FILTERS
Speakers
 
Order of the day
Advanced Search
Types of Searches
Without these words
DEFINE RANGE PERIOD
Order
CONTRACT
EXPAND
CLOSE
Logo Magnetofono
Introduction
This organization has made available to the public the transcription of our recordings. It is possible to view them in live streaming (with a little time delay) or fully on demand, with benefits for hearing impaired people. Here are the main features of our services:
Live streaming
How it works: click on “live videos” if live streaming is available, it is possible to view the live video streaming.
How it works: During the live streaming, every recording is enriched with comprehensive subtitles, with benefits for hearing impaired people. Click on “ON DEMAND”, select the preferred recording and click on the “play” button to start the playback.
Click on “CC”, at the bottom-right of the video, to enable/disable the subtitles.
Media library
How it works: In the “On demand” section it is possible to access to the archive of all recordings managed by this service.
For each recording, these features are available:
  • Comprehensive transcription of the recording;
  • (If set) the list of all the speakers in time order and the arguments of the agenda.

The media library is completely browsable.
Researchable archive
How it works: It is possible to perform various kinds of searches.

- Simple search:
  • Speaker: it is possible to select one or more speakers attending the recorded event (if speakers are indexed).
  • Agenda argument: it is possible to select only those recordings that have some specific argument treated.
  • Date or time span: This option allows selecting the recordings of events held in a specific date or during a specified time interval.

- Advanced search: it is possible to search single words, names, phrases, arguments treated during the recorded events and the result of the search will be a list of all those recordings in which the searched term has been treated. Then it is possible to listen to the recording in the precise instant where the searched words are pronounced.
Logo Magnetofono
FAQ - Domande frequenti
Sono sulla pagina del video, ora cosa posso fare?
Risposta
Come faccio a seguire il consiglio in diretta streaming?
Risposta
Posso seguire la diretta streaming con i sottotitoli?
Risposta
Ho selezionato un video da riprodurre, quali sono le opzioni a mia disposizione?
Risposta
Quali sono i comandi del riproduttore?
Risposta
Come faccio a seguire la differita sottotitolata tramite la scaletta?
Risposta
Come faccio a seguire la differita sottotitolata leggendo anche la trascrizione?
Risposta
Come faccio a attivare/disattivare i sottotitoli?
Risposta
Come faccio a cambiare il volume audio del riproduttore?
Risposta
Cosa posso ricercare?
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca per Oratori
Risposta
Voglio effettuare una ricerca per un oratore, ma non lo trovo nell’elenco degli oratori.
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca per Ordini del giorno
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca avanzata?
Risposta
Come faccio ad effettuare una ricerca per Periodo?
Risposta
Vorrei avere un esempio completo di una ricerca.
Risposta
Logo Magnetofono
Contact us
Phone
800 91 50 37
Email
ON TOP

C.c. Forlì del 27.09.2021, ore 15.30

DATE: Monday 27 September 2021 - 15:30
FILE TYPE: Video
Transcription
Revision

Vedrei.

Al momento assente.

Bentivoglio.

Biondi.

Biondi.

Biondi, è presente.

Briccola ni esente.

Brunelli, presente Calderoni, rete.

Catalano, presente, Ceredi presente.

Costantini.

Bulgaria.

Presente alle mani presente la Saponara presente.

Marchi, presidente.

Bassa presente.

Minutillo.

Inutile è presente.

Morgan esente.

Morra.

Perché Pompignoli 30?

Ortolani presente prati.

Presente.

Rinieri presente.

Rivalta.

Assente.

Samorì presente Tassinari esente Zanotti.

Assente Zatini, presente Zattoni.

Assente Consiglieri presenti e sono in numero di 27 gli assenti al momento sei.

Grazie, dottor Pini, quindi l' assemblea è riunita regolarmente, invito i nostri tecnici a.

Avviare il, l' inno d' Italia prima di tutto, però, devo nominare gli scrutatori, quindi Calderoni.

Rinieri e Costantini grazie.

Grazie a tutti invito i presenti in Aula a mantenere anche le distanze.

Quando sono seduti e a mantenere la mascherina.

Allora, prima di tutto devo fare due comunicazioni, una l' oggetto 18 e riguarda il bilancio di previsione 2021 2023 e variazione di bilancio, ex articolo 175, comma 5 bis e comma 5 quater del decreto legge due, sei, sette del 2000, come da delibera di Giunta comunale numero 287 dell' 08/09/1921.

La seconda comunicazione ha come oggetto il numero 20 20 ed è sempre articolo 175, comma 15 bis, lettera.

D del decreto legge del 2 67 del 2000 variazione alle dotazioni di cassa di bilancio del bilancio di previsione finanziario 2021 2023 come deliberato dalla Giunta comunale in data 27 25. Scusate 293 del 15/09/2021, cercavo di fare in fretta e ho avvertito i termini allora come question time oggi abbiamo solo un question time presentato dai 5 Stelle relativo appunto al impiego dei percettori del reddito di cittadinanza. Invito i colleghi a presentare il question-time, grazie.

Grazie Presidente.

Considerato che in questi giorni è tornato alla ribalta sui giornali e tv locali e nazionali il dibattito sui percettori del reddito di cittadinanza, premesso che il reddito di cittadinanza prevede che percettori per continuare a percepire il sostegno economico loro riconosciuto, abbiano il dovere di svolgere lavori di pubblica utilità della durata di otto ore a settimana presso il loro comune di residenza quest' obbligo e per operativo solamente se il Comune di residenza ha predisposto i progetti utili alla comunità ed un apposito regolamento per mettere in atto, interroghiamo il Sindaco, Gianluca Frattini, per conoscere se sono disponibili i PUC, il regolamento che permette di impiegare i percettori di redditi ordinata in progetti socialmente utili. Grazie grazie. Consigliere Brunelli risponderà l' assessore.

Rosaria Tassinari, grazie Presidente. Dunque si sono disponibili sia i PUC che il relativo regolamento, in particolare alla luce delle disposizioni in tema. La Giunta comunale di Forlì ha approvato la deliberazione numero 279 del 14/10/2020 avente ad oggetto progetti utili alla collettività PUC, di cui al decreto ministeriale del 22 10 2019. Conseguentemente, si è provveduto ad assumere tutti gli atti gestionali necessari per l' avvio concreto dei progetti utili alla collettività, in collaborazione con il Centro per l' impiego di Forlì, nel rispetto di quanto previsto dal decreto ministeriale 149 del 22/10/2019, il primo POC, rientrante nella titolarità del Comune di Forlì, ha preso avvio nel mese di dicembre 2020 presso il Centro donna del Centro per le famiglie di Forlì. Successivamente sono stati sviluppati PUC, Q su cura, accoglienza presso il Centro Famiglia, Centro donna a cura delle aree verdi, dei nidi e delle scuole dell' infanzia comunale, presidio parcheggi a pagamento i bagni pubblici in gestione a Forlì mobilità intergrata S.r.l. Decoro del parco della Resistenza.

Rimozione, graffiti nel centro storico, diserbo aree fuori dal centro storico integrazione, progetto agile e parco di via Dragoni, altri Reverdy del territorio comunale, che va insomma la tutela e la cura del parco grazie.

Grazie Assessore, la parola sempre al collega Brunelli per la replica, grazie per la risposta e si può avere anche la risposta scritta, potete certamente grazie.

Benissimo, passiamo adesso agli oggetti, agli argomenti in discussione, il primo è l' oggetto 76 e riguarda l' approvazione del bilancio consolidato relativo all' esercizio 2020, e lo illustra l' Assessore Cicognani, sì, buon pomeriggio da illustrare, voglio dire ci sarebbe tutto e niente nel senso che,

Parliamo del bilancio consolidato, del Comune di follicoli con il perimetro di consolidamento che sono le le società partecipate, sia direttamente che tramite la holding di di Livia Tellus.

Ne abbiamo parlato in Commissione, è puramente una un mero esercizio contabile, è molto complicato e difficile che porta via molto tempo agli uffici, però si tratta soltanto di mettere insieme i vari bilanci in Commissione. Un po' di discussione l' abbiamo fatta. Vi lascio a voi la parola, grazie Assessore.

Non ci sono interventi, quindi passiamo direttamente alla votazione.

Bene, procediamo alla votazione.

Ancarani.

Mi astengo.

Ascari favorevole.

Bagnara astenuto.

Balestra favorevole.

Bartolini favorevole.

Bassi amorevole vede i.

Bentivogli favorevole.

Biondi favorevole.

Bricolage, ni favorevole.

Brunelli astenuto.

Calderoni astenuto.

Catalano favorevole.

Ceredi, onorevole.

Costantini favorevole.

Drogheria amorevole.

Alle mani astenuto.

Lasaponara favorevole.

Marchi.

Marchi marchi si vede, ma non non esprime voti.

Molto piano, ma che poi ha detto astenuto.

L' ha detto lui, va bene, io non ho sentito nulla che è basso il volume, ma si sente.

Beh il volume, se è basso, bisogna aiutarlo perché la votazione deve essere udibile, non è che ci vuole l' interprete,

So bene adesso abbiamo adesso abbiamo sentito marchi astenuto,

Massa astenuta.

Minutillo.

Non c'è Morgagni astenuto.

Morra ha voglia di volere un pignoli.

Non c'è assente.

Portolani, favorevole,

Prati astenuta.

Rinieri favorevole.

Rivalta favorevole.

Samorì astenuta.

Tassinari favorevole.

Zanotti.

Astenuto.

Zatini favorevole.

Zattoni.

Assente abbiamo 19 voti favorevoli, nessun contrario, 11 astenuti.

Grazie, dottor Pini, quindi l' oggetto 76 e approvato al a maggioranza, passiamo adesso a votare l' immediata eseguibilità.

Ancarani astenuta.

Ascari, favorevole Bagnara astenuto.

Balestra favorevole.

Bartolini favorevole.

Bassi favorevole.

Vede favorevole.

Bentivogli favorevole.

Biondi, onorevole.

Bricolage, amorevole Brunelli.

Astenuto.

Calderoni, onorevole.

Catalano favorevole.

Ceredi, onorevole Costantini.

Drogheria favorevole alle mani.

Astenuto.

Lasaponara.

Favorevole.

Marchi.

Io non lo sento, cosa dice?

Sembrerebbe astenuto, ma.

Marchi poi ripetere, stiamo tutti zitti e ascoltiamo te astenuto, astenuto, adesso si sente quindi vuol dire che è possibile anche sentirlo Massa astenuta.

Minutillo amorevole.

Morgagni astenuto.

Morra amorevole Pompignoli.

Portolani favorevole.

Prati?

Astenuta Rinieri favorevole.

Ribalta, onorevole.

Samorì astenuta Tassinari, onorevole Zanotti, astenuto Zatini, favorevole Zattoni.

Assente voti favorevoli sono 22 nessun contrario, 10 astenuti, grazie, dottor Pini, quindi l' oggetto, 76. La delibera dell' oggetto 76 è immediatamente eseguibile, passiamo adesso all' oggetto 81. Bilancio di previsione, 2021 2023 variazione e applicazione, quota parte dell' avanzo di amministrazione 2020 espone sempre l' assessore Cicognani,

Sì, grazie. Allora anche questa delibera l' abbiamo verificata in in Commissione, ovviamente l' APPA la la variazione più importante e per la destinazione della LAV, il finanziamento, scusate del pagamento della tassa di registro quando sarà possibile fare l' operazione di acquisto della.

Del diritto di superficie dell' hotel della città come d' accordo in Commissione. Ovviamente, quando porteremo la la delibera, la prossima delibera di di di convenzione che faremo con con la lotta alla città, porteremo anche i costi stimati per la, l' ammodernamento dello stesso. Poi mi ero preso un impegno di.

Di dare una spiegazione per una variazione, perché in Commissione non era non era chiaro e rileggo un attimo.

Allora sono si tratta di 12295 euro, che è una partita di giro. Si tratta di somme che tutti gli anni di servizio benessere sociale, partecipazione dire al servizio edifici pubblici per svolgere le manutenzioni straordinarie sugli immobili di via Firenze, 223, viale Roma 140 destinate al progetto sai i servizi di accoglienza e di integrazione per richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e il Comune di Forlì. Penso e spero di avere di essere stato esauriente nella.

Grazie Assessore.

Chiede di intervenire il Consigliere alle mani sì, grazie Presidente, è chiaramente abbiamo preso atto degli atti in Commissione alcune considerazioni di massima sul tema dell' hotel della città abbiamo già detto in Commissione, ma lo ribadiamo anche in Consiglio comunale. Chiaramente siamo in attesa di ricevere il la proposta di convenzione tra i soggetti interessati, tra cui il Comune di Forlì, anche, ovviamente per comprendere quali sono poi anche gli impegni che le altre parti si assumono e, ovviamente, la disponibilità degli spazi nell' utilizzo di questo immobile e in ultimo, ovviamente anche l' importo di cui il Comune di Forlì si potrebbe fare carico nella riqualificazione dell' immobile stesso, con riferimento a una variazione a una schiera di variazione.

È stato chiesto e in Commissione e lo ripeto qui, visto che non era presente l' assessore con delega allo sport in Commissione c'è una variazione relativa a una trasferimenti da capitoli di bilancio dove 100000 euro sul capitolo contributi ad associazioni sportive vengono trasferiti sul capitolo per servizi di igienizzazione delle palestre. Chiaramente, quello che vorremmo comprendere a questo punto è se questi 100000 euro di contributi che venivano indicati nel capitolo da associazioni alle associazioni sportive erano state comunque concordate queste variazioni con le associazioni sportive stesse e comunque, se le associazioni sportive in questione a questo punto si ritengono soddisfatti di quelli che sono state le erogazioni nei loro confronti, visto ovviamente il periodo di difficoltà.

