, non ho altre richieste di intervento. Chiede di intervenire. Morgagni.

Grazie Presidente, ma direi che bene ha detto l' Assessora, cioè c'è stata occasione in Commissione di approfondire sia i dettagli di questo Regolamento sia anche di fare una una discussione, un confronto più generale sulla situazione dei servizi 0 3 all' interno del nostro Comune, io credo che da questa discussione siamo usciti tutti ampiamente soddisfatti. Le questioni che si voleva porre, che si voleva approfondire, sono state chiarite. Del resto, forse anche altri colleghi avranno esaminato un po' le scelte degli altri Comuni nel momento in cui hanno recepito questa determinazione della Regione, sono andati a definire i criteri per l' accreditamento e mi pare che più o meno.

Le scelte sono state simili anche con altre realtà. Ritengo che sia importante che sia emerso che sostanzialmente, tutti coloro, tutti gli operatori che offrono questo tipo di servizio nel nostro territorio, già sono in condizione di rispettare questi requisiti. Quindi credo che questo venga confermare ancora una volta il lavoro buono che si è fatto, ma soprattutto la qualità del servizio e la professionalità degli operatori e delle persone che tutti i giorni contribuiscono a mantenere in piedi questo servizio fondamentale, questa risposta a un bisogno decisivo delle famiglie della nostra città, e ben venga anche che queste occasioni, in cui si discute su provvedimenti che, per fortuna, riscontrano il più largo sostegno e la massima unanimità, si riesca anche ad avviare una discussione su quelle che dovranno essere le nuove sfide e nuove frontiere di questo servizio, perché chiaramente, se ci includessimo a dire che le cose funzionano e quindi non è più necessario andare oltre o ci crogiolarsi, Money risultati raggiunti? Chiaramente questo sarebbe un errore, invece che ci sia la volontà condivisa e l' attenzione a questo tema. Per andare oltre, fare delle nuove scelte e riqualificare il servizio verso il futuro. Beh, io credo che questo sia un elemento molto importante sia di convergenza fra le forze politiche, sia dal punto di vista dei cittadini, nel sapere che.

Il tema dei servizi per l' infanzia è al centro dell' impegno di questo Consiglio comunale e anche dell' amministrazione, per cui il nostro voto sarà sicuramente un voto favorevole rispetto a un provvedimento che riteniamo positivo e condivisibile.

Grazie Morgagni.

Benissimo, non ci sono interventi, quindi passiamo alla votazione, invito il dottor Pini a procedere con il voto per appello nominale.

Ancarani.

Favorevole.

Favorevole anche a scarichi un ottimo.

Un attimo perché il dottor Pini ha bisogno di organizzare il voto perché luterani, favorevole a Ascheri, favorevole Bagnara favorevoli, Balestra favorevole, Bartolini favorevole.

Bossi.

Bassi favorevole.

Dedej.

Favorevoli Bentivogli favorevole Biondi.

Non c'è bricolage anni, amorevoli Brunelli, onorevole Calderoni, onorevole Catalano, favorevole Ceredi.

Bionde vuol votare sì, Biondi, lei cosa vota.

Bene.

Cost.

Favorevole già fatto Costantini, onorevole Drogheria, favorevole alle mani favorevole.

Lasaponara, onorevole Marchi, favorevole.

Massa.

Minutillo amorevole, Morgagni.

Favorevole.

Morra, avrei vale un pignoli.

Bortolami amorevole prati favorevole Rinieri favorevole.

Rivalta.

Samorì.

Tassinari, favorevole, Zanotti, favorevole Zattini, favorevole Zattoni, favorevole.

30 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, grazie, dottor Pini, quindi la mozione approvata, passiamo adesso a votare l' immediata eseguibilità.

Ancarani, onorevole Ascari, favorevole Bagnara, vorrei favorevoli, Balestra Bartolini.

Bartolini.

Bassi favorevoli, vedrei Bentivogli favorevole, Biondi.

Curricolari, amorevoli Brunelli, favorevole Calderoni onorevole Centemero onorevole.

E Bartolini, ci favorevole, numero Bartolini, favorevole Catalano, favorevole.

Ceredi.

Costantini, onorevole drogheria, favorevole alle mani favorevole, Lasaponara favorevole Marchi amorevole, bassa, favorevoli, Minutillo, onorevole.

Morgagni favorevole Morra.

Favorevole Pompignoli.

Portolani, amorevole grati.

Favorevole Rinieri, favorevole Rivalta, onorevole Samorì,

Tassinari, favorevole, Zanotti.

Zottini Zattoni, onorevole 30 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto e stimo allora la delibera con oggetto 60 numero 65. Scusate, è anche immediatamente eseguibile, passiamo adesso all' argomento successivo, che ha oggetto numero 71. Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2021 2023 variazioni. Vi invito per favore, a non alzare il volume in Aula perché crea problemi.

Per favore, se uno vuole telefonare o parlare, invito ad allontanarsi dall' Aula e a rientrare successivamente, almeno non si disturbano i lavori.

Lauro parlando con te.

Lei voleva mandare fuori, ma prima Presidente, per favore Cicognani, riesce, ecco, bravo, prego, Assessore, Cicognani.

Buonasera questa l' abbiamo, l' abbiamo vista, ovviamente in Commissione sono state fatte delle richieste documentazioni aggiuntive mi risulta che siano arrivati a tutti, a tutti i Consiglieri in tempo utile per poter essere verificate, penso che non ci sia molto da aggiungere, cerchiamo di come c'è scritto nella testa di andare a valorizzare dei beni che non hanno funzioni istituzionali per l' ente in modo tale da avere delle delle risorse per fare cose più interessanti per i nostri cittadini.

Grazie Assessore.

Interviene il consigliere Calderoni, sì, è un seguito ai chiarimenti che avevo richiesto in sede di Commissione, ho visto la documentazione che ci è stata mandata e avrei alcune ulteriori osservazioni da fare mi riferisco a l' immobile.

Numeri di cui al numero 1 dell' elenco 2 che abbiamo allegato a questa delibera, e quindi è l' immobile sito in via Silvio Pellico all' interno di Palazzo Morattini, allora ho visto la perizia di stima, intanto chiederei.

È una perizia dove, salvo errore, non è rilevabile la data in cui è stata emessa la perizia di stima del nostro ufficio. La data non è ininfluente perché potrebbe essere recente, potrebbe essere periodo pre-Covid durante il Covid post Covid, eccetera, dove il valore degli immobili sappiamo che ha subito una certa oscillazioni. Chiederei quindi la data primo punto. Secondo, da questa perizia emerge che la superficie reale dell' immobile è 200 sul vicereale commerciale dell' immobile 210 metri quadri 140.

Del locale al primo piano.

A uso laboratorio e poi, con tutte le idee, le detrazioni per balconi vano servizi e appartamento.

Ci sono altri 70 metri dell' appartamento collocato al primo piano, per un totale di 210 metri quadri.

Si fanno tutta una serie di valutazione nelle quali, ovviamente non entro rilevo intanto che allora, se nell' elenco 2 numero 1 si dice metri quadrati 190 circa, direi che l' abbiamo presa un po' troppo alla alla larga, nel senso che avrei capito per arrotondare 200 metri circa ma insomma, 190, non ho capito da dove venga fuori, anche perché l' ha tollerato costruttiva ammessa dalle norme sull' edilizia è del 2%, qui siamo al 10%. Tanto vale indicare un valore corrispondente alla perizia di stima, quindi 210, ma questo per tranquillità di tutti, cioè a dire le cose come stanno. E dire quindi che si tratta di un immobile di 210 metri quadri sul valore 210 metri metri quadri. Io prendo atto, ovviamente no, non l' ho visto che il tecnico che ha fatto va benissimo così.

210 metri quadri in centro storico si dice che le condizioni sono pessime, la base d' asta e 50000 euro 50000 euro equivalgono a.

Meno di 250 euro per metro quadro e complessivamente abbiamo un valore che equivale all' acquisto di un' autovettura di segmento medio-alto ibrido, quindi direi che, come dire, diamo un incoraggiamento forte a questa base d' asta e quindi io mi fermo qui sono tutti rilievi molto specifici, non ho particolari motivi, però direi che sarebbe meglio, insomma, che se il quadro che ci era stato fornito fin dall' inizio fosse stato più corrispondente all' effettivo stato dell' immobile stesso,

Grazie consigliere Calderoni, interviene l' Assessore per i chiarimenti.

Allora dire che l' immobile 210 metri quadrati mi POR perdonatemi, ma è una divisa, è un' inesattezza perché l' immobile costruito da tre unità, di cui uno non si tra un garage e uno una un appartamento, quindi non è 210 metri di appartamento unico, ma è diverso che chiamarlo l' immobile un immobile perché ci sono diverse diverse.

Sia destinazioni d' uso e sia, ovviamente, non essendo tutti insieme, non non è un' unica unità immobiliare e non è e non è banale la la distinzione, ovviamente anch' io, come tutti, non ho visto l' immobile. Non ho partecipato alla alla quotazione dello stesso e mi affido alla alla scienza e coscienza del dipendente comunale che ha redatto la perizia. Ovviamente io non non l' avevo mai visto e non lo vi e non è comunque ancora vista.

E spero vivamente che con questi 50000 euro posso partecipare qualcuno per andarlo a dismettere, perché è una è una proprietà che al Comune può dare soltanto delle problematiche, anche soltanto anche dal punto di vista economico, perché molto probabilmente fra poco ci sarà anche bisogno di fare della manutenzione straordinaria perché l' immobile mi risulta che sia non in condizioni ottimali anzi oserei dire pessima.

Grazie Assessore per il chiarimento.

Solo per chiarimento, si tratta di un immobile terra cielo, leggo dalla perizia terra cielo, quindi un unico immobile articolato su due piani è scritto qui così, quindi non vedo da inesattezza in cui sarà in corso.

Comunque, la perizia è stata fatta all' inizio dell' estate, quindi manca la data, effettivamente ho parlato col tecnico che l' ha redatto, quindi è recente e sono prezzi aggiornati.

Prego Assessore per precisazione, ovviamente io non parteciperò alla gara all' asta per comprarlo, quindi no e perché no, perché è un esercizio che vuole intervenire.

Non ci sono altri interventi, quindi passiamo alla votazione. Chi era assente, tutto fino a dichiarazioni di voto del Capogruppo del PD si noi chiaramente prendiamo atto di questa che è una variazione perché, di fatto rapper si rappresentano degli immobili che nel Piano delle alienazioni erano stati tolti e che quindi devono essere reinseriti per consentire l' espletamento di procedure di vendita che erano da concludersi nel 2020. Una una domanda che non ho posto in occasione della Commissione, ma che comunque mi suscita un' osservazione. E se la le aste non si sono chiuse nel 2020, noi siamo arrivati allora molto al limite. La fine dell' anno 21 per inserire questo piano delle delle alienazioni, questi immobili, ma indipendentemente da ciò, sulla base anche delle osservazioni che faceva il consigliere Calderoni, e lasciando quindi dunque che l' amministrazione e la Giunta, insomma, proceda poi a quello che è il piano che oggi ci propone, noi decidiamo di non partecipare al voto e poi, ovviamente, prendere atto, speriamo positivamente del buon esito delle aste. Grazie, grazie. Consigliere alle mani non c'è,

Chiede di intervenire Minutillo per Fratelli d' Italia, Giorgia, Meloni, sì, grazie Presidente, ma noi, dopo un' attenta riflessione sulla delibera, ma anche ascoltato le parole del consigliere Calderoni, riteniamo non sufficiente chiara la valutazione che è stata fatta degli immobili, pertanto, come Gruppo noi non parteciperemo al voto ovviamente non voteremo contrario per non mettere in difficoltà la maggioranza, insomma, noi non vogliamo comunque,

Dire che non ci sentiamo di votare questa mozione, di cui in oggetto la votazione.

Grazie Minutillo, chiede di intervenire il Consigliere, Biondi.

Io ho già avuto modo di intervenire su questa delibera in sede di Commissione.

E naturalmente in quella sede abbiamo ripetuto fatto le stesse considerazioni che oggi ho sentito dal Consigliere Calderoni.

E, più in generale, abbiamo preso in esame.

Il Piano di alienazioni, oggi ripresentato perché aggiornato.

Perché messo a punto vorrei ricordare al collega le maniche non ci sono ritardi in questa fase,

Ma i ritardi relativamente agli interventi e ai provvedimenti che sarebbero si sarebbero dovuti realizzare su quell' immobile sono del passato no, tanto per chiarire anche qui una verità storica, è una verità procedurale perché quell' immobile sta stante lo stato fatiscente, non è nato l' altro ieri questa considerazione poi, sempre in Commissione, abbiamo fatto un' altra considerazione alla quale credo, abbiamo tutti convenuto. Le stime dei beni, che appunto sono in quel piano di alienazione, sono stime.

Molte volte e che che eccedenti i valori di mercato,

Ora a me sembra strano che possa esserci né una relativamente a quell' immobile che, appunto, è ebbe inferiore come valore, appunto, a agli stessi di mercato e quant altro la mia opinione è che noi dovremo con attenzione, ma l' assessore ha convenuto, anche in sede di Commissione, rivedere quel piano perché vanno riviste le stime aggiornate, perché l' interesse dell' amministrazione è quello, ovviamente, di vendere, di alienare i beni che non servono per mettere la rendita la risorsa che proverranno da quelle cessioni da quelle vendite a quegli altri livelli. Quindi il ragionamento è un po' questo, ma ha fatto questo ragionamento. Naturalmente io non posso oggi sostenere con un voto contrario, da astensione o uscendo dall' Aula che quel piano presenta dei limiti che non mi permettono la valutazione. La valutazione mi è, mi è permesso, mi è consentita, tant' è che io lamento il fatto che quei preti, quelle stime, siano molto superiori ai valori di mercato. Ho fatto l' esempio di 3000 metri di terreno agricolo valutato 30000 euro 30000 euro qui da noi dei terreni agricoli sui terreni non si realizzano neppure con la vendita di un ettaro in una condizione anche probabilmente logistica diversa. Quindi il mio voto è favorevole. L' invito che torno a rivolgere all' assessore è che questo piano naturalmente va rivisto, perché allora si porta a compimento un atto dell' Amministrazione, Piano di alienazioni preparare i beni immobili, per appunto l' alienazione.

Grazie Biondi.

Siamo alla votazione, non essendoci altri.

Ancarani, un attimo, perché?

Sì, allora mi segnalavano che è uscito uno scrutatore e quindi devo sostituirlo e viene nominato.

Alessandro.

Rivalta bene, procediamo allora alla votazione Ancarani.

Ascari, favorevole Bagnara, mi astengo.

Balestra avrebbero Bartolini, favorevole, bassi, favorevole, vedrei.

Favorevole Bentivogli, onorevole Biondi bricolage, anni.

Favorevoli Brunelli.

Astenuto.

Calderoni astenuto.

Catalano favorevoli.

Ceredi.

Costantini.

Drogheria favorevole.

Alle mani astenuto la Saponara.

Marchi astenuto.

Massa, astenuta, Minutillo non partecipa al voto, Morgagni astenuto.

Morra.

Favorevole con pignoli.

Portolani.

Prati?

Astenuta Rinieri, favorevole Rivalta Samorì favorevole.

Tassinari.

Favorevole.

Zanotti.

Zatini favorevole Zattoni.

Abbiamo 15 voti favorevoli, 8 astenuti.

15 voti favorevoli, 8 astenuti, nessun contrario, 2 non partecipano al voto, benissimo quindi anche l' oggetto 71 approvato passiamo a votare adesso l' immediata eseguibilità dello stesso.

Ancarani.

Ascari, favorevole Bagnara astenuto.

Balestra favorevole.

Bartolini, onorevole.

Bassi favorevole.

Dedej, dottor più favorevole, la interrompo un attimo perché mi dicono che è uscito anche Zattoni e quindi lo sostituiamo come scrutatore Zanotti, scusi lo sostituiamo con Morgagni.

Allora eravamo, vedrei favorevole, Bentivogli.

Onorevole Biondi.

Bricolage anni.

Favorevole.

Brunelli, astenuto, Calderoni, astenuto Catalano, onorevole.

Ceredi.

Costantini.

Favorevole drogheria, favorevole alle mani astenuto.

Lasaponara.

Barchi, astenuto.

Massa e Lucca Minutillo, Morgagni astenuto more favorevole con pignoli.

Portolani.

Prati astenuta Rinieri, favorevole Rivalta favorevole Samorì Tassinari favorevole.

Zanotti.

Zattini, favorevole Zattoni.

I voti favorevoli sono 16 astenuti, 8 nessun contrario, quindi non ha raggiunto il numero di voti sufficiente per essere dichiarata immediatamente eseguibile, quindi non è immediatamente eseguibile, anche se approvata bene, passiamo adesso all' oggetto 72,

Un attimo solo ecco, è la procedura di assegnazione in comodato di immobili di proprietà comunale, sito in via Paganelli numero 15, Approvazione, indirizzi, relatore, sempre l' Assessore Cicognani, anche questo l' abbiamo vista in Commissione, si tratta di.

Dare l' indirizzo di preparare un bando per.

A un bando per dare in comodato d' uso gratuito per trent' anni un immobile viva in PAC via in via Paganelli, che abbiamo ricevuto nel lontano 2003 da un leggo da un legato testamentario, dove obbliga il Comune a utilizzarlo per una certa per una certa finalità. quindi, in questa, in questa delibera diamo l' indirizzo agli uffici di preparare il bando pubblico destinato solo ed esclusivamente ovviamente, ah, ah, associazioni o enti del terzo e del terzo settore che proseguono finalità di carattere educativo, sociale, assistenziale, utile favorire l' aggregazione sul territorio,

Quindi si tratta di di dare l' indirizzo che vogliamo dare, un corso non legato che ci perviene dal 2003 e che il Comune di Forlì non ha mai dato adito, non ha mai perseguito, anche esponendo l' Ente ha, ha delle problematiche, dal mio punto di vista di di di danno erariale perché non avendolo utilizzato per i fini che erano stati,

Inseriti nel legato, siamo esposti al dovere primo,

Ritornare il l' immobile ai.

Agli eredi del de cuius e, dal mio punto di vista, secondo pagare dei danni perché loro non hanno potuto utilizzarlo per 18 anni, perché la tenuta, il Comune non però non utilizzandolo per le finalità per cui la ricevuto, grazie Assessore.

Interviene il consigliere Alemani sì, grazie Presidente, rispetto a questo atto di indirizzo abbiamo discusso in Commissione a questo punto prendendo atto, diciamo, della formula originale della delibera, noi siamo d' accordo favorevoli che l' indirizzo dell' immobile venga destinato 20 del terzo settore, quindi si promuova una bando di gara anche rispetto ai termini della gara stessa perché in questo caso consentirebbe poi a chi si candida nell' assumersi ovviamente l' impegno di una struttura come questa anche di poter come dire gestirla per un tempo tale da rientrare anche gli investimenti che dovrà evidentemente svolgere per sistemare l' immobile.

In questo senso, poi, credo di avere qualche diversa lettura rispetto alla procedura, all' effetto all' iter a cui siamo arrivati poi oggi, perché dalle premesse leggo comunque ci sono stati dei passaggi, anche amministrativi, nelle precedenti Giunte, eccetera, quindi, ad ogni modo, oggi ci troviamo proprietario di questo immobile, giustamente dobbiamo dare un indirizzo su cosa farne in questo senso appunto riteniamo che il fatto di.

Promuovere un bando di gara per affidarlo, se non erro con termine trentennale alla all' ente che vincerà il bando. Per noi è comunque un' ottima soluzione, perché risponde poi alle esigenze delegato. Chiaramente, poi, ci aspettiamo che chi dovesse ci aspettiamo una buona partecipazione anzitutto alla gara e poi che comunque vengano soddisfatte di fatto, le volontà di chi, con un atto di volontà e di generosità al momento dell' legato, ha deciso di donare questa struttura in primis al Comune, ma soprattutto in relazione a un obiettivo sociale, appunto, qual è quello di destinare.