In ultimo, ma non meno importante anzi, diciamo, è un attimo. Il motivo è la ragione per il quale poi io esprimerò in dichiarazione di voto un voto favorevole da parte del Gruppo del Partito Democratico. Ci sono stanziamenti significativi, in particolar modo di mezzo milione di euro di recepimento di contributi dallo Stato relativi all' acquisto dei buoni spesa e quindi questo dà ancora ulteriore dimostrazione di come, insomma, a livello centrale già da diversi dall' inizio della pandemia su questo importante investimento a sostegno delle fasce più deboli, la popolazione si stia dando seguito e continuità e poi ulteriori stanziamenti relativi a scuole, attività relativa agli asili nido e non solo che, come dall' inizio del mandato, ci ha visti essere favorevole particolarmente attenti a questo tipo di interventi e politiche, ci spingono a dichiarare un voto favorevole a questa variazione in relazione a questi argomenti, chiaramente attendo che l' Assessore Mezzacapo mi dia.

Abbia l' occasione, insomma, di darmi le precisazioni di cui facevo prima domanda e per per il resto direi che questo è quanto grazie.

Grazie, Consigliere alle mani.

Non ho richieste di intervenire da parte di nessun consigliere e quindi è aperta la votazione, invito il dottor chiarimento.

Sì.

Se un chiarimento.

Buon pomeriggio a tutti, sollecitato dal Consigliere le mani, intervengo brevemente per precisare che nessuna somma viene distolta rispetto ai contributi diretti che vengono erogati alle società sportive, alle associazioni e agli enti, anzi, ricordo che il Comune di Forlì, nel corso di quest' anno e anche del dell' anno precedente, si è distinto rispetto a tanti altri Comuni per l' importanza in termini economici dei contributi che ha versato a sostegno delle società sportive e degli enti che si sono trovati in difficoltà economica a causa della nota pandemia. Ricordo brevemente giusto per rinfrescare la memoria del Consiglio comunale che tra l' altro ha approvato anche favorevolmente proprio una delibera a sostegno del del mondo sportivo.

Il Comune ha erogato 200000 euro in favore dei gestori degli impianti sportivi comunali e ripartiti in base a criteri scelti per l' appunto dal Consiglio comunale, ulteriori 200000 euro per le associazioni sportive che utilizzano i nostri impianti sportivi comunali e quelli provinciali ulteriori 50000 euro per le società private e quindi un occhio di riguardo per tutti.

E ulteriori 30000 euro di recente, anche per andare incontro a tutte le scuole di danza, di ballo e tutti coloro che erano stati, purtroppo e in un qualche modo non considerati dalle varie misure a sostegno dello sport, anche regionali e o nazionali. A questo si aggiunga l' importante scontro in tariffa del 75% rispetto alla alla quota intera che veniva richiesta dal Comune di Forlì, quindi tutte le associazioni sportive che utilizzano gli impianti comunali e provinciali.

Hanno ottenuto uno sconto importante del 75%. Quindi, per intenderci se un' ora di palestra costava 10 euro è stata redatta pagata a 2 euro e 50 ulteriori stanziamenti sono stati fatti con degli oneri a carico del Comune, perché il Comune si è fatto carico di igienizzare, sanificare e pulire, nel momento peggiore della pandemia, tutte le palestre comunali e provinciali che venivano utilizzate dai nostri ragazzi e dalle nostre associazioni. Quindi e probabilmente mi sto dimenticando qualcosa e me ne scuso perché gli interventi fatti da questa amministrazione a favore del mondo dello sport sono molteplici e quindi da un confronto fatto anche di recente con il Presidente della Consulta dello Sport, il professor propria e che rappresenta un po' a tutte le associazioni sportive.

È emerso un grande gradimento per nei confronti dell' amministrazione e quindi anche del Consiglio comunale, che per l' appunto approvò quella delibera per tutti gli interventi stanziati in favore del mondo dello sport. Quindi, rispondendo al Consigliere le mani, quella somma che lei vede servirà per contenere, per mantenere un impegno,

Del Comune di Forlì, che era quello di far sì che i nostri ragazzi possano continuare a frequentare le palestre comunali e provinciali e che ovviamente sono in gestione al Comune.

Con degli ambienti puliti e soprattutto sanificati, quindi queste somme servono per l' appunto per far sì che gli ambienti siano igienizzati, puliti e sicuri. In linea di massima questo è quanto poi, ovviamente sono disponibile anche per ulteriori delucidazioni al riguardo. Grazie.

Grazie Assessore.

Non ci sono interventi, quindi apriamo la no, chiede di intervenire alle mani, sì, per la dichiarazione di voto chiaramente preso atto da parte dell' Assessore che parliamo di 100000 euro in variazione non in più ma che appartenevano a un capitolo dell' unità sport già stanziato che quindi vengono spostati ad un altro capitolo quindi una partita partita di giro interna di risorse che erano già previste a questo punto e alla luce di quello che segnalavo poc' anzi, e cioè i significativi investimenti che vengono fatti dallo Stato in termini di contributi per sostenere le fasce più deboli della popolazione e in relazione anche a uno di questi stanziamenti che viene a nostro avviso giustamente fatto per sostenere un' attività di investimento in termini di sostegno alla popolazione studentesca, per consentire loro di anche essere presenti sul territorio, nella servizio d' istruzione pubblica. Qual è il convitto aperto alle studentesse, recentemente peraltro ricordato da una manifestazione della che si è tenuta la settimana scorsa presso i salesiani? Riteniamo, ecco che interventi di questa natura, che vanno peraltro nella nell' orizzonte, nella prospettiva di garantire pari opportunità d' accesso al servizio scolastico sia a ragazze e ai ragazzi, debbano trovare da parte nostra pieno sostegno e per questo esprimo da parte del Gruppo del Partito Democratico un voto favorevole a questa delibera grazie grazie alle mani.

È aperta la votazione, prego, dottor Pini.

Ancarani, onorevole, Ascari, favorevole Bagnara favorevole.

Balestra, onorevole Bertolini valevole bassi, onorevole B-day.

Bentivogli, onorevoli.

Biondi.

Per il Colani.

Curricolari.

Assente Brunelli.

Favorevole.

Calderoni favorevole con anni, scusate, non prendeva.

Favorevole.

Sì, sì, abbiamo sentito.

Catalano favorevole.

Ceredi favorevole.

Costantini.

Do viaria favorevole.

Alle mani favorevole.

La Saponara.

Assente Marchi amorevole, Massa favorevole.

Minutillo favorevole, Morgagni favorevole Morra vorrei volere Pompignoli, onorevole portolani.

L' onorevole Bratti.

Favorevole Rinieri, favorevole ribalta, favorevole.

Samorì.

Favorevoli.

Tassinari favorevole.

Valotti favorevole.

Frattini, favorevole.

Zattoni, assente trentun voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, benissimo, quindi l' oggetto 81 è approvato all' unanimità, passiamo adesso alla votazione della immediata eseguibilità.

Ancarani favorevole.

Ascari favorevole.

Bagnara favorevole.

Balestra, avrei avere Bartolini favorevole bassi.

Vedrei.

Bentivogli.

Onorevole Biondi.

Regolari.

Favorevole Brunelli, favorevole, Calderoni, favorevole, Catalano, orevole Ceredi, favorevole, Costantini.

Do viaria, favorevole alle mani favorevole.

Lasaponara.

Assente Marchi.

Favorevole, Massa, favorevole, Minutillo, amorevole Morgagni, onorevole.

Morra.

Favorevole.

Pompignoli, onorevole.

Portolani volere.

Prati favorevole.

Rinieri, favorevole Rivalta favorevole.

Samorì.

Tassinari, amorevole, Zanotto, amorevole.

Zattini.

Zattoni.

Assente trentun voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, benissimo, quindi l' oggetto 81 è immediatamente eseguibile, approvato all' unanimità, passiamo adesso all' oggetto 66, che illustra l' Assessore Mezzacapo e Vice Sindaco.

Sì, buongiorno di nuovo oggetto 66, visto in Commissione consiliare non sono emerse particolari domande, faccio un breve riassunto per i consiglieri che non hanno partecipato alla Commissione, consiliare trattasi di una delibera con la quale viene approvato il regolamento per la ripartizione.

Di somme derivanti da gli oneri di urbanizzazione secondaria, i cosiddetti o due somme che può possono essere messi a disposizione degli enti religiosi, quindi della Chiesa cattolica e di tutti gli altri enti, sono somme che hanno una finalità specifica di carattere generale e in particolare anche per il centro storico, considerata la collocazione dei principali monumenti di cui stiamo parlando.

Molto semplicemente, si tratta di promuovere l' esecuzione di interventi puntuali di manutenzione esteriore degli edifici.

Di innescare quindi un processo di progressiva rigenerazione.

Nel caso in cui, con un' estensione economica dell' originario intervento, si possa garantire una maggiore rispondenza sismica, oltre che energetica, del fabbricato nel suo complesso, quindi sono tutte somme che vengono destinate a determinate finalità, elevare la potenzialità di utili utilizzo, fruizione e valorizzazione economica del patrimonio immobiliare esistente di proprietà delle confessioni religiose e quindi innescare un processo di progressivo investimento di risorse private sul centro del capoluogo che contribuisca a innalzare il livello della qualità edilizia e la percezione dell' estetica urbana.

È chiaro che questa delibera è in perfetta sintonia e armonia con le leggi nazionali e regionali che prevedono la rigenerazione urbana e in qualche modo hanno come finalità quella di recuperare i centri storici, quindi partendo da edifici che loro malgrado versano in condizioni di restauri quasi obbligatori che però per questioni economiche non vengono effettuati non parliamo di somme particolarmente elevate perché si parla del 7% degli U 2 che sono le ore gli oneri di organizzarsi di urbanizzazione secondaria, però sono comunque somme che, come avete visto nel nell' allegato,

Per l' esercizio di bilancio del 2021 impegnano una cifra di 54000 euro, quindi parliamo di somme.

Contenute.

Questo è quanto, se ci sono domande, sono disponibile.

Grazie Mezzacapo chiede di intervenire il consigliere Alemani. Sì, grazie Presidente, io non ero in Commissione, quindi non vorrei ripetere domande, ma potrebbe succedere, quindi mi scuso anticipatamente. Ad ogni modo, la premessa normativa è che è anche politica, è che lo strumento in questione oggetto della presente deliberazione, è in realtà previsto dalla legge regionale. 24 2017, che mi pare tanto osteggiata da coloro che coprono i banchi della maggioranza, e in Regione invece i banchi della minoranza. Quindi chiaro che qui si tratta di uno strumento che la legge regionale urbanistica prevede, proprio per incentivare la riqualificazione e la rigenerazione urbana in ragione di un patrimonio che, non appartenendo alla cosa pubblica ma a soggetti che ovviamente ne abbelliscono la qualità attraverso monumenti ed edifici che noi tutti conosciamo, va in quella direzione. Quindi, al di là del presupposto normativo e politico che, insomma, è peraltro significativamente inserito nelle premesse della delibera, il quesito rivolge si rivolge al regolamento che noi dobbiamo andare ad approvare che ha stilato il Comune per disciplinare questo fondo e in particolare vorrei porre due quesiti. Il primo, relativamente a.

La graduatoria, o meglio ancora, i punteggi della graduatoria che consentono alle confessioni religiose che vogliono fare domanda del contributo di appunto vedersi riconosciuti determinati punteggi, in particolar modo l' articolo 9, noi andiamo a premiare, mettiamolo così con un punteggio di 30 punti. Edifici di importanza storico artistica, architettonica, ricadenti nelle zone A 1.1 e a 1.2 del Piano vigente. Quindi, immagino stiamo parlando proprio dello Stretto centro storico, mentre 10 punti gli edifici di interesse documentali ricadenti nelle restanti zone A del piano vigente 0 punto agli altri edifici i restanti ovviamente 60 punti di questi 40 invece di cui parlavo vengono attribuiti per altre ragioni. Ecco rispetto a come è stata stilato questo punteggio.

L' unica osservazione che mi verrebbe da fare è la seguente per questo interrogo l' Assessore relativamente a qual è stato il criterio che ha condotto a questa ripartizione è così netta 30 punti, 10 punti 0 punti, se la finalità è quella della rigenerazione della riqualificazione urbana e edifici di questa natura potrebbero essere presenti anche al di fuori dello Stretto centro storico e quindi noi vogliamo prevenire il degrado non solo dove il centro si,

Dove dove il centro si delimita, ma anche al di fuori, quindi questa distribuzione del punteggio. Non vorrei che fosse meglio chiarita, perché, ad esempio, sarebbe stato forse più equilibrato un 20 10 0 per mantenere invece un 25 20 10 relativamente alla alla categoria B. La seconda domanda a questo punto, riguarda invece.

Le zone al di fuori dalle zone A 1 e A 1.2, rispetto alle quali le confessioni religiose possono chiedere a di accedere ai contributi di questo fondo. 1000 e mi spiego meglio una confessione religiosa che ha un determinato edificio in una in un quartiere del nostro della nostra città e che, giustamente, come previsto nel Regolamento, vuole attuare un intervento di manutenzione straordinaria, dove magari svolge l' attività ricreativa di centro estivo, dove viene frequentata da ragazzi e ragazze, eccetera e quindi vuole riqualificare questa zona. Può beneficiare di questi contributi anche appunto, se l' edificio in questione ricade al di fuori del centro storico oppure no, perché anche qui di nuovo per noi è importante, ma questo lo dice anche proprio la delibera regionale. Bisogna anche tenere conto del valore storico, architettonico dei monumenti, ma anche tenere conto non solo tenere conto e quindi, visto che la finalità è quella di appunto riqualificare, gli utilizzare quindi prevenire anche il degrado urbano. Potrebbe essere del caso, invece, valorizzare, tenere in considerazione anche le zone esterne, proprio perché, insomma, i luoghi di culto e non solo i luoghi di culto, ma anche i luoghi in cui viene svolta, attività ad essa connessa ricreativa, eccetera, e nel nostro territorio comunale qualsiasi cittadino lo sa e praticamente è presente una una parrocchia o un centro estivo o qualsiasi altra attività di questa natura, quindi, potrebbe essere del caso magari.

Consentire che anche edifici presenti al di fuori del centro storico possono beneficiare di questo fondo, di cui la domanda se con questo regolamento possono o meno farlo. Grazie.

Grazie, Consigliere alle mani.

Se non ci sono altre.

Altri interventi, lascio la parola Mezzacapo al Sindaco, sì, allora alcune considerazioni fatte dal Capogruppo alle mani possono anche essere condivisibili, ma non solo non sposano lo spirito della norma, nel senso che la legge 24 del 2017,

E quindi la legge regionale che prima il Consigliere diceva talvolta osteggiata dalla maggioranza, in realtà non osteggiata per questo aspetto in particolare, ma perché è una legge che, come sapete, ha fa fa decadere completamente gli strumenti urbanistici come il POC e come lei Consigliere sa stravolge sostanzialmente ogni previsione urbanistica imponendo la redazione di un PUC,

E quant è seppellendo di fatto anni di progettazione anche fatti dalla vostra Amministrazione e quindi aver osteggiato probabilmente questa questa legge era perché probabilmente la città ancora o forse una Regione ancora non era pronta a recepire totalmente il contenuto della norma. Però, al di là di questo, per quello che riguarda la graduatoria delle domande, delle domande idonee, l' articolo 9 si rifà totalmente alla legge regionale. 24 del 2017 e lei giustamente dice perché alcuni edifici vengono esclusi e altri invece non vengono esclusi, anzi alcuni vengono inclusi, altri vengono esclusi.

In sostanza, la legge tende a dare particolare importanza agli edifici di interesse storico, artistico o architettonico, e quindi vengono individuate delle zone A 1 e A 2 che non strettamente sono la cinta più stretta del centro storico. Se guardiamo la folli dall' alto, ma sono certo, storico e sobborghi, non è detto che non ci siano delle altre zone che possono essere edifici che possono essere interessati in altre zone. In ogni caso, si tende a tutelare un patrimonio storico che, per questioni anche legate al al turismo, perché sappiamo che molti di questi edifici diventano poi mete turistiche, se pensiamo alle più importanti chiese o ai più importanti edifici religiosi che ci sono in città, ma in generale nel patrimonio nazionale, di conseguenza, la legge tende proprio a far sì che determinati,

Determinate somme vadano a ricadere all' interno di queste.

Di questi di questi edifici è ovvio che poi la libertà di religione può essere.

Può essere che può svolgere in ogni edificio, ad esempio, abbiamo dei casi in cui ci sono delle confessioni religiose che svolgono funzioni religiose anche all' interno di di di capannoni o all' interno di stabili, che non sono esclusivamente storici o di interesse storico, ma in ogni caso è la legge che per l' appunto persegue questi fini e quindi noi sostanzialmente ci adeguiamo.

A ciò che sono i dettami del i dettami normativi. Quindi, in sostanza, questo è quanto poi lei Consigliere alle mani se riesce ad andare a vedere la legge regionale 24 del 2017 proprio su quel punto, per l' appunto, va a identificare quali sono gli interventi e anche le modalità con le quali devono essere stilate le graduatorie, e quindi gli interventi ammessi all' interno, per l' appunto di di dei contributi che vengono stanziate,

Grazie Vice Sindaco.

Ovviamente non c'è nessun' altra dichiarazione di voto, prego, ma allora io ho guardato sia l' articolo 9, comma 1, lettera h della legge regionale, che parla di principi e quindi non indicazioni puntuali, da come io lo leggo sulla questione della delimitazione territoriale. Allo stesso modo, il punto 1.6 dell' atto dell' Assemblea legislativa della deliberazione dell' Assemblea legislativa 186 del 20/12/2018 non entra nel disciplinare che riguarda i Comuni, perché di fatto poi questo è un potere di natura regolamentare, discrezionale degli enti locali, anche in ragione, ovviamente, dei principi, ma i principi qui, appunto, devono anche tenere conto del valore architettonico, storico, monumentale, eccetera. Quindi mi sembra che qui ci sia più un indirizzo legittimo che l' Amministrazione ha voluto adottare relativamente a la delimitazione degli ambienti degli spazi, gli edifici che possono beneficiare della di questi contributi. Noi crediamo che proprio nell' ottica di una riqualificazione rigenerazione del territorio, che è il principio in ragione del quale la legge urbanistica è stata adottata. Noi ci saremmo aspettati appunto un' apertura anche verso l' esterno del centro storico stesso, in favore appunto di una rigenerazione riqualificazione che dovesse che potesse riguardare anche le periferie del nostro del nostro, della nostra città. Proprio per i motivi che dicevo durante la discussione,

Dell' argomento in oggetto. Per questi motivi io esprimo, a nome del Gruppo del Partito Democratico, un voto di astensione che ha motivato in questi termini in parte perché, appunto riteniamo che ci siano dei correttivi da adottare rispetto alla graduatoria e rispetto anche appunto, alla delimitazione che il Regolamento che l' Amministrazione propone non ci convince e, dall' altro, perché a questo punto, visto che si tratta del primo biennio di attuazione di questo fondo, vediamo come vengono utilizzate queste risorse, per quali tipi di interventi e progetti e a questo punto saremo nelle condizioni di vedere nel prossimo biennio, quindi il 21 22, se ci sono correttivi o meno ad adottare e se effettivamente le ragioni che noi abbiamo portato questo pomeriggio nella discussione di questo argomento trovano meno il fondamento che noi ci aspettiamo. Ecco, per questo appunto dichiaro un voto di astensione del Gruppo del Partito Democratico. Grazie Consigliere alle mani, non ci sono dichiarazioni di voto, Morgagni, dichiarazione di voto grazie Presidente, una dichiarazione di voto, diciamo a titolo individuale personale. Il mio voto sarà un voto di astensione che è motivato da una certa perplessità rispetto al contenuto stesso della normativa fin dalla sua prima definizione recepimento all' interno della legislazione regionale.

Perché se le finalità sono condivisibili, naturalmente quando si parla di rigenerazione urbana, di valorizzazione del patrimonio storico e culturale del territorio, francamente la delimitazione di questo contributo di questo sostegno esclusivamente alle confessioni religiose, fra l' altro andando a definire quali sono le confessioni religiose più o meno caratterizzata incidenza sociale, sua popolazione mi sembra difficilmente comprensibile. Siccome parliamo di cifre molto ridotte, la mia perplessità aumenta meglio. Sarebbe piuttosto mettere in campo ulteriori strumenti a tutti i livelli, da quello regionale a quello locale, per piani di rigenerazione urbana e comunque saranno la frontiera, la prossima frontiera delle sfide per quanto riguarda la qualificazione del territorio e piani di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale della città. Senza porre, diciamo, limitazioni di questa natura e d' altra parte diciamo anche nel nostro territorio, anche nel nostro centro storico. Vi sarebbero molti interventi utili da fare se volessimo aprire questo capitolo, per cui francamente io trovo che questa misura per l' ammontare della cifra di cui si parla sia una misura che difficilmente. Può avere.

Un impatto significativo e che viene vincolata a un tipo di destinazione e a una serie limitata di soggetti beneficiari che non la rendono che non la possono rendere condivisibile fin dal suo spirito e poi nella sua applicazione pratica. Concludo dicendo e questo è sempre un invito che.

A nostro avviso, il modo migliore per attirare capitali privati e nuovi investimenti nel centro storico è presentare un piano di rilancio del centro storico che stiamo ancora aspettando, e speriamo che arrivi prima della fine della consiliatura.

Allora, grazie Consigliere Morgagni interviene il Consigliere Minutillo, grazie Presidente, come gruppo nostro voto sarà un voto favorevole favorevole, perché è comunque un contributo importante che viene erogato.

Per mantenere, per conservare degli edifici storici che, al di là diciamo delle proprie credenze, del proprio culto, possono essere comunque elemento di attrazione per i turisti e per chi viene comunque fuori dal nostro Comune, le chiese sono comunque un patrimonio, una richiesta artistico culturale per quello che riguarda tutto lo Stato italiano ma soprattutto anche in particolare il nostro, il nostro territorio quindi,

E poi, in ogni caso, è una delibera che non è che va ad aiutare una confessione soltanto, ma può aiutare tutti quegli edifici di interesse storico che appartengono anche a confessioni religiose diverse da quella da quella cattolica, e quindi ritengo che sia un.

Ritengo che sia una mozione importante. Ritengo che sia una mozione che può salvaguardare quella che è anche la storia della nostra città e credo che sia sicuramente anche come è strutturata, perché ho visto come, all' interno del Regolamento, come vengono erogati i fondi, tutti quanti i criteri di controllo che ci deve essere comunque un indirizzo di spesa, che comunque il finanziamento non è totale, ma è un finanziamento pari al 60%. Quindi non è che vengono pagati detto scusate in termini poco tecnici, più popolari, tutti i lavori che vengono svolti, ma semplicemente presentando il preventivo viene erogato un 60% rispetto a un punteggio che viene quando va bene esatto rispetto a un punteggio di lavori che comunque è enucleato all' interno del regolamento stesso. Quindi, ripeto, io l' ho letto, l' ho studiato e non ci vedo assolutamente, non vedo assolutamente delle criticità, poi è chiaro che e sono d' accordo con un ragionamento che è stato fatto dicendo che questo non basta per salvaguardare il centro storico, questo è questo, qui è un piccolo contributo che viene dato piccolo, perché parliamo di 54000 euro complessivi quindi, secondo me, che che comunque va probabilmente andrà a incidere su quelle che possono essere le situazioni maggiormente gravoso, però comunque è qualcosa di importante. Certo, servirà un piano di rilancio del centro cui noi daremo. Sicuramente stiamo dando il nostro contributo e che presto dovrà emergere anche a livello cittadino, quindi su questo sono assolutamente d' accordo, ma al di là di questo, su questa singola delibera il nostro sarà un voto sicuramente favorevole.

Grazie consigliere, Minutillo per Fratelli d' Italia, Giorgia, Meloni ad esso interviene, Biondi, per Forza Italia.

E il mio non è un intervento facile.

Perché io ho una storia su questa delibera parte che ha una storia.

Fra l' altro mi vedeva compiere degli atti che, sui quali non ero propriamente d' accordo, mi riga ri e la stanno invitando a indossare la mascherina.

Vaccinato,

E ricordo che le negli anni 92000 addirittura l' Assessore all' Urbanistica consegnava l' assegno.

Al di là di questa revoca via via vicenda, così di questa di queste modalità.

Qui bisogna intanto bisogna cominciare a dire io ho sentito allargare il ragionamento al centro storico, a me pare un questa, non c' entra niente col centro storico.

No, c' entra perché si contribuisce al mantenimento in essere e quindi l' intervento sul degrado per gli istituti per i plessi.

Per gli edifici relativi agli istituti di culto, ma può essere identificata come la delibera del centro storico, questa questo è il 7%, prima considerazione noi potevamo abbassare, non fare, io guardavo Pompignoli che mi dicevano, dovevamo passare,

Anche se non avrà il coraggio di dirlo, ma anche qui siamo, siamo quasi ad una roba difficile da decidere, perché questa è materia che viene intanto dal Concordato Stato-Chiesa e quindi assume le mosse da da da un atto che ha una profondità ed un valore ben diverso dai 50000 euro che noi oggi diamo le confessioni religiose.

Poi, se gestito bene, andiamo a recuperare il degrado negli istituti, a volte c'è qualche problema rispetto a qualche confessione religiosa, perché beh io, nonostante non brilli per per per per credenza, ma voglio dire la Cattolica sicuramente presente e quando arriva qualcuno a rivendicare la propria quota in ragione dell' intervento Facco sull' istituto della religione cattolica all' utenza le altre io ricordo che con gli avventisti del settimo giorno qualcosa insomma va beh, però sono tutte considerazioni di questo genere, poi scusi Assessore, io forse non ho capito bene, ma dalle parole del consigliere alle mani.

Noi qui parliamo di intervento sugli istituti, su sui plessi degli istituti di culto.