La struttura a palestra per coloro che sono portatori di disabilità e quindi credo che atti di generosità di questo tipo effettivamente debbano essere promossi anche dalla nostra comunità e da questo Ente anche con maggiore celerità rispetto alla possibilità di rendere effettive le volontà di questa persona che credo tutti dovremmo ringraziare per il gesto di generosità che ha rivolto alla comunità, quindi anticipo anche su questo la dichiarazione di voto. Il Gruppo del Partito Democratico con indicheranno un voto favorevole di approvazione. Grazie grazie alle mani, non abbiamo altri interventi. Il dibattito è chiuso. Passiamo alla votazione.

Ancarani.

Ascari, favorevole Bagnara, amorevole Balestra, onorevole Bertolini, onorevole bassi, favorevole vedrei favorevoli, Bentivogli, onorevole Biondi.

Briccola ni, onorevole Brunelli, onorevole.

Calderoli, onorevole Catalano,

Ceredi, Costantini favorevole, 2 viaria favorevole alle mani favorevole Lasaponara favorevole Marchi amorevole Massa.

Onorevoli Minutillo favorevole, Morgagni favorevole Morra.

Favorevole con pignoli.

Portolani.

Prati?

Favorevole Rinieri favorevole Rivalta favorevole Samorì.

Tassinari, onorevole Zanotti.

Favorevole okay Zattini Zattoni, onorevole.

29 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, grazie, dottor Pini, quindi l' oggetto 72 è approvato, votiamo adesso l' immediata eseguibilità.

Ancarani, Ascheri, favorevole Bagnara favorevole Balestra.

Favorevole.

Bartolini, onorevole bassi, favorevole vedrei favorevole.

Bentivogli onorevole Biondi.

Bricolage, onorevole.

Brunelli favorevole, Calderoni, onorevole Catalano, Ceredi.

Costantini favorevole l' Ungheria.

Onorevole.

Le mani favorevole Saponara favorevole Marchi favorevole Massa,

Onorevole Minutillo favorevole, Morgagni favorevole Morra.

Favorevole.

Un pignoli.

Portolani, amorevole.

Prati?

Vigneri favorevole.

Rivalta favorevole, Samorì Tassinari, onorevole Zanotti.

Onorevole Frattini,

Dottor, Toni amorevole, 29 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, quindi è dichiarata immediatamente eseguibile.

Turbine.

Allora adesso passiamo a votare e dovremmo avere la pazienza del dottor Pini, perché passiamo a votare quattro verbali del Consiglio comunale, quindi il primo è l' oggetto 69 riguarda appunto l' approvazione del verbale della seduta consiliare del 21/06/2021 chiede di intervenire il Consigliere Calderoni,

Sì, Presidente, poiché i verbali sono quattro, cercherei di come dire, porre una questione che travalica i singoli verbali che riguarda le modalità di registrazione di trascrizione leggendoli sommariamente in quella, vedo che, come dire, avrebbero necessità di un lavoro di editing un po' che non è che il singolo Consigliere possa farlo perché, francamente, vengono poi pubblicati eletti così danno. Una impressione, diciamo, non ottimale, del dibattito che si svolge qui contengono molti errori di grammatica che siete io. Mi rendo conto. Apprezzo il fatto che siano messi in votazione tempestivamente. Questo è fondamentale, chiederei in via generale, se è possibile, ci saranno dei costi, non lo so, eccetera eccetera che, anziché la mera trascrizione e poco più.

Con degli errori dovuti anche al fatto che si parla da casa. Si parla con la mascherina, quindi è comprensibile. Tutto non è una critica mia,

Se fosse possibile fare un lavoro di editing che, in un qualche modo li renda più leggibili. Insomma grazie.

Viene già fatto un lavoro di editing non è molto facile perché, parlando molte volte, siamo meno precisi rispetto a quando si scrive poi parlando, come diceva giustamente anche lei consigliere Calderoni, mascherine, gente che parla in Aula, gente che parla da casa e quindi è un po' difficile proprio fare questa attività lo sanno bene i nostri uffici perché dopo la trascrizione intervengono facendo un ulteriore lavoro di scrematura, quindi penso che già il lavoro sia il meglio che si può fare.

Diamo con le votazioni.

Bene, allora cominciamo con l' oggetto numero 67 verbale seduta consiliare ventun giugno 2021 Ancarani astenuta.

Favorevole.

Sì, Ascheri favorevole Bagnara, devo votare, anche se non c' ero sì, effettivamente lei non ha giustamente motivo per potersi pronunciare perché non ne faceva parte, per cui diciamo che non partecipa al voto di diritto, ha ragione, non fattaci, certamente certamente non dovrei non dovevano neanche chiederglielo giustamente Balestra favorevole.

Bartolini, favorevole, vedrei scusi bassi, favorevole vedrei favorevole.

Bentivogli onorevole Biondi Briccola ni amorevole Brunelli astenuto.

Calderoni, onorevole.

Catalano, favorevole, Ceredi.

Costantini favorevole 2 viaria favorevole alle mani astenuto.

Lasaponara favorevole.

Marchi.

Favorevole.

Massa.

Minutillo favorevole.

Morgagni onorevole Morra favorevole Pompignoli.

Portolani.

Bratti.

Favorevole a loro portolani, favorevole prati.

Rinieri favorevole.

Rivalta, onorevole.

Samorì.

Tassinari.

Onorevole Zanotti, astenuto latini.

Gattoni, astenuto 22 voti favorevoli, 5 astenuti.

Benissimo tutto alpini, quindi è stato approvato il verbale della seduta consiliare del 21/06/2021, invito i Consiglieri in Aula a rispondere al microfono perché da casa non sentono cosa votiamo, allora passiamo adesso all' oggetto 68, che riguarda proprio il verbale dell' 08/07/2021 per l' approvazione 05/07 05/07, scusi.

Ancarani astenuta.

Ascari.

Favorevole.

Balestra, avrei avere.

Bartolini, favorevole, bassi, favorevole vedrei favorevole, Bentivogli.

Biondi favorevoli.

Bricolage.

Onorevole.

Brunelli.

Astenuto Calderoni favorevole Catalano favorevole Ceredi.

Costantini favorevole due viaria, onorevole Armani, astenuto Lasaponara favorevole Marchi favorevole, Massa astenuta.

Minutillo favorevole, Morgagni.

Favorevole.

Morra amorevole Pompignoli.

Portolani favorevole prati astenuta Rinieri, favorevole Rivalta, onorevole Samorì, Tassinari favorevole Zanotti.

Astenuto, rapini favorevole Zattoni, tenuto 22 voti favorevoli, 8 astenuti.

Grazie, dottor Pini, e quindi anche il verbale della seduta consiliare del 05/07/2021 è approvata passiamo adesso all' oggetto 69, che riguarda l' approvazione del verbale della seduta consiliare del 19/07/2021 Ancarani.

Astenuta Ascari.

Favorevole Balestra favorevole.

Bartolini, onorevole bassi, favorevole vedrei favorevole, Bentivogli.

Biondi amorevole, bricolage, anni.

Favorevole Brunelli, astenuto.

Calderoni.

Catalano, Ceredi.

Costantini, onorevole d' Ungheria, favorevole alle mani astenuto, Lasaponara favorevole Marchi favorevole, Massa, astenuta, Minutillo favorevole, Morgagni favorevole more.

Favorevole.

Pompignoli portolani,

Vuole prati astenuta.

Rinieri favorevole.

Rivalta favorevole, Samorì.

Tassinari, favorevole, Zanotti.

Astenuto Zattini, onorevole Zattoni, tenuto ventun voti favorevoli, 7 astenuti, grazie, dottor Pini, quindi approvato anche il verbale del 19/07, passiamo all' ultimo verbale, che è quello del 29/07/2021, e passiamo all' approvazione Ancarani.

Ascari, favorevole Bagnara scusi, niente Balestra favorevole.

Bartolini, onorevole bassi, favorevole vedrei favorevole.

Bentivogli Biondi.

BRIC Bertolani.

Onorevole Brunelli, astenuto calde Calderoni, non c'è.

Catalano agevole,

Ceredi, cos Costantini valevole.

Do viaria favorevole alle mani astenuto Lasaponara.

Favorevole Marchi.

Favorevole.

Massa.

Astenuta Minutillo favorevole Morgagni.

Favorevole.

Morra favorevole Pompignoli portolani.

Vorrei porle.

Io ho sentito prati astenuta.

Rinieri favorevole Rivalta, onorevole Samorì,

Tassinari favorevole.

Giannotti astenuto Zatini, onorevole Zattoni, tenuto ventun voti favorevoli, 6 astenuti,

Io ne ho sei, magari mi sono sbagliato, grazie, dottor Pini, e quindi anche il verbale del 29/07/2021, sempre del Consiglio comunale, ha approvato adesso passiamo alle mozioni.

Allora l' ordine del giorno ci sono tre mozioni, ma avevamo concordato con la Capigruppo di inserire in apertura la mozione che era stata elaborata dalla seconda Commissione 07/09. Erano tre commi 3 mozioni presentate prima dalla Lega, poi una dal consigliere Calderoni, poi una dal PD, insieme al consigliere Morgagni, che riguardavano la lo stesso argomento, sono state unificate durante un lavoro svolto in Terza Commissione, quindi passeremo a passo a parlare e ad approvare la mozione così come è venuta fuori da da questo lavoro importante che è stato fatto dalla Commissione. Terza, quindi è il caso Samanà bus mozione per una campagna di sensibilizzazione e per le iniziative da intraprendere nei confronti delle donne vittime della lesione dei loro diritti, a causa di fondamentalismi e per combattere le pratiche patriarcali che ne sono la causa.

Quindi è una mozione condivisa mi ha confermato il presidente Morra, che le ha distribuita già i giorni successivi a tutti i Consiglieri, non so se, visto che le tre mozioni erano state presentate da più gruppi, ma questa è una sintesi se,

Il Presidente della Commissione tre vuole intervenire per illustrarla, o quindi la invito eventualmente Morra,

Sì, buon pomeriggio a tutti, infatti avevo chiesto la parola in chat.

Visto che adesso non sto a rileggere la mozione perché l' abbiamo inviata per tempo, i Consiglieri senz' altro è un ho avuto modo di leggerla e poi perché già conoscevano le mozioni precedenti da cui resto derivata.

E sottolineo che, così come oggi viene proposta al Consiglio e la mozione che prende il via dal caso di Samanà bus,

È una mozione.