Non parliamo di zone della città quando parliamo di A 1 è perché, per esempio, la chiesa di Pieve Quinta e zonizzato in quel modo non escludiamo quei plessi della periferia, non credo ne facciamo e se diciamo a 1, parliamo di tutte quelle realtà che sono in una zona appunto richiamata da quel da da quella caratteristica ormai, ma la uno può essere anche fuori dal centro storico non solo nel centro storico i borghi e no, perché questo ci sarebbe incavolato. Il parroco della mia mi avrebbe chiesto che sono matto, perché se lo do alla chiesa di San Martino, ma non capisco perché non lo posso dare, esistendo le stesse condizioni alla Chiesa periferiche, eccetera, eccetera quindi questo è il ragionamento ora.

Cosa dire votare contro, dicevo sempre il Consiglio che noi abbiamo poi abbiamo la fortuna di avere Pompignoli, quindi non è mica una cosa da poco.

In Regione, l' atteggiamento delle forze politiche di minoranza rispondo dalle mani, fu di un certo tipo, fu contrario perché era dentro la, la, la, la legge urbanistica in qua e la votazione.

Era presa in blocco, quindi uno faceva fatica a dire voto, anche perché lo stralcio non era previsto nel sistema di votazione, quindi uno o vota contro vota a favore, il complesso di quella legge non non non ci consentono, ci consentiva di votare a favore, va bene io qualche problema ce l' ho.

Ma capisco.

Eh, ma certo, ma mi adeguo perché uno non è che si può escludere se c'è il concordato, se è una legge regionale che individua quella percentuale, se lavoriamo per intervenire da un senso, ce l' ha poi tutto il resto passa in secondo ordine, quindi il mio voto favorevole perché credo da persona responsabile,

E anche un po' a conoscenza di e con cognizione di causa, voto naturalmente a favore per queste ragioni ci tenevo a dirlo.

Grazie Biondi, quindi è aperta la votazione.

Procediamo alla votazione Ancarani astenuta.

Ascari, favorevole Bagnara favorevole.

Balestra arrivare.

Bartolini favorevole.

Bassi favorevole.

Dedej favorevole.

Bentivogli, onorevole.

Biondi.

Briccola ni, onorevole.

Brunelli favorevole Calderoni, onorevole Catalano, onorevole.

Ceredi favorevole, Costantini.

Doveri a amorevole.

Alemani astenuto.

La Saponara favorevole.

Marchi.

Astenuto, Massa, astenuta.

Minutillo favorevole.

Morgagni astenuto.

Morra.

Non ho sentito more.

Vorrei ci vuole.

Pompignoli.

Portolani favorevole.

Prati astenuta.

Rinieri, onorevole Rivalta, onorevole.

Samorì astenuta.

Tassinari favorevole.

Zanotti, se ho capito astenuto astenuto Zattini favorevole.

Zattoni, assente 24 voti favorevoli, nessun contrario, 8 astenuti.

Grazie dottor pieni quindi l' oggetto, 66 è approvato a maggioranza, passiamo adesso a votare l' immediata eseguibilità.

Ancarani astenuta Ascari favorevole.

Bagnara favorevole.

Balestra favorevole, Bartolini, onorevole bassi amorevole B-day Bentivogli, Biondi.

Assente Briccola, ni favorevole.

Brunelli favorevole.

Calderoni voleva.

Catalano favorevole.

Ceredi favorevole.

Costantini.

Doveri a favorevole alle mani.

Astenuto.

Saponara.

Favorevole.

Marchi.

Astenuto, Massa, astenuta, Minutillo, assente Morgagni, astenuto.

More favorevole.

Pompignoli favorevole.

Portolani, favorevole prati astenuta Rinieri, onorevole.

Rivalta, onorevole Samorì, astenuta.

Tassinari.

Zanotti astenuto gattini, favorevole.

Zattoni assente 22 voti favorevoli, nessun contrario. 8 astenuti. Grazie dottor pieni quindi la delibera è immediatamente eseguibile. L' oggetto successivo è il 78, che riguarda la convenzione tra Forlì tra Provincia e Comune per l' uso del ginnasio sportivo. La parola al vicesindaco Mezzacapo sì, allora questo argomento, visto in Commissione consiliare, è stato trattato molto velocemente per la sua semplicità. Come sapete, il Comune di fornire proprietario dell' impianto sportivo ginnasio sportivo, quello in viale della Libertà. Sapete che la Provincia è competente in materia di reperimento di locali idonei alle attività curricolare degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado, come da legge del 96. sappiamo perfettamente che non tutti gli istituti scolastici di istruzione secondaria, di secondo grado di competenza provinciale dispongono di locali sufficienti idonei per attività sportive.

E quindi allo scopo di reperire spazi per attività sportiva al Comune di Forlì e la Provincia, avevano stipulato allora una convenzione per l' utilizzo del denaro sportivo da parte degli istituti superiori di competenza provinciale, la vecchia convenzione aveva una durata complessiva di nove anni e prevedeva un rinnovo di 3 entra e sostanzialmente visto che siamo a scadenza.

Il Consiglio comunale si provi si pronuncia in merito alla convenzione che questa Amministrazione intende rinnovare per consentire, per consentire per l' appunto l' attività sportiva.

E quindi per mettere a disposizione ginnasio sportivo in favore delle scuole provinciali.

Grazie Vice Sindaco, interviene il Consigliere Carani sì, grazie eh.

Ma più che altro per sì confermare quanto diceva il vicesindaco, questa è una convenzione che già esisteva, per le ragioni elencate naturalmente da dalla dal vicesindaco si va al rinnovo l' unica sostanziale differenza tra la vecchia convenzione, questa appunto la durata della convenzione stessa.

E allora, poiché io non ero in Commissione, volevo approfittare della della presenza del vicesindaco per chiedergli se questa durata diciamo più ridotta rispetto alla precedente dovuto ai legato all' annuncio che era stato fatto dall' Amministrazione di intervento sul ginnasio sportivo, perché è oppure non è collegata a quell' ente a quell' intervento perché, come ricordava il vicesindaco, questa struttura sportiva viene attualmente utilizzata da tre istituti superiori, i tailleur, la succursale del liceo scientifico che ha sede nelle quelle che noi chiamiamo aule Marconi, quindi la piccola palazzina che dietro Istituto Marconi,

E attualmente, almeno fino alla fine dell' anno durata della convenzione che abbiamo fatto. Noi noi scusate provincia con il Comune e per il liceo musicale sull' ex Gil, quindi questi sono i tre istituti che attualmente utilizzano il ginnasio sportivo.

A dico anche approfitto dell' occasione per condividere l' informazione che in realtà già stata resa nota dalla Provincia, e cioè che il piano investimenti della Provincia è prevista la costruzione di una nuova palestra per l' iter.

E quindi nei prossimi due anni dovrebbe andare a compimento questo progetto importante, tra l' altro finanziato con il Pian narrare però, insomma, è sicuramente una struttura quella che per gli istituti superiori in quell' area è particolarmente importante perché le chiederà satura? Insomma, ci sono delle sapete che lettera, indirizzata al liceo classico né ci sono insistono in quell' area diversi istituti superiori che utilizzano tutti gli impianti a disposizione in quella in quella zona. Quindi volevo capire se questa durata più breve, appunto, è legata ai progetti sulla sulla ginnasio sportivo oppure appunto è dettata da altre altre ragionamento. Insomma, grazie grazie. Consigliere. Ancarani,

Chiede di intervenire alle mani, quindi la parola talebani, sì, su questo tema infatti.

Noi oggi andiamo a discutere di una convenzione di base triennale rinnovabile per un altro triennio, il riferimento a un impianto sportivo di cui l' amministrazione ha già previsto nel piano triennale per 4 milioni di euro, un abbattimento e la ricostruzione. Quindi, se nel piano triennale prevediamo abbattimento e ricostruzione di un immobile e oggi proponiamo al Consiglio comunale una convenzione sempre triennale per impianto destinato sportivo alle scuole, qui è chiaro che deve essere chiarito anzitutto l' utilizzabilità di questo immobile, visto che l' Amministrazione ritiene che sia necessario abbatterlo, ricostruire quindi i lavori che devono essere svolti di quale entità.

Quantomeno la necessità che questi lavori vengano svolti, di che tipo di intensità di lavoro e stiamo parlando.

E quindi, come poi col limiteranno le due necessità, perché cioè non non ci vuole della fantasia a prevedere cosa potrebbe accadere fra qualche tempo, se oggi diamo in convenzione questo impianto ai ragazzi, le ragazze degli istituti di cui stavamo parlando prima, ma già il nostro Comune, l' Amministrazione, prevede, nel proprio Piano triennale l' abbattimento e la ricostruzione della stessa palazzina. è chiaro che noi dobbiamo poi comprendere come rispondere a quei bisogni, visto che già oggi discutiamo di questa Convenzione proprio per rispondervi, quindi questo è l' altro quesito che vorrei fare all' Amministrazione, perché chiaramente si mette in in luce un aspetto che è determinante anzitutto per i ragazzi, le ragazze di queste scuole che hanno giusto diritto di esercitare l' attività fisica in una palestra idonea e quindi nel diritto di poterlo fare chiaramente bisogna anche comprendere come, appunto queste due questioni di natura tecnica e temporale possono andare insieme.

Grazie alle mani non ci sono altri interventi, quindi replica il Vice Sindaco, ci replico per chiarimenti innanzitutto, il piacere di vedere la considera Ancarani in presenza dopo tanto tempo e confermo quello che ha detto circa le intenzioni della Provincia, che sono note anche noi.

Volevo fare alcune precisazioni, allora voi tutti sapete e probabilmente quello che dico andrebbe.

Maggiormente approfondito in una Commissione consiliare anche, diciamo, non propedeutica al Consiglio comunale, però, in realtà, per approfondire il tema molto velocemente, vi dico che abbiamo preso dai nostri tecnici dei lavori pubblici che di un altro sportivo ha delle autorizzazioni che nell' arco di qualche mese di qualche anno, ma a brevissimo giro dovranno essere rinnovate.

Dovranno essere rinnovate e di conseguenza queste autorizzazioni, affinché vengano rilasciate dagli organi competenti, avranno come naturale conseguenza l' impegno di ingenti somme di denaro, somme di denaro che i nostri uffici hanno indicativamente quantificato e che lasciano riflettere in modo molto serio e l' Amministrazione se non sia il caso di,

Demolire un immobile e che, di fatto, è un immobile che sapete tutti avere diversi decenni e per poi ricostruirlo con delle tecniche nuove ecosostenibili e, come sapete, recentemente quattro società.

Quattro cooperative e società forlivese hanno partecipato alla costruzione di una scuola che è diventata un punto di riferimento europeo per la qualità dei materiali e l' ecosostenibilità, e quindi abbiamo anche tante risorse in territorio nel territorio per poter fare valutazioni più ampie, visto anche la il grado di avanguardia che c'è.

Ma al di là di questo, sappiamo perfettamente che ginnasio sportivo, oggi non è solo una palestra dove si svolge attività sportiva, ma è anche sede di molte società e di molte associazioni, quindi ne riconosciamo sicuramente la grande importanza.

A fronte però degli ingenti lavori che dovranno essere effettuati e sappiamo che l' amministrazione?

Per soddisfare alle richieste che provengono da diverse società sportive e per fare un esempio, ci sono società che chiedono 100 ore per fare attività sportiva di basket e il Comune non può esaudire completamente questa richiesta, ma può esaudire la solo in parte perché per l' appunto bisogna dare a tutte le società la possibilità di partecipare all' utilizzo degli spazi comuni. Di conseguenza, l' amministrazione ha come orizzonte la necessità sicura di dover,

Costruire una nuova struttura, infatti, considera le mani richiamava una somma già stanziata nel bilancio di 4 milioni di euro, che prevede una nuova costruzione dove per l' appunto spostare tutte queste attività.

Il Senato sportivo, per le questioni che vi dicevo, è in questo momento soggetto a una valutazione degli uffici e anche di questa Amministrazione che poi prende in via definitiva. Prenderemo una decisione concreta. è ovvio che fare un contratto oggi in convenzione, in cui si prevedono nove anni, senza poi la possibilità di fare un tre più tre, più tre eventuale o di un tre più tre, quindi sei anni complessivi a fronte a monte con tutte queste valutazioni,

Non era il caso, quindi abbiamo preferito.

Fa diciamo, stabilire un arco temporale di tre anni che consentisse quindi all' Amministrazione di fare delle valutazioni e di poter far partire un progetto che si coniugasse perfettamente con le esigenze poi degli istituti.

Grazie.

Chiedo scusa, Presidente, una precisazione, faccio una richiesta di precisazione.

Nel piano triennale delle opere pubbliche. Per quanto ci è stato spiegato, i 4 milioni di euro servono per realizzare un nuovo Ginnasio sportivo in sostituzione di quello attualmente presente. Quindi è chiaro che se noi andiamo ad abbattere e ricostruire quell' edificio, l' edificio che oggi noi diamo in concessione a queste scuole non sarà più utilizzabile. No, Consigliere la correggo e ha detto bene in sostituzione. Nel senso che ci sono diversi terreni disponibili comunali, potremo costruire una struttura che possa soddisfare le medesime esigenze, anche poco distante, e nel frattempo fare lavori nell' altra. Sicuramente ad oggi non possiamo permetterci di non avere un' alternativa rispetto al gennaio sportivo okay, sennò non è una demolizione per poi Costituzione, noi quei 4 milioni mettiamo per un' altra struttura e poi faremo le dovute valutazioni perché riconosciamo di naso sportivo una funzione cardine rispetto al mondo dello sport e il mondo scolastico, che quindi sono valutazioni logiche che ci siamo sentiti di fare. Ringrazio. Questa è una precisazione importante perché fino ad ora, quando si è discusso del in sede di bilancio di previsione del Piano delle opere pubbliche, io mi ricordo bene invece che veniva segnalato come proprio per una questione di convenienza economica, tra Lilli i lavori che devono essere svolti su ginnasio sportiva attuale e quindi la possibilità di come dire costruirne uno nuovo. C' era anche una questione di convenienza economica nell' abbattimento e ricostruzione. Prendo atto ora e quindi ringrazio per la precisazione che invece questo questa tipologia di investimento a questo punto, non riguarda l' abbattimento e la ricostruzione dell' edificio in essere, che comunque a questo punto necessiterà lo stesso dei lavori di cui eravamo stati edotti durante la fase di discussione del bilancio di previsione anche nelle annualità precedenti, ma si prevede la costruzione di un nuovo edificio in un altro lotto eventuali terreno okay. Prendo atto e ringrazio per la precisazione. Sì, grazie alle mani per la domanda, per precisare in via definitiva il ginnasio sportivo ha la necessità di lavori che poi avranno come naturale conseguenza il rilascio di determinate autorizzazioni per svolgere delle attività nel caso in cui l' amministrazione ri ritenesse che la somma da impiegare. Ma ovviamente, se nei nostri uffici no a farci il conto.

Ri, né se riteniamo che sia più favorevole la ristrutturazione rispetto alla alla demolizione e ricostruzione, faremo un ragionamento, ma in ogni caso quelle somme sono state ampie in impegnate perché in ogni caso la risposta che dobbiamo dare alla richiesta che viene dal mondo sportivo e dalla scuola è maggiore anche se di un anno sportivo fosse a pieno regime come tutt' oggi come tutore.

Bene, grazie per le precisazioni, ci sono dichiarazioni di voto.

Alle mani per la dichiarazione di voto, chiaramente noi siamo favorevoli a questo provvedimento era era per noi importante necessario appunto ricevere queste informazioni e precisazioni da parte dell' Amministrazione, quindi in sede di dichiarazione di voto esprimo voto favorevole da parte del Gruppo del Partito Democratico a questa convenzione.

Bentivogli per sé legati al Presidente per la dichiarazione di voto e per approfondire già le risposte che sono state già sono state esaustive da parte del dell' Assessore del vicesindaco e completando un po' e chiudendo il cerchio sulla questione del ginnasio sportivo che ci vede purtroppo un impianto che fino a qualche anno fa poteva ospitare qualsiasi tipologia e,

Tutti i le competizioni e i Campionati possibili. Ad oggi, purtroppo, ci sono molte discipline, molti campionati che non possono più essere svolti all' interno dello stesso impianto, per fare un esempio,

Campionati di alcune categorie, diciamo medio alte, ad esempio di basket, non si possono svolgere più all' interno dell' impianto del ginnasio sportivo per una questione di centimetri. Addirittura, quindi, è il fatto che si metta, si rimetta a posto quello che c'è già o venga sostituito con un impianto nuovo. L' importante è che la direzione dell' Amministrazione sia quella di mantenere.

Una un servizio che ad oggi è fondamentale.

Nella nella fase, nella durante il periodo scolastico, con l' insediamento di alcuni istituti che, purtroppo, non hanno della degli ambienti idonei per poter praticare attività sportiva e le le ore scolastiche di educazione fisica, ma anche per tutte quelle società del territorio forlivese che svolgono campionati di categoria anche importanti che possono avere anche loro una casa uno spazio dove poter svolgere la loro attività agonistica e quindi con questa premessa,

Il Gruppo Lega chiaramente esprimerà un voto favorevole.

Sostenendo questa direzione che ci porta.

In questo momento stiamo parlando di sport, quindi ci porta ad essere sempre presenti e sempre vicini al mondo sportivo della nostra città, grazie grazie, 20 Bugli, a questo punto è aperta la votazione, invito il dottor Pini a procedere con l' appello.

Ancarani favorevole.

Ascari, favorevole Bagnara favorevole Balestra.

Bartolini, onorevole bassi amorevole beh dei.

Bentivogli, onorevole.

Biondi.

Briccola ni.

Bertolani, assente Brunelli, onorevole Calderoni onorevole.

Catalano, autorevolissimo, Ceredi favorevole, Costantini favorevole.

Viaria favorevole.

Alle mani favorevole.

Lasaponara favorevole Marchi favorevole Massa favorevole, Minutillo.

Assente Morgagni onorevole.

Morra.

Morra favorevole.

Pompignoli portolani.

Onorevole Bratti.

Favorevole Rinieri, favorevole Rivalta, onorevole.

Samorì.

Assente, Tassinari favorevole.

Zanotti, onorevole.

Gattini favorevole Zattoni, assente 29 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto. Sì, ah, scusi, ma oggi va così qua. La connessione sfavorevole prende non prende curricolari. I mi sente favorevole, ricordo loro sono 30 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto. Mi scusi sull' ordine dei lavori, un attimo, per favore. Stiamo chiudendo la votazione, quindi abbiamo 30 voti favorevoli. Quindi all' unanimità è approvato l' oggetto 70, allora vorrei dei lavori. Si era detto che i colleghi collegato da remoto avrebbero dovuto garantire la presenza, facendosi anche vedere in video, se non sbaglio, sono ARAN considerati assente, tanto che vedo che sta prendendo piede il fatto di non mettersi collegati in video e di aggiungere anche le votazioni in calce. La inviterei a sollecitare che si collega da casa a darsi presenti in vita, altrimenti il Segretario il segnale di assente. Grazie.

Grazie da Zattoni, faccio presente però che abbiamo fatto delle votano molto rapida e quindi abbiamo potuto verificare la presenza come no, però chiedo scusa sempre sull' onda dei lavori, chiedo che venga attuata questa cosa, Presidente, l' ha detto lei ha,

No, io non lo so, una comunicazione che lo dice se la vada a recuperare, se vuole, del Presidente Segretario, se non sbaglio, quindi chi lo si collega in video va considerato assente.

Se vota nulla, la votazione.

Almeno cosa si vota Catalano sono ve li invitiamo, quindi se voce video, comunque si tratta di una votazione che è stata molto veloce, quindi abbiamo potuto verificare che erano presenti. Invito il dottor Pini a procedere con la votazione. Posso riguarda l' inammissibilità dei lavori. Più secondo no, no no, specialmente prendendo da casa. Anche qui. Chiede di intervenire un attimo sull' ordine dei lavori, anche sull' ordine dei lavori. No, semplicemente per ricordare Consigliere Zanotti che anche a lui stesso è capitato più di una volta, più di una volta di dire in diretta durante le Commissioni, che se c' era il video, se il video era collegato no, la il segnale non arrivava bene l' audio, c'è tutto un insieme di problematiche di questioni tecniche che adesso io non penso che i colleghi consiglieri non vogliono accendere la telecamera perché e per quale motivazione? Molte volte il problema è tecnico è dovuto dal fatto che, collegandosi video e audio, chi non ha un segnale veramente potente, o magari è in una zona dove non ha un campo di di una rete che funziona alla perfezione. C'è un problema di questa natura eh ah va bene, allora però adesso procediamo alla votazione dell' immediata eseguibilità. Così verifichiamo anche le assenze, le presenze perché il dottor Pini sta procedendo di fatto a una votazione per appello nominale e quindi vediamo subito se sono presenti oppure no e poi invito successivamente i colleghi ad accendere anche la telecamera. Grazie,

Ancarani, favorevole Ascari, favorevole, Bagnara favorevole Balestra avrebbe Bartolini, onorevole.

Bassi, onorevole dei.

Bentivogli favorevole Biondi, onorevole ricordami favorevole.

Brunelli, onorevole Calderoni, voleva.

Catalano favorevole.

Ceredi favorevole.

Costantini aveva.

Dogaia favorevole.

Alle mani.

Favorevole.

Da Saponara favorevole Marchi.

Favorevole.

Massa favorevole.

Minutillo, assente Morgagni favorevole Morra favorevole Pompignoli vuole.

Portolani, favorevole prati.

Favorevole Rinieri, onorevole.

Rivalta, onorevole.

Samorì.

Assente Tassinari favorevole, voterò favorevole.

Zottini, onorevole d' Antoni assente 30 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, grazie dottor. Pieni quindi l' oggetto 68 e immediatamente eseguibile, prego sì o voglio condividere con voi. Ho appena avuto una notizia bruttissima è morto l' ex sindaco di Meldola Venturi in età giovane per i tanti che l' hanno conosciuto volevo.

A rappresentare il dolore mio personale e proporre un minuto di silenzio perché è stato un personaggio che ha calcato la veste politica per tanti anni con tante condivisioni territoriali o poi personalmente lo conosco da tanto tempo.

Benissimo.

Sì, penso che possiamo come Consiglio comunale e chiedere al dottor sì al nostro Sindaco se unisce anche il nostro cordoglio eventuali comunicazioni alla famiglia. Passiamo adesso all' oggetto. 77, che riguarda l' accordo proprio tra i Comuni di Meldola, Bertinoro, Civitella, di Romagna, Forlì Forlimpopoli, Galeata, Santa Sofia e la Provincia di Forlì Ravenna, Forlì-Cesena per la messa in sicurezza della strada del Bidente e la realizzazione di una ciclovia interviene l' Assessore predetta Presidente, scusa, avevo chiesto di intervenire sull' ordine dei lavori in chat. Sono pericolanti, prego, bricolage un attimo, salvo siamo allora riguardo all' intervento che ha fatto il consigliere Zanotti, allora io ho provato più di una volta connettermi, ma mi mi mi cade la CO a lasciare il video acceso, ma accade la connessione, quindi sono qui, sto votando ogni volta che iniziamo con l' appello nominale vuoto, mi è capitato questa volta di non essere puntuale semplicemente perché non riuscivo con la connessione però ci sono e io cerco di fare il possibile, ma la connessione è quella che ha quindi sa attacco il video stacca la connessione. Preferisco esserci e farmi sentire piuttosto che farmi vedere, ma cadere la connessione dopo qualche minuto vigliacco. Ci tenevo a precisare questo grazie. Posso presiedere di intervenire sull' ordine dei lavori, giusto per ricordare ai colleghi con comunicazione protocollo numero 4 2 0 57 del 22021, o meglio, del 19/04/2021. Il Segretario generale ci ha ricordato che, ai sensi dell' articolo 73, comma 1, del decreto legge 17/03/2020 numero 18, è necessario certificare la presenza dei Consiglieri sulla base appunto, del collegamento da remoto, mantenendo la telecamera accesa. Chiaramente il senso della norma è evitare che ci siano comportamenti di iscrizione all' ultimo, peraltro senza preventiva identificazione, per esprimere una votazione che serve a modificare peraltro quorum deliberativi. Quindi è chiaro che l' intervento che noi vogliamo richiamare in questo senso da parte della Presidenza che i colleghi consiglieri che sono presenti a questa co a questo Consiglio comunale debbono da remoto. Debbono quantomeno garantire una connessione che sia idonea ai fini del decreto-legge che il Segretario Musso ci ha ricordato con la comunicazione dell' aprile 2021, qualora ciò non fosse possibile, è chiaro che attualmente sono ancora posti imprese. Ci sono ancora posti disponibili in presenza. Abbiamo però già in Conferenza dei Capigruppo interrogato la Presidenza, con riferimento peraltro al recente obbligo di presentare il Green pass sulle modalità attraverso cui prossimamente il Consiglio comunale possa radunarsi in presenza, quindi, da questo punto di vista, chiaramente noi non possiamo far altro che richiamare la Presidenza una nota del Segretario generale che era stata già trasmessa a tutti i colleghi Consiglieri.

Verificherò la nota, faccio però presente che abbiamo fatto otto votazioni in un' ora e mezzo, quindi credo che non ci siano dubbi che chi ha risposto e rappresenta veramente non è che, se collegato a lui il Presidente andiamo avanti con l' oggetto, 77 perché se lei sequestro mi costringe a intervenire sull' ordine dei lavori, il tema è proprio questo. Se lei legge la nota del prezzo del Segretario generale proprio in termini identificabilità del Consigliere, cioè se il Consigliere non si fa vedere, noi non sappiamo se Tizio Caio e Sempronio semplicemente dal timbro vocale, quindi è necessario che si identifichi, quindi è necessario che accenderà videocamera. Ve lo dico io, lo dice la legge.

Guardi io mi permetta di cioè ha perfettamente ragione però la portolani, la Briccola neo Catalano, io non credo di confonderli dal timbro della voce, comunque procediamo adesso con l' oggetto. 707 in termini scusi, Presidente, avevo chiesto anche io se è possibile parlare così marchi, non l' avevo vista, prego,

La ringrazio e dunque semplicemente per dire che innanzitutto che io comunque sono sempre presente dall' inizio alla fine, anche se disarticolate, evocava la telecamera Butte volte perché purtroppo la connessione a volte a quello che è, però, ho chiesto di intervenire per un altro motivo e mi scuso innanzitutto perché o presentare ho presentato una mozione che riguardava la crisi afgana e dovrebbe essere all' ordine del giorno anche oggi e per ragioni di tempistica, tale mozione in sede di Capigruppo non è stata accolta, però scusi marchi, scusi, no, perché per capire meglio,

Trattando l' oggetto. 77, avevo invitato la l' Assessore, potete intervenire, quindi non so se.