Che definirei forte perché, appunto prendendo spunto dalla condanna di un episodio,

Che ha dato un po' lo spunto, diciamo così, a queste emozioni vuole condannare in modo deciso ogni forma di violenza in modo deciso e forte ogni forma di violenza, e.

E violenza di genere e soprattutto contro le donne, per cui la definirei una mozione forte, poi la definirei una mozione che impegna il Sindaco e la Giunta, così come pure i Consiglieri e chiunque nella città ricopra un ruolo importante in questo settore.

A potenziare al massimo i servizi che si occupano appunto, di donne che hanno subìto violenza, in terzo luogo, per cui una condanna forte, un impegno, in terzo luogo, una mozione che vuole informare, lo vuole sensibilizzare la cittadinanza a partire dalle fasce più giovani, dalla scuola,

Dai ragazzi, vuole sensibilizzare e informare tutti i cittadini, siano essi italiani, siano essi di stranieri che risiedono nel nostro Comune, nella nostra città, al rispetto della persona e e specialmente quando questa persona è debole o in qualche modo fragile per le situazioni che si trova ad affrontare o per il genere che la contraddistingue. Ultimo elemento, vorrei sottolineare una mozione condivisa, una mozione che è frutto di un lavoro comune.

Che pazientemente è stato fatto in terza Commissione da tutte le componenti del Consiglio comunale da tutte le forze politiche del Consiglio comunale,

E nella convinzione che la condivisione è proprio alla base di quelli che sono i beni comuni e collettivi.

Sottolineo dunque lo sforzo comune che è stato fatto per rendere più forte rendere più incisiva, per rendere più chiara questa condanna e per.

Diciamo così vertere tutti sugli stessi obiettivi comuni,

Sottolinea infine che la nostra lista civica.

Ha sempre cercato di raggiungere su certi argomenti, su certi temi una condivisione per cui siamo ben lieti e con contenuti, diciamo così, soddisfatti come Gruppo politico di essere riciterà giungere ad un.

A quello che è più che un accordo, è proprio un' unione di punti di vista, anche diversi per quello che è un obiettivo importante, comune per tutti, grazie grazie,

Rena Morra.

Nessuno chiede di intervenire, abbiamo Morgagni, quindi prego Morgagni. Grazie Presidente, io non posso che unirmi a molte delle considerazioni della presidente Morra, nel senso che su una questione di questo genere, cioè partendo da un atto così brutale, feroce, tragico come quello che ha coinvolto Saman e parlando più in generale di violenza contro le donne era doveroso credo che tutti i cittadini si aspettassero che si trovasse una sintesi, una posizione comune è chiaro, non dobbiamo nasconderci che non è stato così facile. Si era partiti da una brutta discussione a seguito di quella famosa seduta della Commissione, pari opportunità si era arrivati in Consiglio con tre mozioni diverse, quindi c' era il rischio. Credo che si finisse per votare ognuno, la sua mozione e dare uno spettacolo che sarebbe stato inopportuno e avrebbe indebolito un messaggio che invece deve essere molto fermo.

Quindi credo che tutti insieme possiamo apprezzare il risultato che abbiamo raggiunto e tutte le forze politiche e tutti i Consiglieri, nella misura in cui si sono sforzati di trovare una posizione comune, abbiano fatto un atto,

Positivo e meritorio. Vorrei sottolineare anche il fatto che, una volta tanto, non è una di quelle mozioni comuni a cui si arriva per rimozione, cioè togliamo tutte le cose che sono o possono essere controverse e rimane l' osso su cui non ci sono delle divisioni, ma è una mozione nella quale con fatica e con impegno, però, si è cercato di fare un passo avanti e di scrivere un testo in cui si dicevano molte cose in un modo che rispettasse tutte le sensibilità e ci mettesse insieme. Io vorrei toccare brevemente alcuni punti di questa mozione che mi sembrano significativi. Il primo è il fatto che si tratta di una mozione molto ferma, molto forte ha detto la presidente Morra giustamente, quindi una mozione che condanna con grande severità e durezza, come è giusto e doveroso sia questo terribile atto criminale sia, più in generale, una pratica barbarica e feroce come quella del matrimonio forzato, e lo fa senza timidezze, senza quelli che io avevo chiamato malintesi idee di relativismo culturale rispetto a un tema come questo, su cui appunto, invece, bisogna essere fermi e severi, condannando tutti gli elementi culturali, le pratiche tradizionali, i costumi che conducono a questi fatti e d' altra parte, però lo si fa evitando di prendere di mira accusare per intero un popolo, un gruppo, una comunità, quindi un una mozione che non ha paura di entrare nel merito di quello che è successo e di condannare le radici di questo fatto. Orribile, però anche una mozione che è capace di inserire l' elemento specifico dei matrimoni forzati e violenze familiari.

All' interno di una riflessione più generale sul tema delle violenze di genere, quindi, mettendoci all' interno di quello che è lo spirito e la lettera, direi anche della Convenzione di Istanbul, quindi del testo fondamentale che norma e organizza e muove il modo con cui le istituzioni e tutti noi si misurano con la violenza di genere, quindi molto importante anche questo secondo passaggio. Terzo passaggio, il fatto che sia stato ribadito che contro questa terribile tragedia, questo fenomeno odioso e mostruoso, che purtroppo coinvolge tutte le comunità e di cui nessuno può dirsi immune, si postula un impegno rafforzato e che sia in collaborazione con tutti i livelli istituzionali e si avvalga di tutte le leggi che ci sono da quella della Regione Emilia Romagna del 2014 al codice rosso. Quindi due.

Leggi, una regionale e una nazionale provenienti da diverse parti politiche, con le quali però il Comune di Forlì si misura e collabora, e quindi, da ultimo ultimo elemento, secondo me è da rimarcare in termini positivi e il dispositivo conclusivo un dispositivo conclusivo che insiste fortemente, anche in questo caso, direi, rifacendosi allo spirito della Convenzione di Istanbul sul tema della formazione, dell' informazione e della sensibilizzazione, che le Istituzioni devono portare avanti in collaborazione con le associazioni in collaborazione con i cittadini, con i centri di aiuto alle donne con tutti gli attori.

Che intervengono in queste situazioni, da una parte per dire con forza che ogni percorso di integrazione deve avere alla base il rispetto della Costituzione e quindi delle leggi fondamentali dei diritti dell' uomo e dall' altra parte, che è necessaria un' azione più decisa che investa la società, la nostra società, quindi tutti noi, per combattere le violenze di genere e discriminazioni. E quindi che si concluda questo testo dicendo che è importante implementare ulteriormente anche le risorse che vengono investite in questa direzione per rafforzare il sistema di presa in carico delle donne delle vittime, per sottrarle quanto prima a ogni minaccia alla loro integrità fisica e psicologica e anche per preparare e facilitare un percorso che permetta loro di superare questo terribile trauma e di reinserirsi lasciandoci alle spalle questa esperienza drammatica. Credo sia la conclusione più giusta per un lavoro che, a mio avviso, è stato positivo e importante da cui usciamo tutti, credo, arricchiti dal confronto, dal dibattito e dal lavoro comune che abbiamo realizzato,

Grazie, consigliere Morgagni.

Nessun altro chiede di intervenire e quindi chiudiamo il dibattito e passiamo alla votazione, invito il dottor Pini a procedere con la votazione per appello nominale.

Ancarani.

Ascheri favorevole.

Bagnara lodevole.

Balestra.

Bartolini, onorevole bassi favorevole.

Vedrei favorevole.

Sevogli, onorevole,

Biondi.

Onorevole curricolari,

Brunelli, favorevole, Calderoni, onorevole Catalano, favorevole Ceredi.

Costantini favorevoli drogheria, onorevole alle mani favorevole Lasaponara, onorevole Marchi favorevole Massa.

Io.

Minutillo favorevole, Morgagni favorevole.

More.

Favorevole Pompignoli.

Portolani, amorevole prati.

Favorevole Vigneri favorevole Rivalta, onorevole.

Samorì Tassinari,

Favorevole Zanotti.

Zattini, cioè Zattoni, favorevole.

Sì, scusi Franca, Rame, posso unirmi alla votazione, certamente.

Con 28 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, grazie, dottor Pini, quindi la mozione caso Samanà bus, è approvata all' unanimità,

Passiamo adesso alla mozione successiva che ha oggetto numero 21. Il titolo è mozione sulla promozione del film, cosa dirà la gente presentata in data 05/07/2021 dal gruppo consiliare Fratelli d' Italia, Giorgia Meloni?

Interviene il consigliere Minutillo, grazie grazie, Presidente, intanto questa è la mozione che già si era discussa nell' altro Consiglio, che era iniziato a discutere e poi si era deciso di rinviare comunque, riassumendo nuovamente la nostra mozione è una mozione che è volta, se si scusi, scusi Consiglieri, Minutillo al tono di voce un po' bassa, non troppo. La mascherina che non è difficoltoso parlare praticamente la nostra mozione vuole semplicemente sensibilizzare le generazioni di di giovani che provengono da famiglie islamiche, in particolare le ragazze e le donne, e che possono in qualche modo essere a possono essere tutelate dal nostro ordinamento e possono comunque fidarci di quelli che possono essere. Gli uffici comunali possono fidarsi di quelli che possono essere lì e autorità al né le autorità delle forze dell' ordine e possono quindi chiedere un aiuto qualora ci fossero delle violenze legate all' integralismo islamico, che possono in qualche modo segregare determinate figure femminili. Ecco, questo qui è un molte ragazze, e purtroppo questo film racconta l' esperienza di una ragazza islamica nata e cresciuta in Norvegia. Mi auguro che tutti voi siate andati a vedere questo film, perché secondo me è bellissimo e si può trovare ovunque. racconta la propria esperienza di come la propria famiglia ha cercato di segregare ala all' interno dell' abitazione familiare i dividerla, perché lei voleva comunque vivere una vita occidentale e avviare in qualche modo portare avanti in qualche modo una relazione con un ragazzo norvegese. Ecco, questo qui gli è stato impedito e nonostante i suoi reiterati tentativi, non è stata anche l' intervento dei servizi sociali.

Del Comune, che sono proprio i servizi sociali preposti all' interno dei Paesi nordici proprio specifiche per queste pratiche di.