Se vuole, lo posso anche posticipare ad già successivamente dobbiamo parlare delle varie mozioni, parleremo anche dell' Afghanistan, discorso pronunciato, se mettere su cose insieme, perché ho già invitato tre volte due volte l' Assessore Pedetta e l' abbiamo interrotto altrettante volte grazie, ma lo posso tranquillamente ho bisogno di due minuti se poi, dopo finita l' albergo,

Grazie, quindi invito nuovamente l' Assessore Pedetta per l' esposizione del oggetto 77. Grazie Presidente, buon pomeriggio a tutti in esito diversi confronti con l' Amministrazione provinciale.

E di Comuni della vallata del Bidente riguardo la sicurezza stradale della strada di collegamento SP numero 4, che quindi costituisce un obiettivo prioritario per ogni ente proprietario della vallata, posto che detta infrastruttura risulta essere quella col più alto tasso di incidentalità della Provincia. Dicevo, in esito ai diversi confronti si è resa necessaria una visione integrata e complessiva del fabbisogno di interventi e per la corretta individuazione delle priorità, il in relazione alle risorse disponibili, anche attraverso sinergie di collaborazione per la progettazione di opere infrastrutturali e di gestione delle procedure di affidamento.

La Provincia di Forlì-Cesena sta già sviluppando il progetto per la messa in sicurezza della provinciale numero 4 in alcuni tratti.

Nel contesto della Pro delle progettazioni, i vari Comuni sono interessati a sviluppata a sviluppare anche interventi di messa a norma delle fermate del trasporto pubblico locale e percorsi ciclistici, utilizzando anche l' area fluviale, integrati fruibili per la collettività, in parte interessate, collegare gli ambiti, gli ambiti territoriali limitrofi e anche il litorale, i territori montani, l' attuazione dell' accordo prevede la predisposizione di un master plan che sarà approvato da tutti gli enti coinvolti, inteso come documento di indirizzo strategico che sì che sviluppa l' ipotesi complessiva di programmazione delle fasi e attività per la realizzazione delle finalità indicate. Il master plan, in particolare, svilupperà i seguenti temi ha la rifunzionalizzazione dell' intero asse stradale costituito dalla strada provinciale, 4 un' analisi dei fabbisogni complessivi di mobilità nelle sue differenti componenti.

B la realizzazione di un itinerario ciclabile. Una ciclovia verde lungo l' argine del fiume Bidente master plan individuerà un possibile percorso in grado di collegare i punti di interesse del territorio ai centri urbani di ogni Comune. Dovrà essere progettato per assolvere sia alle funzioni cicloturistica dei territori sempre più importanti e strategiche per l' economia, sia la funzione di collegamento per gli spostamenti ciclabili fra i vari Comuni. Sì, la sicurezza e la messa a norma per i diversamente abili delle fermate del trasporto pubblico sulla strada provinciale 4 risulta quindi opportuno stipulare un accordo che costituisca uno strumento di concertazione finalizzata ad assicurare i livelli di integrazione e coordinamento tra le funzioni amministrative e tecniche da svolgersi per garantire un effettivo perseguimento delle politiche della sicurezza.

Grazie Assessore predetta.

Grazie.

Quindi chiedo, do la parola al Consigliere prati.

Grazie Presidente.

Ma quella che stiamo valutando è una delibera di un accordo che credo sia molto importante e questo è un accordo che è in applicazione delle disposizioni sia nazionali che regionali, perché la legge numero 2 dell' 11/01/2018, il Governo Gentiloni ha introdotto una importante novità in quanto la mobilità ciclistica diventa parte fondamentale della politica nazionale dei trasporti e può accedere quindi ai finanziamenti del fondo del Ministero, questo è veramente un cambio di passo molto importante e si promuove l' uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per il quotidiano che per le attività turistiche.

Per migliorare la mobilità urbana, sia dal punto di vista della sicurezza che della sostenibilità ambientale. La legge regionale 10 del 05/06/1917 inquadra la bicicletta come mezzo ecologico alternativo all' auto per il miglioramento della qualità della vita e dell' ambiente. Ora, come è stato detto, la messa in sicurezza della strada provinciale 4 è molto né è molto importante, perché è una strada ad alta pericolosità per tutti i mesi di connessioni e anche per le biciclette. Quindi vedo che è assolutamente necessario avviare un percorso in risposta a questi, che sono appunto esigenze,

Del territorio, un' altra in qua. Un altro importante intervento è appunto migliorare le fermate di trasporto pubblico con accesso protetto per i disabili che in questo momento sono in condizioni fuori normativa.

Eh, però una delle novità importanti di questo accordo è la realizzazione, appunto, dell' itinerario ciclabile, la ciclovia verde a cui faceva riferimento anche l' assessore Peter Pan. questa ciclovia verde dovrebbe essere collocato all' lungo l' argine del fiume Bidente e collega così i punti di interesse del territorio e i centri urbani dei vari Comuni. Questo è un modo di incentivare gli spostamenti giornalieri sia fra i vari Comuni e promuovere anche attività cicloturistica e che facciano conoscere e fruire la nostra bella vallata del Bidente.

Il ruolo di Comune capofila ho visto che è stato assunto dal Comune di Meldola, sia per le procedure di affidamento che per la relazione del documento di indirizzo strategico e sarà il fil affidato ad FMI.

Credo che questa collaborazione fra gli Enti sia quanto mai necessaria, soprattutto in un momento come questo, in cui il cambiamento climatico ci impone un' inversione di tendenza anche e soprattutto sulla mobilità a cui siamo abituati in questo momento. Occorre quindi mettere in atto progetti e programmi a breve e medio termine che modificano anche l' assetto di mobilità delle nostre città e delle periferie. Mi aspetterei che il Comune di Forlì mettesse in cantiere una programmazione più generale di mobilità dolce, in accordo anche con i Comuni del territorio, per mettere in maggiore sicurezza quelle strade di lunga percorrenza che si congiungono concorrenti e che costruisce vere e proprie piste ciclabili in sicurezza per collegare le frazioni al centro.

I tanti finanziamenti europei, nazionali e regionali su questo tema possono segnare una svolta per il futuro. Anche della nostra città serve una forte volontà politica, una grande determinazione, e noi su questo aspetto e su questo campo ci siamo.

Grazie consigliere prati.

Chiede di intervenire il Consigliere Minutillo, grazie grazie, Presidente, ma intanto questo qui sicuramente è una libera, una delibera importante per due aspetti, principalmente la messa a norma delle fermate per i disabili e la riqualificazione della strada provinciale e sicuramente in questo momento non è,

Delle migliori. Il manto stradale non presenta sicuramente delle presenta molte criticità e sicuramente non è adeguatamente. non è adeguatamente in questo momento. Consono idoneo anche ai mezzi di trasporto che passano proprio per quella strada, perché sappiamo che c'è enorme presenza di mezzi pesanti, anche dovuta al fatto che ci sono diverse aziende che hanno proprio la sede produttiva in quella vallata. L' unica cosa che mi lascia un po' alquanto perplesso è la costruzione della pista ciclabile. Ritengo che unire tutti questi tre interventi pista ciclabile, firmate per i disabili e riqualificazione della strada provinciale, probabilmente forse poteva essere anche dal mio punto di vista, spacchettato, perché dico questo e possono può sembrare alcun intervento controcorrente. In realtà non lo è in realtà le spese che si affronteranno per costruire una pista ciclabile bisognerà capire e e sono stati fatti diversi studi quanto saranno sfruttate con le piste ciclabili e quanto nei mesi freddi, nei mesi invernali, troveremo dei ciclisti che la utilizzeranno a fronte di un investimento di risorse che, come pubblica amministrazione, noi andiamo a destinare.

Personalmente ritengo che sarebbe bastato sistemare il Marto, allargare la strada nei punti più pericolosi, creare una corsia magari adeguata, ma la costruzione e io questo lo dico in coerenza rispetto alle posizioni che ho sempre avuto dentro a quest' Aula quando ero di qua, quand ero di là, perché molti, quando a seconda di dove siedono cambiano idea, io sono una persona che è sempre stata coerente e mi fregio della mia coerenza e mi free e mi fregio anche della lealtà che ho sempre avuto nei confronti dei cittadini, sempre criticato questi lunghi percorsi ciclabili perché di fatto sono enorme quantità di denaro che la pubblica amministrazione va a spendere e che poi, purtroppo, passando d' inverno vedo come queste qui rimangono poi dopo delle cattedrali nel deserto.

Quindi quelle risorse, magari potrebbero essere spese in maniera più adeguata per sempre, all' interno, sempre per sistemare magari i percorsi urbani. Ma spenderle in un altro modo. Quindi il mio sarà un voto favorevole. Certamente non apprezzo tutta questa unione mettere insieme tutte queste cose qui perché vincola anche il consigliere del proprio voto, perché, come posso votare contro la messa a norma della strada provinciale, come posso votare contro la messa a norma delle fermate dei disabili? Certamente non non mi piace votare e destinare un sacco di soldi per piste ciclabili che saranno poi dopo utilizzate da pochissime persone.

Grazie Pompignoli, interviene il consigliere Ancarani.

No, sbaglia confuso, Minutillo con pignoli, no, Presidente h a chiamata.

No, perché stavo ho visto passare pulmino, scusate se succede succede, grazie, anzi Ancarani per la precisazione, non li confondo tra di loro e che sto cercando di seguire chi entra chi esce e nello stesso tempo di dare la parola, quindi mi sono confusa, quindi grazie Minutillo per essere intervenuto e prego Ancarani la parola lei sì, grazie Presidente, ma in realtà mi ha stimolato l' intervento del consigliere Minutillo,

Pompignoli, perché non mi trova d' accordo. La considerazione sulla l' ultima considerazione è quella sulla sull' investimento relativo alla ciclabile e spiego perché mi riallaccio anche in realtà l' intervento che ha fatto in Consiglio provinciale, votando sostanzialmente questa delibera qualche settimana fa, e naturalmente ho votato a favore e voterò a favore in Consiglio comunale a proposito di coerenza, quando rivestiamo ruoli diverse, sediamo in insomma e ricopriamo ruoli in enti diversi.

Non mi trovo d' accordo perché c'è un' esperienza che ho seguito da vicino quando ancora non ero consigliere comunale, aveva un altro ruolo, però ho avuto la fortuna, il piacere di poterla seguire riguarda un' altra strada provinciale. La Cevese, che ha caratteristiche naturalmente molto diverse dalla SP 4, però è anche la Cervesina, ma strada naturalmente di lunga percorrenza, in cui il tratto di competenza forlivese non è totale, nel senso che c'è il coinvolgimento di un altro Comune, anzi di un' altra provincia e comune in quella di Ravenna e in cui però le problematiche erano ATER naturalmente relative alla sicurezza, alle fermate no e quando la Provincia a suo tempo decise di destinare i famosi finanziamenti che ANAS, a un certo punto trasferire alla Provincia per sistemare e allargare.

È la l' attuale Cevese.

Fu fatta la scelta perché i finanziamenti non erano sufficienti, appunto di fare quello che diceva il consigliere Minutillo, cioè allarghiamo, combiniamo il Comune fece allora e poi anche successivamente, degli interventi di messa in sicurezza di sicurezza dentro i centri abitati.

E il progetto che fu fatto fu appunto di sistemazione della della della sede stradale, in un' ottica anche di futura pista ciclabile, e ricordo perfettamente che l' ingegnere Val piani allora dirigente della Provincia, disse la sistemiamo in modo tale che poi, un giorno no farete semmai ci saranno i finanziamenti. La pista ciclabile morale. Ad oggi la pista ciclabile ancora non c'è e chissà quando ci sarà, perché naturalmente sono costi importanti, e questo lo sappiamo tutti. Allora io, alla luce di quella esperienza, sarei per dire esattamente il contrario, cioè quando si progetta si progetta complessivamente perché oggi ci sono canali di finanziamento, ne parlava prima la collega Loretta, prati canali di finanziamento che vengono dall' Europa tramite la Regione e finanziamenti nazionali, una volta fatto un progetto complessivo che tenga conto di tutto arriva no, un finanziamento ad hoc, ecco che lo si può presentare. Io credo che sia questo il modo corretto di fare progettazione. Allora non fu possibile e quindi si fece, come si suol dire, quello che che si poteva che si riusciva a fare. Allora però è rimasto un progetto. Guardo anche il collega Bagnara, che è di quelle zone. è rimasto un progetto a metà, tant' è che il mio intervento in Consiglio provinciale così lo condivido anche qui in Consiglio comunale è stato quello di chiedere all' ufficio tecnico della Provincia se fosse in programma.

Diciamo così un ragionamento, visto che non è la mia delega, quindi l' ho chiesto non non conoscendo nello specifico nel dettaglio tu, naturalmente tutti i progetti in essere. Se fosse appunto in progetto, è un ragionamento complessivo. No sulle strade provinciali di messa in sicurezza, di realizzazione di ciclovie, chili di piste ciclabili.

Perché per tanti anni, per ragioni che conosciamo tutti no, la Provincia, insomma, fino a poco tempo fa doveva essere superata, per cui non si è fatto programmazione, non si è fatto programmazione in ambito scolastico, non si è fatto programmazione, ma neanche in ambito, naturalmente, di e di viabilità, e credo che sia giunto il momento. Questa operazione è andata in porto perché c' erano dei Comuni particolarmente interessati che hanno trainato no, il progetto.