Violenza di integralismo islamico tra famiglia e figli. Quindi c'è una sorta di mediatore, nonostante l' intervento dei mediatori, e sono riusciti i familiari da Pescara e la ragazza e poi a portarla in Pakistan, Paese che lei non aveva mai visto, dove non era nata per cercarli di infondergli una una cultura integralista ma integralista islamica e quindi a sposare in tutto e per tutto i valori anche di accettare in qualche modo i valori anche di segregazione della donna stessa, con lesione dei propri diritti, quindi.

Questo ecco, è un film che secondo noi può essere molto utile. Può essere di insegnamento a tutti i ragazzi delle scuole, anche magari.

E agli amici che possono anche andare a denunciare determinati delle situazioni, a non avere paura di raccontare e quelle che possono essere situazioni anche di pericolo. L' abbiam discusso proprio prima, il caso di Samanà bah di Saman ha in qualche modo ha certificato come ci sia proprio questo problema di questo anche conflitto culturale tra gli islamici che sono venuti in passato, quindi gli islamici di prima generazione e i figli di e quelli di seconda o terza generazione che invece vogliono integrarsi nella società occidentale e vivono questo conflitto, perché in alcune famiglie e in molti che c'è questo problema di conflittualità tra.

Le nuove generazioni che Van frequentano amici frequentano posti frequentano.

Ragazzi frequentano ragazze che normali come abbiamo vissuto, siamo cresciuti tutti noi e giustamente loro vogliono vivere come viviamo noi, rispettando quelli che sono anche i principi, principi costituzionali e anche i principi delle libertà individuali che sono sanciti all' interno alla base sanciti e alla base del nostro ordinamento. Quindi questa mozione è molto semplice. Mi auguro e spero che tutti voi la, la votiate,

E lascia, diciamo in qualche modo la massima libertà al Comune di poter gestire questa visione di questo film farà un cineforum esplicativo nelle scuole si può organizzare anche un cineforum in un teatro, invitando determinati classi che vogliono aderire determinati istituti scolastici senza nessun obbligo. è una pratica che è stata fatta anche in altri Comuni dell' Emilia Romagna anche a quello di Reggio Emilia, ma anche il Comune di Bologna è proprio stato STI stilato un elenco e all' interno dell' elenco dei film che sono proprio consigliati per le scuole e quindi il Comune può consigliare, diciamo, la visione di questo film e farebbe, diciamo, un inizierebbe in qualche modo a dare una testimonianza, appunto la testimonianza di ri gli Ramak, una ragazza pachistana che ha provato sulla propria pelle questo grave disagio e che purtroppo è rimasta vittima del conflitto proprio familiare.

Grazie, consigliere, Minutillo.

Ah okay, non vedevo la richiesta di intervento da parte del Consigliere alle mani sì, grazie Presidente, noi ovviamente abbiamo preso atto della mozione come allegato all' ordine del giorno, in parte la discussione era già stata svolta, anche se non erro in Conferenza dei Capigruppo, insomma, c'è stato,

Un confronto sui punti di vista su questo documento,

Io faccio una premessa anche perché è indicato in delibera nell' impegno, quantomeno nella mozione nel richieste di impegno,

Una richiesta di impegno anche nei confronti della Commissione, pari opportunità rispetto a appunto la promozione di questo filmato.

Io faccio una premessa perché da due mesi oltre sappiamo tutti che la Commissione pari opportunità manca sia del suo Presidente sia del suo Vicepresidente, a seguito della comunicazione, prima delle dimissioni della collega Marchi e quindi della collega portolani, ora qui parliamo di un documento che tratta evidentemente dei temi delle pari opportunità, segnatamente ovviamente, temi di tutela dei diritti delle donne. è evidente che noi dobbiamo anzitutto dirci cosa vogliamo fare di questa Commissione pari opportunità perché, ad esempio, se vogliamo fare un lavoro che abbiamo fatto sulla mozione Saman, noi siamo disponibili, cioè la formulazione del testo che abbiamo ricevuto secondo noi, così come formulata, non è condivisibile i presupposti ovviamente sì, perché ci mancherebbe altro. I diritti delle donne sono tutelati costituzionalmente. Vanno garantiti.

In quanto parte della tutela dei di parte della tutela della dignità dell' uomo, punto uomo ovviamente inteso nel senso del genere complessivo, ovviamente non del maschio e la femmina. Quindi, dal nostro punto di vista, ad esempio, questa mozione potrebbe per perfettamente rientrare come primo punto all' ordine del giorno di una Commissione pari opportunità, ma appunto per poter fare questo sarebbe il caso che venissero a questo punto rinnovate le cariche che sono deputate all' organizzazione di questa Commissione. Quindi io credo che anzitutto l' invito che faccio a lei, Presidente, perché ovviamente nel momento in cui mancano entrambi i referenti della Commissione, comunque il Presidente del Consiglio è il soggetto deputato alla vigilanza e al coordinamento dei lavori delle Commissioni preposte venga indicato a breve, anche insieme ai colleghi Capigruppo, quello che dovrà essere il prossimo passaggio in Commissione pari opportunità, perché altrimenti questa Commissione che ha preso corpo all' inizio dell' anno dopo sei mesi ci vede già ovviamente bloccati interrotti in questo stallo sui nomi, ribadisco appena sciolto questo stallo sui nomi che confido. Insomma, anche la maggioranza sappia risolvere, visto che, insomma nome, immagino vorranno indicare loro uno degli argomenti che noi riteniamo debba essere portata all' attenzione della Commissione. è questa mozione, ribadisco, nei presupposti siamo perfettamente d' accordo, non non c'è nulla che non riteniamo di condividere la formulazione però del documento. Purtroppo non ci può trovare concordi, soprattutto in alcuni passaggi del testo. Peraltro, poi, se volessimo fare un lavoro serio a questo punto, abbiamo approvato una mozione in Consiglio comunale sul caso Saman e caso Saman, per dire l' insieme delle fattispecie che noi vogliamo censurare una volta ancora di più con una mozione approvata in Consiglio comunale all' unanimità. Peraltro, con questa mozione torniamo di fatto sullo stesso problema, cioè ci diciamo che all' interno delle comunità islamiche riteniamo ci sia un problema da affrontare, e cioè quello di tutelare i diritti delle donne. Benissimo, allora facciamo che questo sia veramente un argomento su cui lavora seriamente la Commissione. Pari opportunità se, questo è uno degli indirizzi che si vuole dare questo consiglio comunale, quindi ritengo che in via preliminare possa essere valutata questa nostra proposta di rinviare l' argomento in Commissione pari opportunità, ovviamente, una volta sciolto questo dilemma, su appunto i nomi che saranno poi chiamati a coordinare i lavori della Commissione stessa, ma ribadisco sui presupposti di questa mozione, come c' eravamo sul discorso Saman e abbiamo votato a favore facendo un lavoro serio, però serio, ci siamo anche questa volta. Grazie.

Grazie, Consigliere alle mani, Presidente posso intervenire, interviene il consigliere Brunelli, sì, riguardo quello che dovesse le mani ha parlato di marchi, Vicepresidente, probabilmente si è sbagliato perché si.

Sì, sì, sì, sì, sì, per questo.

Si precisava Brunelli che non Arcuri non è più vicepresidente, ma era stato nominato lo stesso Brunelli, Vicepresidente della Commissione pari opportunità.

Però ancora con gli Uffici non era chiaro se decreto, invito però a non parlare in aula così perché da casa non seguono la discussione e poi non è che possiamo fare un botta e risposta,

Allora era solo questa cosa qui uno.

Grazie.

Sì, questo.

Menu.

Chiedevo Minutillo se era loro intenzione continuare quindi con il dibattito, eventualmente rinviarlo in Commissione.

Chiedo chiedo Minutillo Minutillo perché ha fatto una domanda, una richiesta alle mani se intendeva spostare il dibattito della mozione ora sottoporla adesso al Consiglio direttamente come all' ordine del giorno.

Non lo so, io non so se volete avere un attimo per un confronto oppure.

Allora io faccio presente che durante l' ultimo Consiglio, quando si è iniziato a esaminare questa mozione, c' erano stati due emendamenti, uno di Bentivogli e uno di Morgagni adesso Bentivogli dice che l' emendamento può essere inserito nel testo di Morgagni.

Quindi chiedo chiedo se volete ritrarlo allora pre mi par di capire che abbiano unito i due emendamenti Lega e Forlin CO e hanno presentato un emendamento emendamento nominato Bentivogli Morgagni, in poche parole, quindi sì sostanzialmente a un ed è un emendamento Lega e Forlì elenco insieme quindi loro due sono i proponenti dell' emendamento e discuteranno il loro emendamento che congiuntamente hanno proposto ed è dal 2016 sospensione preside stato accorpato.

E io non posso discutere gli emendamenti degli altri formalmente, quindi lo presentano, lo discutiamo e poi voteremo,

Può intervenire anche così Margani?

Non può intervenire direttamente.

Ha bisogno di un attimo di volevo dire esatto, volevo dire che io l' ho avuta, adesso ho bisogno di guardarla un attimo, due minuti di sospensione, se si può esatto.

Cioè io sono timore che poi non rientriamo più e si allungano, molti tempi sono già le 18 e 20 e 20 18 e 19 scusate posso, allora le avete Veneto cinque minuti per me vuol dire che alle 18:25 18 e 30 rate si perdonati, però io gli emendamenti alla mozione sono pervenuti ai consiglieri sono pervenuti, i primi emendamenti erano già intervenuti quest' estate a. Credo che dare una gentilezza se potete rimandarli così, credo che siano sul tavolo in copia alle mani. Lei chiedeva, credo, che siano sul tavolo in copia. Grazie 1000 assoluto per i colleghi che sono da casa. Ecco.

Quindi mi raccomando puntuali perché alle 18:25 vi aspetto qui.

Scusate, ma noi da casa stiamo aspettando gli emendamenti e non abbiamo, ad esempio, abbiamo quello di fornire il comma, non quello della Lega, grazie, ho capito che l' avevano già mandati quest' estate Loretta adesso rimandano grazie, visto che li hanno prodotti li avete già li avete già avuti durante l' estate all' ultimo Consiglio adesso li stanno rimandando i.

L' unità Consiglio gli sta rimandando a tutti, poi c'è questo tentativo di unire le due cose da parte della della Lega che proponevo, un emendamento fuso, comprendendo entrambi gli emendamenti, quindi mi dispiace, dovrete aspettare un attimo, però.

Cinque minuti.

Allora chiedo al dottor PD di procedere con l' appello per ricominciare la seduta interrotta alle 18:20 su richiesta dei Capigruppo di.

PD e follia in coda per verificare la mozione, l' emendamento presentato da Morgagni emendato da.

Alber Bentivogli, quindi invito il dottor Pini a procedere con l' appello.

Ecco, chiedono chiaramente da casa di ricevere anche loro il testo, chiedo conferma agli uffici di averlo inviato a tutti, grazie Teodorani.

Ancarani.

Presente.

La mascherina esente.

Bagnara presente.

A destra.

Bartolini.

Bassi.

Assente vedrei presente Bentivogli.

Biondi Briccola, anni entra Brunelli, esente Calderoni, esente Catalano.

Assente Ceredi.

Assente Costantini gente Drogheria presente alle mani.

Presente Saponara, presente.

Marchi presente.

Massa.

Assente Minutillo, presente Morgagni presenta Morra.

Assente.

Cioè, amor, presente, Pompignoli.

Sì, portolani, presente.

Prati?

Assente presente okay, d' accordo Rinieri presente Rivalta.

Samorì.

Presente.

Tassinari, presente, Zanotti, esente.

Frattini, assente.

Gattoni, esente 28 presenti, 5, assenti, grazie, dottor PD, e quindi possiamo ricominciare i lavori, come avevamo detto, è stata presentata durante l' altro, l' ultimo Consiglio, erano state presentate due mozioni, una da Morgagni e una da Albert Bentivogli Bentivogli dice,

È poco fa, ci ha comunicato che era disponibile a inserire il testo del suo emendamento nell' emendamento di Morgagni e quindi di fare un emendamento unico alla mozione presentata dal Gruppo Forlì Fratelli d' Italia. Scusate, Fratelli d' Italia, Giorgia, vede, scusate, sono proprio vi devo rispettare, si vede che per me eravamo andati Giorgia Meloni diventava un altro gruppo ed eravamo a posto.

Va bene, quindi Fratelli d' Italia, Giorgia Meloni,

Stanno ridendo i colleghi consiglieri di Fratelli d' Italia, Giorgia Meloni presenti in Aula, mi si sta quindi io non so che se questo emendamento, che riunisce i due emendamenti, deve essere ripresentato da Bentivogli o da organi, chiede comunque di intervenire. Bentivogli, grazie, Presidente, ma no, è semplice semplicemente per spiegare e la ratio di questa decisione di inserirmi nell' emendamento del consigliere Morgagni e perché l' emendamento del consigliere Morgagni, che sostanziosa come contenuto, va praticamente a inserirsi a sostituire per intero tutta la seconda parte della mozione originale presentata da Minutillo.

Quindi, visto che il mio emendamento si inseriva proprio in quella parte finale,

È secondo noi era logico che, invece di andare poi a spiegare dove l' emendamento della Lega doveva essere inserito nel testo modificato dall' emendamento presentato da Morgagni, a quel punto, per fare una sintesi più veloce, quindi non per una questione di di matrimoni strani o di fidanzamenti,

Era secondo noi più giusto inserire l' emendamento della Lega nella parte finale emendata della dell' emendamento del del Consigliere Morgagni. Grazie Bentivogli. Chiede di intervenire il Consigliere Morgagni no, ma una precisazione nel senso. Prima ho avuto un piccolo morso di ilarità perché c' era stata la concordanza con il Capogruppo Pompignoli in Commissione e poi adesso l' emendamento Morgagni Bentivogli, e quindi questa coincidenza suscitava un po' di ilarità. Ma tornando al merito, io credo che si sia trovata la soluzione giusta e secondo me, se i presentatori della mozione recepiscono loro direttamente il testo rivisto come proposto insieme al collega Bentivogli, forse possiamo metterlo al voto direttamente. Così allora chiedo ai colleghi del gruppo che ha presentato la mozione se gli va bene, questa proposta.

Si.

Presidente giusto Lasaponara, sì, grazie giusto per chiarire, per noi va bene, noi l' accogliamo, come ci siamo già detti poco fa. Inseriamo anche l' emendamento del collega della Lega, così che riusciamo a fare questo lavoro che si sarebbe dovuto fare in Commissione. Sufyan abbiamo fatto qua, siamo stati convergenti inclusivi, quindi penso che possiamo tranquillamente votare tutti quanti questa questa mozione in serenità. Grazie grazie. Consigliere Lasaponara quindi interviene. Il Consigliere Alemani ah scusi. Grazie Presidente giusto per segnalare che, effettivamente, l' emendamento del collega Morgagni è stato presentato a luglio e di questo non non mi ero avveduto rispetto alla all' ordine del giorno di questo di questo lunedì. Chiaramente, alla luce delle modifiche che il presentatore della mozione hanno accolto, a questo punto vengono superate nella sostanza le questioni che noi avremmo voluto porre in Commissione pari opportunità. Chiaramente, però, annuncio già che a questo punto riteniamo che la Commissione pari opportunità debba essere convocata quanto prima, perché non possiamo pensare di avere una Commissione ferma di avere una Commissione ferma. Peraltro, il collega Brunelli ha giustamente ricordato che egli in realtà è vicario della Presidenza, quindi è egli che ne fa le veci in assenza del Presidente, quindi possiamo tranquillamente procedere ai lavori in Commissione. Pari opportunità a questo punto, considerato peraltro che l' argomento di questo pomeriggio era a cavallo del periodo estivo e quindi è rimasto mettiamola così un po' monco riterrà e comunque opportuno che, in prospettiva, le questioni della pari opportunità, prima che vengano affrontate in Consiglio, passino dalla deputata commissione e che anzitutto nella prossima Commissione pari opportunità, vista la mozione che oggi approviamo, presenti anche, eventualmente, una proposta sulla mozione che è stata così modificata dai colleghi, in modo tale che abbia un' efficacia più concreta ed effettivamente si dia seguito anche all' impegno di.

Consultare la Commissione Pari Opportunità in ausilio all' attività di promozione del filmato in questione. Quindi, chiaramente noi a questo punto esprimo già in sede in questa occasione la dichiarazione di voto. Il nostro sarà un voto favorevole. Ovviamente, fatte tutte le premesse che ho fatto ora, grazie.

Grazie Consigliere alle mani, chiede di intervenire. Il Consigliere Biondi.

Che tutti, circuito internazionale delle televisioni, che mi vede senza mascherina, potrebbe comunicarlo, speranza il quale potrebbe prendere dei provvedimenti.

No, i, naturalmente la la, la posizione espressa un attimo fa dal Consigliere Alemani mi mi consente di capire meglio.

Come possiamo procedere con i lavori su questa mozione perché naturalmente non era accettabile la la la prima formulazione dell' intervento di Alemanno?

Il quale diceva che questa mozione non poteva essere discusso in questa sede perché, mancando la Commissione, pari opportunità non avrebbe avuto senso e andava appunto rinviata alla stessa, che va convocata al più presto, e quindi conteneva al suo intervento anche una sollecitazione all' Amministrazione perché si rimettesse in moto e fosse convocata appunto,

Quella formulazione non ho bisogno di dirlo, perché il compagno alle mani lo sa bene lo sa meglio di me era chiaramente strumentale dice guardate qui, si è dimessa la Presidente che avete indicato voi come maggioranza, oggi siamo in una fase di stallo nella quale non si capisce bene come si procederà.

Tranquillizzo, il Consigliere alle mani che comunque si procederà, quindi diceva le mani, questa cosa la posticipiamo, la spostiamo al momento in cui potremmo discutere anche all' interno della noi andremo avanti anche con la Commissione pari opportunità, se non altro perché siamo anche un po' scaramantici abbiamo visto che se non si fa funzionare bene quella Commissione poi si perdono le elezioni come è successo nel mandato amministrativo precedente e quindi se non altro per scaramanzia ma anche perché riteniamo che sia alla fine tornando alla serietà con la quale affrontare sto problema,

Riteniamo che appunto si debba fare sia una Commissione che può svolgere un ruolo e una funzione importante anche all' interno della città, non solo di questo Consiglio. Torniamo quindi ad una considerazione diversa e mi pare che i promotori della mozione abbiano si siano resi disponibili per votare favorevolmente all' emendamento che è stato studiato e presentato ad unirsi all' unisono.

Da un accordo storico. Le.

Collega, e così ci scherziamo, che su questo un po' sopra le.

Beh, Forlì e con le auguriamo insomma quella parte della sinistra, quella che sta alla sinistra del Pd reso va bene così.

Sì, adesso c'è Calderoni che mi dice, ma non è difficile stare la sinistra del PD.

Alla destra, la terrorista, bene bene, quindi noi abbiamo un gruppo con due componenti di cui uno stallo a sinistra o altro stava destra, credo che voi rappresentiate quasi l' arco costituzionale o comunque un bel pluralismo.

Va bene, detto questo, quindi il voto è favorevole e io credo che facciamo bene ad esprimere appunto un voto favorevole perché questa mozione cioè la proposta contenuta in questa mozione, io credo possa dare un contributo a quello che per noi deve essere un obiettivo che abbiamo visto, fra l' altro.

Essere importante proprio per le situazioni anche nuove. Adesso io non voglio introdurre elementi, l' ho detto anche in Commissione ciò che è avvenuto, che sta avvenendo in Afghanistan a oggi, facendo ricadere la condizione di civiltà e delle donne a vent' anni fa come per incanto, frutto naturalmente di errori strategici nella anche se io non attribuisco poi particolari responsabilità neppure a coloro che dopo vent' anni hanno ritenuto di uscire da una situazione che purtroppo non modificava nella sua strada perché difficile da da cambiare e da migliorare sul piano democratico e culturale. Quindi questa va bene, va votata e naturalmente il Gruppo di Forza Italia lavoro, grazie, Biondi.

Chiede di intervenire Minutillo, grazie Presidente, ma per concludere credo che questo sarà l' intervento conclusivo, intanto, sono molto contento che comunque il Consiglio abbia recepito la nostra proposta e ci sia stata comunque alcun confronto che ha cercato di raggiungere lo scopo il risultato che come Gruppo che oramai ci eravamo preposti ovvero quello comunque di sensibilizzare le nuove generazioni e comunque anche quello che è di cercare di.