Ma non può essere l' unico che mi piacerebbe che a partire dalla Provincia, ma naturalmente anche dai Comuni interessati, pensando alla Cevese, naturalmente il Comune di Forlì e poi il Comune di Ravenna, ma anche altre situazioni trovino la convergenza che si è trovata sulla SP 4, cioè io credo che le condizioni siano oggi mature perché sono un po' cambiate il clima un po' cambiato. Anche l' Ente Provincia, insomma, è in una situazione un po' diversa rispetto a qualche tempo fa. Io credo che sia giunto il momento di.

È come dire risedersi attorno ai tavoli e provare a programmare anche su su altre, su altre vie, su altre strade, pensando in grande, io credo che sia giusto farlo poi chissà, però è giusto pensare in grande e non limitarsi a quello che pare essere strettamente necessario, perché se non cominciamo a investire sulla mobilità alternativa, chiamiamola così. Insomma, quindi, non faremo mai quel passo in avanti che è necessario fare per raggiungere quei grandi obiettivi. No che l' Europa ci impone, che sono sempre più stringenti, quindi è ora è questo il momento. Non possiamo più assolutamente attendere, quindi guardo l' Assessore Pedetta. Insomma, cerco di trasmettere. Ecco questo stimolo affinché si possa andare in questa direzione, anche come Comune di Forlì. Grazie grazie. Consigliere Ancarani, chiedevo la conferma per da prati da marchi se dovevano intervenire sempre sull' oggetto. 77.

Io vorrei intervenire sull' oggetto 77 tratti perché non riesco a vedere se era la richiesta precedente oppure.

Pazzi se questo sì, però, non riuscivo a capire se voleva fare qualche precisazione, quindi marchi,

Sì, grazie Presidente, no, direi che vorrei dire semplicemente questo che, nell' annunciare il voto favorevole di Italia, Viva sicuramente a questa delibera perché si preannuncia la la?

Costruzione di nuove piste ciclabili vorrei anche dire con forza che non possiamo fare finta di nulla, visto l' emergenza climatica che c'è vista.

Le proteste dei giovani che, che che ogni giorno giustamente lamentano la togli il troppo disinteresse verso le questioni climatiche da parte delle istituzioni, finalmente c'è un passo nella giusta direzione, un piccolo passo, perché si tratta sicuramente di un piccolo passo,

Però un passo significativo, cioè se si decide di spendere i soldi e magari utilizzare anche risorse che possono arrivare dall' Europa, perché no, per fare dei dei percorsi ciclabili veri e non delle dei percorsi ciclabili come quelli che ci sono in alcune zone del centro di alcune zone di Forlì come ad esempio in in in via Campo di Marte.

Dove già sono semplicemente percorsi ciclabili. E comunque mi risulta che abbiano creato qualche criticità e qualche difficoltà da parte del traffico e da parte della della percezione dei dei cittadini perché si uniscono parcheggi e piste e percorsi ciclabili e traffico urbano normale e il tutto creando non certo sicurezza cari per il cibo, per i ciclisti. E.

E non non arrivando allo scopo che ci si prefigge qui, invece, è una cosa diversa. Qui ci si propone di fare e per questo noi lo voteremo convintamente a favore una pista ciclabile percorso ciclabile su una strada pericolosa, che ne ha tutta la necessità e poi, comunque, noi dobbiamo dare un segnale perché il futuro il domani strane, anche nel nel cambiare un pochettino le nostre abitudini e la nostra mobilità,

Mi dispiace che il consigliere Minuti lo pensi che possono essere usate da portici ciclisti. Queste piste. è compito nostro cercare di stimolare e incentivare e modo di cambiare la la, la, la dal dal punto di vista culturale e voi dobbiamo mettere in condizione, dobbiamo dare dei servizi ai cittadini e poi cambiare le loro abitudini dal punto di vista culturale e per far sì che utilizzino questi servizi e il futuro. Sicuramente, se vogliamo andare verso un rispetto dell' ambiente, un rispetto della sicurezza stradale e quant altro, va sicuramente nella direzione di tutelare di più i ciclisti e i pedoni, cioè che coloro che sono le,

I personaggi più fragili nella nella nella nella nella.

Fico urbano extraurbano, per cui dico io apprezzo molto questa questa delibera e voterò convintamente a favore e mi auguro che in futuro si vada sempre di più verso questa direzione e alla direzione di ascolto e di dare un po' più di ascolto a quei ragazzi che protestano ormai quotidianamente nelle nostre piazze e nelle nostre strade per far ascoltare un po' di più la loro voce a,

E un po' più di rispetto verso l' ambiente che ci circonda, questo sarebbe un segnale piccolo, segnale, ma che va nella giusta direzione, grazie,

Grazie consigliere, Marchi, io non ho richieste di intervento, quindi chiedo di aprire la votazione e.

Ci sono richieste di intervento per voto, voto voto, chiedo però appunto invito i colleghi a casa ad accendere lo schermo così la telecamera, così possiamo essere anche tranquilli per l' identificazione, grazie, posso per il voto dichiarazioni di voto prima allora di aprire la votazione del Consigliere Alemani, credevo che lei chiedesse il voto perché aveva fretta di votare la dichiarazione di voto, chiedo venia se non mi sono fatto comprendere.

A nome del Gruppo del Partito democratico preannuncio un voto favorevole a questa delibera. Mi sarei sinceramente aspettato questo lo debbo dire però una controreplica da parte dell' assessore, perché sono state fatte le osservazioni abbastanza anche puntuali rispetto a interventi di investimento in materia di mobilità dolce ciclabili a tutela della sicurezza stradale delle parti dei soggetti deboli della strada. Quindi, secondo me c' era molta carne al fuoco, sulla quale magari una risposta da parte dell' Amministrazione sarebbe stata, come dire, anche giusta, visto le sollecitazioni che non sono pervenute solo dai banchi della minoranza. Quindi, ad ogni modo, esprimo, come dicevo poc' anzi, un voto favorevole da parte del Gruppo del Partito Democratico, segnalando quello che veniva appunto segnalato prima dai colleghi che sono intervenuti su gli investimenti in materia di pista ciclabile, mobilità dolce che, insomma,

Vediamo ancora latitare rispetto alla progettazione rispetto anche all' esecuzione dei lavori, quindi voto favorevole all' oggetto. 77, grazie.

Grazie alle mani.

Quindi procediamo col voto, grazie.

Era coperto, non ho visto la richiesta di intervenire da parte di sì, sarò molto breve come Gruppo Lega voteremo convintamente a favore della delibera, in quanto dimostra una grande sensibilità dell' Amministrazione verso la tematica della della mobilità sostenibile e va incontro alla sempre più crescente richiesta da parte dei cittadini di questo tipologia di pareri di percorsi ciclopedonali e lo dimostrano anche i recenti cantieri che porteranno che collegheranno numerose parti della città grazie,

Grazie Rivalta,

Vai bene, Ancarani, amorevole.

Ascari favorevole.

Bagnara favorevole.

Balestra favorevole.

Bartolini, onorevole.

Bassi, autorevole.

Beh, dei favorevoli.

Bentivogli.

Biondi, assente bricolage anni.

Assente Brunelli.

Favorevole.

Calderoni, onorevole.

Catalano.

Favorevole.

Ceredi.

Onorevole.

Costantini, volevano.

Drogheria, favorevole alle mani amorevole Lasaponara favorevole.

A marchi favorevole.

Massa favorevole, Minutillo, amorevole, Morgagni, onorevole.

More amorevole, Pompignoli favorevole.

Portolani, favorevole, prati favorevole.

Rinieri.

Rinieri favorevole.

Ieri, favorevole Rivalta favorevole.

Samorì favorevole.

Tassinari favorevole.

La notte favorevole Zatini.

Bottoni.

Assente.

30 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, benissimo, grazie, dottor, pieni quindi l' oggetto. 77 è approvato all' unanimità dei presenti, adesso apriamo invece la parte relativa alle mozioni. La prima mozione è quella che ha il numero 25, che riguarda l' istituzione del Garante della terza età, come avevamo concordato precedentemente con la Capigruppo, verrà poi affrontato.

E approfondito in sede di Capigruppo nei prossimi nelle prossime settimane e quindi la mozione successiva è quella con oggetto 26 Mozione profughi afgani presentata da Minutillo e il gruppo.

Aspetti non so se sorge Giorgia Meloni Fratelli d' Italia in data 24/08, successivamente abbiamo il consigliere Marchi, che chiede di intervenire e quindi intanto do la parola Minutillo mi scusi, Presidente, per la verità il mio intervento voleva essere prima dell' intervento del consigliere Minutillo, se fosse possibile, visto che,

Poi, dopo, naturalmente, ci può discutere tutto quanto però la la la, il mio intervento era sull' ordine dei lavori era proprio per discutere preventivamente questa cosa qua prima che venisse discusso la mozione del consigliere Minuti. Prego.

Marchi. La ringrazio molto e scusatemi, ma ho chiesto la parola perché, avendo anch' io ho presentato una mozione che riguarda la crisi afgana, e per per ragioni di tempistica, naturalmente tale mozione in sede di Capigruppo non è stata accolta e la discussione e comprendono e mi adeguo naturalmente.

Ma ho presentato questa mozione dopo aver letto quella del gruppo di Fratelli d' Italia, Giorgia, Meloni,

E condivido per una grandissima percentuale, perché quelle cose che sono scritte nella produzione di consideri costiere Minutillo condivisibili in grandissima parte e quindi del contenuto di quella mozione, non è tanto quello in discussione ma è, credo, credo che sia molto simile a quella da me da me proposta ma come avevo già anticipato al termine del corso dell' ultimo Consiglio come una al Consigliere,

Ritengo che la loro mozione, seppur condivisibile, così marchi, però la devo interrompere perché non non ha neanche presentato la mozione il Consigliere Minutillo, una valutazione della mozione la può fare successivamente, quindi il Consigliere, la presenza e poi eventualmente lei ha presente sia la sua richiesta di ulteriori a persone un' ulteriore mozione dopo penso no, ma sento però comunque se ne deve fare una valutazione e un commento. Occorre necessariamente ci intervento Minutillo prima. Certo certo certo che bene, quindi do la parola al relatore.

Grazie grazie, Presidente, ma insomma una mozione che come gruppo Cassis de dei vantaggi.

Eh scusate.

Posso intervenire, ne ha la facoltà, prego okay, grazie.

Intanto per i due vorrei questa qui è una mozione che come Gruppo abbiamo presentato, anche a seguito dei dei fatti, anche con malamente sanno tutti quanti coinvolti tutti quanti colpito per la situazione afgana, gente aggrappata agli aerei delle forze occidentali che lasciavano il Paese e che erano impauriti appunto dall' arrivo degli estremisti islamici talebani che volevano in qualche modo riportare l' Afghanistan nel regime del terrore nel regime di chi utilizza la religione in modo estremista e in modo soprattutto, non adeguato per qui, in qualche modo, per sopprimere quelli che sono i diritti umani, i diritti civili che noi nella nostra società occidentale riteniamo siano cardine di una convivenza pacifica tra la società all' interno della società, riteniamo che il conflitto afgano e sia stato sicuramente un conflitto difficile perché ha riguardato principalmente,

I contingenti militari della NATO coincide i contingenti militari occidentali, il nostro contingente militare che ha cercato attraverso delle missioni di pace che allora furono finanziate anche dal e approvate anche dal governi di centrodestra, Governi anche di centrosinistra, però ricordo che in Afghanistan ci fu un dibattito molto importante e l' allora Governo Berlusconi decise di intervenire spendendo gran parte di nostri, diciamo, militari, personale anche diplomatico, appunto per cercare di dare una stabilità è di dare una stabilità, un' area, affinché queste, affinché il regime dei talebani venisse sconfitto e affinché venisse dato un popolo, la libertà di poterci di poter autodeterminare, di poter.

E scegliere quelle che potevano essere le forme di governo di poter vivere secondo quelle che potevano essere. Le libertà di ognuno di noi ha, con molti afgani, hanno scelto di opporsi, hanno scelto di collaborare con il nostro Governo, hanno scelto di collaborare con il nostro contingente, hanno scelto in qualche modo anche di esporre al pericolo la propria incolumità le proprie famiglie, cercando di combattere questo questo regime e cercando proprio di opporsi. Ecco, purtroppo.

Probabilmente e non lo so, però l' Afghanistan è andato come i governi occidentali volevano, e sicuramente il fatto di lasciare l' Afghanistan un giorno, dal giorno alla notte, senza neanche abbandonando a se stesse queste persone che hanno scelto proprio di stare vicino al nostro contingente militare può avere ha ingenerato sicuramente un regime del terrore, un regime di caccia alle streghe, un regime di chi probabilmente non vuole vede la sua vita in pericolo e vede anche in pericolo la vita della propria famiglia. Quindi, con questa mozione noi vogliamo certamente sensibilizzare il Comune di Forlì e non è la solita mozione che scusate. Per cortesia, però sto intervenendo se, se parlate, io non riesco a intervenire. Grazie e.

È una mozione che vuole sensibilizzare in qualche modo il Comune di Forlì all' interno del progetto nazionale e internazionale, affinché coloro che hanno effettivamente combattuto a fianco a quello che è il nostro contingente hanno aiutato il nostro contingente, hanno accettato di farsi aiutare dai nostri uomini presenti sul territorio in qualche modo qualora fossero in pericolo di vita, fossero in pericolo di.

Essere perché parliamo di finire proprio nelle mani del regime proprio talebano.