Di tutelare le vittime di violenza, di violenze perpetrate anche da questioni anche religiose, da questioni diciamo, di fondamentalismo islamico, quindi su questo credo che il risultato lo abbiamo raggiunto e che abbiamo fatto un grande lavoro. Ecco, mi dispiace che il Consigliere alle mani io capisco che lui deve fare opposizione e quindi cerca in qualche modo sempre di.

Di trovare un appiglio per fare della polemica. Io sono perfettamente d' accordo che la Commissione debba trovare un nuovo Presidente, debba trovare un nuovo Vicepresidente che debba di nuovo tornare a lavorare, che debba di nuovo tornare a riunirsi che debba affrontare le problematiche che sono fondamentali per il nostro territorio, però da qui a dire e continuare ad attaccare con la manfrina che la Commissione non ha lavorato, che la Commissione non ha fatto niente, non è così. La Commissione, gestita dalla precedente portolani, ha fatto un grande lavoro, ha riattivato una Commissione che negli anni è stata in qualche modo era stata chiusa in un cassetto e sapeva anche di polvere, perché quando siamo andati a rispolverare la abbiamo visto che non era stato fatto niente e purtroppo questo io l' ho vissuto sulla mia pelle e lo posso testimoniare che è stato così.

Quindi io non capisco sempre questo strumentalizzare sempre questo attaccare sempre a cercare di volere e trovare lo scorso. La Presidente si è dimessa per problemi suoi personali, per sue problematiche e quindi ritengo che ecco questo discorso sia un discorso superato, anche perché quando ci è stato chiesto ed è stato chiesto di lavorare all' interno della Commissione, insomma, ci sono state sempre degli steccati, delle barricate, anche ideologiche, anche non so da che cosa sono fossero animate e francamente non l' ho ancora capito. Francamente non me ne frega niente, va bene, io credo che, al di là di questi formalismi, Forlì debba essere un esempio per le pari opportunità di tutela delle persone più deboli, di tutela dell' esigibilità, di tutela delle donne che vengono maltrattate per questioni religiose, per questioni di di violenza, di qualsiasi tipo, e penso che noi dobbiamo lavorare su questi su queste tematiche. Tutto il resto sono teatrini della politica a cui alla gente e ai cittadini forlivesi non gli interessa e non gliene frega niente. Oggi abbiamo portato a casa un risultato importante e dobbiamo concentrarci su questo.

Quindi, ecco, questo è il metodo e il modo di lavorare che noi vogliamo che questo Consiglio si dia, perché il Consiglio comunale è l' organo rappresentativo della città e l' organo che deve dare anche un esempio è l' organo che deve dare anche un indirizzo poi, per carità, ogni forza politica, ogni gruppo alle sue sfumature ha le sue caratteristiche. Ci mancherebbe che non ci fossero le le differenze e che fossimo tutti uguali. La diversità può essere un arricchimento per tutti e può essere un arricchimento per la nostra città, però chiaramente questo è il modo che ci piace e mi auguro che ci si concentri sui temi e meno sulle polemiche, perché la gente delle polemiche di questo Consiglio è stanca grazie e buon voto a tutti per questa mozione.

Grazie Minutillo, interviene adesso Bartolini,

Proprio 10 secondi, perché è inutile star lì a fare tanti a pontificare perché qui non ci sono solo bar, bandiere, bandierine ma ma solo buonsenso, unitarietà, logica, sensibilità, un po' di concretezza per affrontare verso problematiche e tematiche importanti e delicate da fare con un intelligente divulgazione in collaborazione con gli istituti che già sono aperti a questi temi e direi lasciando da parte del delle polemiche perché,

Non ce n' è, non ce n' è proprio bisogno, andiamo sul concreto grazie.

Grazie, consigliere Bartolini, a questo punto mettiamo in votazione la mozione così come emendata con un emendamento unitario.

Morgagni Bentivogli e accolta dai proponenti Presidente sull' ordine dei lavori, prima bisognerà votare gli emendamenti e dopo voteremo sì, la emendare, però mi no scusi un attimo Minutillo se voi proponenti siete d' accordo ad accogliere la glie, l' emendamento si può passare direttamente alla votazione della mozione emendata se voi non siete d' accordo, facciamo due votazioni.

La mozione emendata già scritta ex-novo completamente esiste perché bisogna votare l' emendamento prima. sono abbastanza tranquilla di questo che si può votare le mozioni e così è stato distribuito il testo, Segretario, l' emendamento va votato o non va votato perché io, se, come ha detto il Presidente del Consiglio, esatto boh, se lei è d' accordo, se il gruppo proponente è d' accordo ad accogliere già l' emendamento a questo punto la mozione presentata è quella emendata, altrimenti si vota l' emendamento. Votiamo gli emendamenti, Presidente, votiamo l' emendamento presentato e poi dopo votiamo la mozione emendata esatto.

Facciamo due votazioni, allora votiamo l' emendamento presentato da Morgagni e in variato da Bentivogli.

No no, ma l' abbiamo sempre fatto, abbiamo, è inutile, che parlo occhiata, è sempre una cosa che viene fatta regolarmente e che se l' emendamento viene accolto dai relatori, si fa una votazione unica. Se volete farne due senatori, ne vogliono fare due e faremo due votazioni. Io non so cosa fare, sono le sette, pensavo potesse essere un' idea comunque utile avere un emendamento direttamente, ma passiamo a votare l' emendamento. Allora ve lo siete consapevoli di quello che è andato a votare come emendamento. Dobbiamo darne lettura che teoricamente Urbe anche darne lettura. Se vogliamo fare le cose perbene, qualcuno lo legge, sennò andiamo a votarlo, siete tranquilli, va bene.

Allora io faccio quello che mi chiedete di fare.

Il dottor PD passi a votare l' emendamento viene, votiamo l' emendamento Ancarani favorevole,

Ascheri favorevole.

Bagnara favorevole, Balestra Bartolini, favorevole bassi.

Beh, dei favorevole Bentivogli, favorevole Biondi bricolage, Ali amorevole Brunelli, onorevole Calderoni, onorevole Catalano, Ceredi.

Costantini, onorevole drogheria, favorevole alle mani.

Alle mani.

La Saponara favorevole.

Marchi favorevole.

Bus.

Minutillo favorevole.

Morgagni favorevole.

More favorevole, Pompignoli, onorevole.

Portolani.

Favorevole.

Prati?

Rinieri amorevole.

Rivalta favorevole.

Samorì.

Favorevoli.

Tassinari, amorevole.

Valotti favorevole.

Bottini, non c'è d' Antoni amorevole, faccio notare che i 26 voti favorevoli, comunque la seconda votazione di per sé non avrebbe molto senso perché non si potrebbe approvare la seconda parte, e non la prima, perché la seconda si inserisce in un testo complessivo. Comunque adesso rifacciamo un' altra votazione. La votazione anche del testo della mozione è così come emendato. Grazie, dottor Pinto. Mentre ci sarebbero praticamente due voti che si contraddicono. Uno con l' altro chiede di intervenire sull' ordine dei lavori, su che cosa Biondi, o semplicemente perché volevo sapere chi non ha partecipato al voto, perché ha visto.

Prego il Principato, il Consigliere le mani solo scusi, abbiamo 26 26, gli altri non ci sono, sono assenti, ecco, se me lo può dire. Per favore, a glielo dico sono assenti, bassi, Catalano, Ceredi, Massa, prati Zattini, grazie 1000 Curicó, grazie, dottor Pini. Facciamo la votazione sul testo complessivo, Segretario però a questo punto, perché a me sembra veramente che procediamo con una farsa scusa. Scusi lei giustamente ha detto che noi andiamo ad approvare un emendamento che modifica un testo già riscritto con un altro emendamento, cioè perdonatemi, colleghi, ma se avevate già recepito le variazioni del testo, cosa ci stiamo votando? Robe comunque l' emendamento e poi votiamo il testo finale emendato, come sempre è stato fatto no, adesso vi interrompo io perché non mi piacciono questi discorsi parla uno e l' altro, risponde così io ri.

Per me era aveva un senso fare una mozione già emendata. I relatori hanno ritenuto di fare la doppia votazione. Passiamo alla doppia votazione, quindi passiamo a votare la mozione così come emendata. Viene Ancarani, onorevole,

Al-Askari, favorevole Bagnara favorevole Balestra.

Bartolini bassi.

Questa è la votazione sul testo complessivo risultante dalla prima parte della seconda prima avete votato la modifica alla seconda parte, adesso bisogna votare l' emendamento nel suo complesso, così e il relatore hanno deciso di nuova mozione emendata non votare, fare un' unica votazione rappresentata loro per cui ormai andiamo avanti così dunque bassi assente per cui adesso abbiamo B-day.

Favorevole Bentivogli, onorevole Biondi,

Pericolanti.

Carnevale Brunelli, vorrei vuole Calderoni, onorevole Catalano, Ceredi, Costantini favorevole Drogheria favorevole alle mani favorevole.

Lasaponara favorevole Marchi favorevole Massa.

Minutillo favorevole, Morgagni, favorevole, more amorevole Pompignoli.

Prat portolani, favorevole.

Bratti.

Rinieri, favorevole Rivalta, amorevole, Samorì.

Tassinari.

Favorevoli Zanotti,

Favorevoli Zattini, assente Gattoni, favorevoli, 26 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, grazie, dottor pini, quindi la l' oggetto 21 relativo alla mozione della promozione del film, cosa dirà la gente emendato da Morgagni Bentivogli è approvato all' unanimità, a questo punto c'è l' oggetto 25 mozione per l' istituzione del Garante della terza età.

Presentato da Biondi in data 27/07.

Andare a casa.

Presidente, scusi, chiede di intervenire il consigliere Pompignoli.

Ecco, su questa mozione, Presidente, io chiederei al presentatore di rinviarla alla prossima al prossimo Consiglio in ragione del fatto che, insomma, è una mozione sicuramente importante, sicuramente che riveste un tema su cui noi dobbiamo fare una sintesi rispetto al Garante per per la terza età.

Però ci dobbiamo ancora un po' lavorare su questo su questo tema, quindi chiederei al presentatore di rinviarla al prossimo Consiglio, quello successivo, insomma, fino a quando non riusciamo a trovare un attimo anche con il la Giunta comunale, una sorta di indirizzo da da prendere, grazie, grazie Pompignoli, quindi io non posso che chiedere,

More Morgagni, allora noi non è che, come posso dire, non è che possiamo impedire al presentatore di rinviarla in Consiglio, però con questo ragionamento qui la cosa più logica sarebbe rinviarlo in Commissione, non in Consiglio che non gli approfondimenti in che sede si fanno voglio dire il Consiglio potrà essere coinvolto.

Poi abbiamo scusa Lauro, l' al tema che poni è giusto e importante.

È utile, però è un tema complesso che può avere molte sfaccettature. Ci sono anche 100000 associazioni di anziani che si occupano di anziani. Secondo me, in Commissione sarebbe utile anche coinvolgerle, se noi facciamo una cosa di questo tipo, quindi sei tu il proponente però un passaggio in Commissione dove ci si confronta con l' Amministrazione, con gli uffici e si sente anche il parere delle associazioni sarebbe utile anche dal punto di vista conoscitivo e poi si riporta qui, in Commissione o in Consiglio, un testo che non vedo perché non dovrebbe essere recepito. Ecco.

Grazie Morgagni. Interviene Zanotti, poi più rapidamente, anch' io rispetto a quello che ha detto il consigliere Pompignoli, con riferimento alla mozione presentata dal Consigliere. Biondi sì, nel senso che facciamo un po' di chiarezza, che se la questione è una dinamica interna alla maggioranza del rapporto tra Giunta e Consigliere proponente consigliere di maggioranza e un conto, io chiedo che questo spunto e auspico che il Consigliere Biondi lo condivida debba essere inteso come una sollecitazione a tutto il Consiglio comunale affinché riesamini questo testo nelle sedi competenti che le Commissioni, coinvolgendo anche, come giustamente ha detto il Consigliere Morgagni, le le i vari soggetti che, relativamente ai temi che la mozione tocca operano nel contesto cittadino, quindi mi sembra un po' riduttivo dire, rinviamolo, perché con la Giunta ancora ci stiamo lavorando e gli direi, rinviamoli. Lo discutiamo in Commissione perché è un tema di importanza tale da pretendere un dibattito ampio che sarebbe il presupposto ideale per un consenso più ampio possibile. Grazie Zanotti. Interviene il Consigliere Biondi che il proponente.

No, non non è un fatto interno alla maggioranza, ma è un fatto che risale ad una iniziativa politica ancora maggiore perché su questa partita del Garante per gli anziani o terza età e categorie diversamente abili, perché nel testo di legge si è innescata una discussione a livello parlamentare con la presentazione di un disegno di legge che stanno discutendo in una Commissione che non mi ricordo se Affari Generali e quant altro Laricchia, io tanto vi dico la verità, perché dovrei nascondere di qualcosa la richiesta che mi è pervenuta dalla presentatrice, la, la, la dall' onorevole Rossello, avvocato Rossello, è questa guarda che già in tutta Italia stanno presentando a livelli regionali e comunali mozioni analoghe simili con caratteristiche diverse, perché, mentre per il livello nazionale e regionale sono previste figure di un certo tipo, anche impegnative sul piano delle risorse re che si rendono necessarie a livello comunale, SIN si dovrebbe individuare una figura che appunto interviene a supporto anche del lavoro delle amministrazioni delle associazioni. Essere una figura istituzionale che, a fronte di momenti di criticità che purtroppo si verificano a carico delle persone anziane o disabili. Appunto dovesse intervenire. è una roba di questo genere. Naturalmente voi chiedete un approfondimento, mi pare corretto. Io non avrei bisogno di approfondirlo, perché ho questo retroterra di conoscenza che mi deriva da da da da tale iniziativa che mi è stata trasferita. non ho nessun problema, anzi mi faccio carico in primo luogo di convocare o di chiedere al Presidente, per favore, di convocare una riunione dei Capigruppo per affrontarla meglio più nel merito e vedere di che cosa si tratta.

Grazie Biondi, chiede di intervenire il consigliere Calderoni, sì, io esplicito subito le due ragioni di consenso, con la mozione del Consigliere Biondi e poi una postilla e in cauda venenum, quindi allora due ragioni di consenso sono uno che non posso che essere favorevole a un garante per la terzietà essendo io pienamente nella perfetta e quindi,

Va bene,

La seconda ragione che sono in generale favorevole a tutti gli istituti imparziali tesi di garanzia, tant' è che circa un mese fa ho presentato una proposta di delibera che sta facendo il suo iter per il convenzionamento del Comune col Difensore civico regionale e poi la vedremo, quindi sono favorevole. Il motivo di un rinvio, non solo in sede di Capigruppo, mi consente il consigliere di Biondi, ma in terzo Commissione è perché ci sono alcuni aspetti tecnici Consiglieri, dobbiamo di ha infatti parlato di un disegno di legge nazionale. Ce ne sono altri ai Consigli regionali, perché gli istituti di garanzia, vere reali eccetera, devono avere un supporto normativo forte. E allora la Commissione dovrebbe servire anche approfondire gli aspetti tecnici, cioè come è concepibile un istituto di garanzia solo a livello comunale in assenza di una normativa regionale o statale. Quindi c'è anche questo aspetto tecnico, delicato da approfondire, per cui riterrei che il rinvio in Terza Commissione sarebbe la sede più opportuna.

Grazie Calderoni, notate l' attenzione sul problema da parte di Calderoni Biondi della sottoscrive, quando solo prego Biondi allora io confermo la necessità di vederci come Capigruppo se il Consigliere Morgagni me lo consente, perché naturalmente non mi vogliono inserire né.

Ah arrogarmi dei diritti che non ho in quella riunione, proprio perché, oltre che terza età, lo considero anche un tecnico, vorrei invitare il dottor Calderoni perché credo ci possa aiutare in questo senso, dal punto di vista tecnico, giuridico,

Perfetto, grazie Biondi, interviene alle mani.

No, no, collega, Biondi, non sono perché si faccia le cose in Capigruppo, sono perché si faccia le cose in Commissione, cioè la collega Morra che si occupa la Commissione Terza, ritengo che quella sia la sede più opportuna, ma glielo dico subito Consigliere Biondi per me è la sede più opportuna la Commissione tre,

No, Consigliere, Biondi, se vuole intervenire, chiede di intervenire e le do la parola, ma così diventa un discorso al microfono spento, ma stavo discorrendo più che intervenendo dicendo al mio amico giovane alle mani che, siccome dalla vita non si può avere tutto, io dico che possiamo arrivare anche a tre Commissioni. Il primo passaggio ha piacere di farlo, però, come presentatore della mozione in sede di Capigruppo, perché voglio rendervi edotti del disegno di legge farvi comprendere alcune cose, poi vediamo i limiti che eventualmente possiamo superare solo in Commissione, cosa che io non credo, ma se si verificherà questo, io non sono un paracarro. Grazie quindi, se ho ben capito Consigliere Biondi, ritira la mozione chiedendo però alla Capigruppo di fare una preanalisi, in modo da delibere decidere se fare un percorso tramite la terza Commissione o altri percorsi. Quindi passiamo alla mozione successiva, che ha come oggetto il numero 26 e si è il titolo mozione profughi afgani. La mozione è stata presentata sempre dal gruppo consiliare Fratelli d' Italia, Giorgia Meloni in data 24/08. Invito i consiglieri regionali illustrarla. Io ho visto anche, diciamo, l' orario, se tutti i Consiglieri sono d' accordo, possiamo anche rinviarla al prossimo Consiglio anche per una discussione più approfondita e anche magari più preziosa per tutti i partecipanti all' Assemblea.

Quindi, insomma, io propongo di di rinviarla se qualcuno insiste per discuterla oggi. Per carità, insomma, per me possiamo discuterla quando volete.

Grazie Consigliere, Minutillo, c'è però una intervento di Bentivogli con un emendamento alla mozione di cui dovremmo comunque prendere atto.

Prendiamo atto che c'è questo emendamento che risulta presentato oggi e poi, se siete tutti d' accordo, chiede di intervenire anche Zanon, una cosa sull' emendamento Bentivogli io solleciterò il Consigliere a riformularlo in termini meno oscuri perché oggettivamente, questo che ci è stato trasmesso a di difficile,

È di difficile comprensione questo emendamento, quindi l' invito alla prova per la completezza del dibattito, che venga questo emendamento riformulato, trasmesso in termini più più comprensibili, perché non si capisce se additivo soppressivo sostitutivo che è veramente una formulazione poco chiara o forse sono io che,

Ma qualche limite, però ecco allora perdonano perché stanno un po' sciogliendo. Le righe, però ha chiesto di intervenire il consigliere Pompignoli. Vi invito ad avere un attimo perché hanno chiesto di intervenire lui e poi anche Bentivogli. Cogliamo l' occasione, appunto per di questo rinvio per risistemare un po' la questione anche emendamenti. Grazie quindi non prendiamo atto della presentazione dell' emendamento proprio per poterlo formulare con più calma, eventualmente scusi, Presidente, poi avremo un emendamento Zanoni. Cinque studenti d' ogni siamo.

Prego chi deve intervenire marchi sempre su questa mozione, anche qui tutto largamente condivisibile, quello che chiede in questa mozione il preside i presentatori, però imperfetta questa mozione, cioè non c'è la parte finale, ma c'è l' impegno, l' impegno del che si chiede all' Amministrazione e al Sindaco va secondo me, riformulata, riscritta nella fase nella parte finale. Io non ho nulla da obiettare su tutte le cose che richiedete in questa in questa. In questa mozione però rivedetela un attimino perché dal mio punto di vista, andrebbe modificata allora io direi che, visto che dovevamo, dobbiamo trovarci con la Capigruppo per la mozione precedente. Eventualmente approfondiremo anche questi aspetti, quindi a questo punto la seduta,

Ultimata e chiudiamo il Consiglio Comunale alle 19:17. Grazie a tutti.

Grazie soprattutto allo staff che ci dà assistenza e al dottor Pini e a tutti i Consiglieri. Grazie.