Possano trovare accoglienza nel nostro territorio, possono trovare accoglienza proprio nel territorio anche del nostro Comune. Questo perché perché noi come forza, come Gruppo, consiliare come forza politica siamo sempre battuti per un in per un riconoscimento dei diritti umani, per un riconoscimento di un' immigrazione che effettivamente è meritevole dello status di rifugiato.

E, purtroppo lo status di rifugiato in questi anni è stato un po' annacquato, perché molte persone che sono venute all' interno del nostro territorio hanno fruito di questa trave di questa scusa per albergare nel nostro territorio e in qualche modo creando anche disagi, creando proprio disagi anche alla popolazione e forlivese stessa. E questo purtroppo non ha nulla a che vedere, invece con chi scappa dall' Afghanistan con chi scappa da una situazione veramente di difficoltà e di paura, e credo che il nostro lato umano, che ha sempre distinto quella che è la nostra società, quella che ha sempre distinto quella che è la nostra civiltà in questo momento difficoltà debba venir fuori questo non vuol dire che dobbiamo dire dobbiamo deve passare il messaggio che dobbiamo cogliere.

Tutti coloro che sono nate nel tutti coloro che.

Tutti coloro che?

Vogliono venire nel nostro Paese, ma tutti coloro che effettivamente in questo momento stanno vivendo una situazione di pericolo per aiutarli e per poi, un domani, aiutarli a tornare nel loro Paese sperando che il loro paese possa essere, non lo so come saranno un dipende da noi, però certamente possa essere un paese ospitale, un Paese che possa permettere a tutti di vivere la propria vita, questo purtroppo attualmente non è così perché abbiam visto veramente delle immagini terrificanti in televisione, soprattutto per quel che concerne la condizione della donna e.

IMU e quant altro, quindi, insomma, io vi chiedo di votare favorevolmente a questa mozione.

Se il consigliere Marchi ho letto anche la mozione che voleva presentare sostanzialmente il consigliere Marchi, ha detto che condivide, mi fa piacere che condivido ho letto anche la mozione del consigliere Marchi, se il consigliere Marchi vuole presentare qualche emendamento per evidenziare qualche punto può farlo liberamente il nostro gruppo lo lo valuterà sicuramente con positività e quindi mi auguro che tutte le forze politiche votino favorevolmente a questa mozione.

E niente, ecco, questo è stato un po' il senso per cui abbiamo voluto portare questa tematica all' interno del Consiglio comunale,

Grazie, consigliere, Minutillo.

Ed è?

Chiede di intervenire il Consigliere alle mani sì più che altro sull' ordine dei lavori perché, come sappiamo, a questa mozione sono pervenuti emendamenti da parte del collega Bentivogli, quindi vorremmo quantomeno che lui li esponesse nella formulazione recente.

Ah, ma io non lo so, io sto aspettando lei, allora io mi taccio.

Ma mi perdoni, il collega Marchi ha presentato le sue considerazioni rispetto anche le modifiche, voleva fare Minutillo, ha presentato la mozione, a questo punto manca, lei, poi facciamo una discussione unica a questo punto tanto è inutile se no discutere le cose operativamente, però Presidente, io non avevo terminato il mio chiedo dov' è l' intervento,

Va bene.

Quindi ha sollecitato le mani, grazie quindi adesso ridiamo la parola al consigliere Marchi o a Bentivoglio e successivamente grazie, ma la ringrazio, la ringrazio, Presidente no, ma semplicemente per dire che, come avevo stavo già dicendo prima, diciamo che io apprezzo molto e condivido in gran parte le parole contenute nella mozione della del.

Offrendo il quale però ci sono delle.

Del delle cose che non sono corrette dal punto di vista formale e la rendono così com' è non non non votabile, come devo dire, non non mi sembra corretto dal punto di vista della formulazione della loro già anticipato, anche al in chiusura dell' ultimo Consiglio comunale.

Al Consigliere Minutillo e il motivo per il quale, senza nessuna pretesa ESA, io ho formulato la mia roba mia controproposta. Se vogliamo, è semplicemente questo quello di cercare di arrivare a un testo che sia il più condiviso possibile, sia attraverso emendamenti che sia attraverso come io auspicherei attraverso una discussione magari in terza Commissione e per arrivare a un testo io obiettivo e io mi prefiggo, ecco su questo tema, dunque, sul quale credo che non possiamo che essere e concordare tutti quanti si possa arrivare a un testo.

Condiviso il più votabile da parte di tutti quanti, come abbiamo già fatto anche per la musica, non è.

Non vedo perché non possiamo fare la stessa cosa virtuosa, dal mio punto di vista, anche su questa mozione qua visto che il prezzo.

Questi sono tutti, visto che sicuramente la pensiamo tutti alla stessa maniera su questa problematica e su sul tema che stiamo che stiamo discutendo, quindi.

Il testo che io ho presentato a solo quell' obiettivo, lì quel motivo, quello di stimolare, di stimolare, una, ha discusso e arrivare, se così si può, a due ad un testo che sia condiviso da tutti all' unanimità e io il mio obiettivo è questo,

E non mi si dica però votare, io credo che il testo che io ho presentato il consigliere Minuti lo ha letto e mi fa piacere che lo abbia letto e penso che possa essere uno spunto una per poter ripe rinnovare ha discusso.

Io credo che all' interno del sottoscritto io non ci sia nulla di male che io voglio il venga votato, il testo che ho scritto io ci mancherebbe altro, però mi permetto di sollecitare una valutazione ai consiglieri che hanno presentato questa mozione.

E valutare se sia possibile o meno fare delle modifiche anche al testo che hanno scritto loro per arrivare, ripeto, si può anche questa Commissione ha un testo che vada bene a tutti quanti e che possa essere votato all' unanimità. Il mio obiettivo è molto semplicemente questo. Grazie,

Grazie consigliere, Marchi.

Interviene il consigliere Bentivogli sì, grazie Presidente.

Ma semplicemente per spiegare un po' gli emendamenti che avevo presentato già.

Durante il Consiglio precedente, che riguardano appunto la mozione presentata dal consigliere Minutillo.

Nel merito, proprio 10 secondi per spiegare un po' la motivazione del degli emendamenti erano Solta, sono semplicemente delle precisazioni.

Su sui fatti, poi, che avverranno nel momento in cui, anzi che sono già avvenuti, visto che c'è già stata una per l' accoglienza della prima famiglia che viene dall' Afghanistan, che proviene dall' Afghanistan, sul fatto che è la prefettura che individua e decide quali sono gli gli spazi idonei per di accoglienza delle famiglie,

Profughe provenienti dall' Afghanistan.

Quindi, brevemente per elencare gli emendamenti, se avete in mano il foglio non so se avete mano il foglio ok emendato.

Alla al quinto capoverso, alla terza riga, dopo.

Adoperarsi si inserirebbe l' emendamento che dice per garantire l' accoglienza ai civili che in questi vent' anni hanno collaborato con coraggio e lealtà con i governi e le ONG e le associazioni straniere per costruire un nuovo Afghanistan,

Secondo emendamento sesto capoverso, questo riprende dall' inizio e l' emendamento dice l' Unione europea deve essere in grado di dare una risposta comune concreta di accoglienza a chi, come effettivi, corre effettivi pericoli, con la situazione emergenziale venutasi a creare in Afghanistan, come lo stesso premier italiano Mario Draghi ha auspicato poi finisce il capoverso dicendo abbiamo il dovere di dare accoglienza nei confronti di tutti coloro e così fino al punto finale.

Settimo capoverso, penultima riga.

Dove c'è la il virgolettato territorio dopo territorio si inserisce, ci candidiamo a collaborare nell' accoglienza dei profughi afgani che vorranno essere indirizzati sul nostro territorio, ultimo emendamento all' ottavo capoverso,

Riprende dalla alla terza riga, dopo sin da subito disponibili,

Riprendo tutta la parte finale modifico tutta la parte finale, quindi di concerto con la Prefettura, appunto, come dicevo poc' anzi, e sottolineavo chi ha in mano fra virgolette, la responsabilità dell' accoglienza dei profughi afgani, con la Prefettura e il Ministero degli Interni a collaborare nel lavoro di accoglienza nelle strutture statali, per contribuire al sostegno dei collaboratori afgani, degli attivisti e di chi è esposto al pericolo grazie.

Grazie, Bentivogli.

Biondi.

Intanto devo dire.

Perché?

Mi sono abituato io a trattare l' argomento essendo qui di fianco a dai capi.

Intanto una considerazione, poi non è, non è un pregiudizio.

No, non è neanche un giudizio, non vuole essere una presa di posizione, non vuole essere naturalmente né un accuse e neppure il voler rilevare alcune questioni, ma forse una presenza maggiore della Giunta sarebbe stata opportuna quando si discute di questi aspetti,

Anche perché io non ho nulla da aggiungere al contenuto,

Ecco, mi avete rovinato la questione politica.

Data l' avevi detto.

Perché se poi dite voi sminuisce quello che?

Il ragionamento è un altro, però scusi Sindaco, vorrei un attimo la sua attenzione,

Perché comunque alcune cose io ho da dirle perché a me sembra di essere coerente nel sostenerli in qualsiasi momento il ragionamento qual è e nessuno discute la situazione particolare.

E qui non mi voglio neppure a me da me mettere qui a dare giudizi al comportamento degli americani piuttosto che la situazione che dopo vent' anni si è venuta a creare con qualche giorno dopo le prime ripartenze, le prime partenze, naturalmente i talebani hanno ripreso il potere nel modo,

E io non sono neppure in grado di giudicare se quei talebani di oggi sono quelli di vent' anni fa e quindi si corre veramente il rischio, anche se lo dubito, anche se credo che sia così, se si corre veramente il rischio che oggi si è ricaduti esattamente, si è tornati esattamente alla situazione di vent' anni fa.

E voglio però riaffermare politicamente che quella guerra, quell' invasione, quella andata non solo della degli americani, ma degli occidentale, in particolare in quella terra d' Afghanistan, a ricercare gli assassini che avevano creato, naturalmente, che avevano fatto l' attentato terroristico alle 02 Torri, io la rivendico come una iniziativa necessaria del mondo occidentale del mondo avanzato.

Oggi devo prendere atto che quei vent' anni non sono serviti a cambiare una situazione e probabilmente anche l' esito è stato formalmente tecnicamente sbagliato e quindi, purtroppo, dobbiamo riconsiderare il problema da questo punto di vista.

Ma quella situazione del 2001, quella iniziativa del 2001 no, io non ho pentimenti di nessun genere e rovi e revisionismi di nessun genere da fare, eccetera, eccetera, quindi qua la storia è questa, oggi dobbiamo prendere atto di questa situazione. In questa situazione arrivano degli afgani, arrivano dei cittadini che hanno collaborato con i contingenti europei che hanno collaborato con tutti i conti, compreso il nostro. Arriva gente che probabilmente lasciata in quell' area, in quella situazione avrebbe pagato nell' immediato le conseguenze che sono propri degli atti.

Che mettono in atto delle azioni che mettono in atto gli afgani e quant altro, ma noi dobbiamo fare un' operazione, ecco perché il valore di questa mozione, dal mio punto di vista, noi dobbiamo fare un' operazione che precisa.

Certo, l' Europa deve prendere atto di questo, lei deve intervenire in una logica che non sia quella solo per lasciare, ma in questo caso però c'è esiste già di per se stessa una distribuzione di quei profughi che arrivano da quella realtà perché in ogni paese arrivano quelli che hanno collaborato con contingente armato i militari che di quei Paesi è andato in terra afgana, quindi non esiste il problema della distribuzione. Esiste un altro problema, esiste questa la necessità di attuare progetti che non siano progetti standardizzati rispetto ad una integrazione di.

Naturalmente flussi migratori che potevano arrivare da qualsiasi altra realtà, ma nei confronti di questa gente noi dobbiamo utilizzare metodi e strumenti diverse. Ecco perché, per esempio, io credo mi auguro che il nostro Comune, per esempio, sappia individuare soluzioni diverse, momenti di integrazione reale per per persone, per famiglie per nuclei familiari che, fra l' altro, hanno una scolarità ad una formazione culturale diversa, che probabilmente hanno intenzione di integrarsi proprio perché hanno vissuto un percorso migratorio anche diverso. Il loro non è una fuga da certi da dai loro Paesi di origine per le ragioni più svariate, ma ritornano dopo i vent' anni vissuti con contingente in terra afgana e oggi arrivano perché non potrebbero vivere da un' altra parte, ripeto, con una scolarità diversa, doppia, anche perché noi non possiamo rimangiarci dal punto di vista politico ciò che abbiamo fermato su come, dal nostro punto di vista, vanno gestiti i flussi migratori di carattere generale.

E in questo caso la dimostrazione di civiltà, di attenzione e di una cultura adeguata. Questo problema deriva dalla capacità che noi dimostreremo di attuare progetti specifici per integrare quelli che arrivano dall' Afghanistan. Noi del ragionamento politico e Forlì che ne ha le capacità, dal mio punto di vista deve dare dimostrazione appunto di saper costruire progetti e laboratori in questo senso. Quindi, al di là della retorica, eccetera, eccetera certo, siamo tutti dispiaciuti e che che siamo tutti dispiaciuti per ciò che purtroppo si sta verificando in quella realtà e siamo tutti naturalmente solidali, in particolar modo nei confronti che arrivano da noi perché non potrebbero vivere, rischierebbero la morte, appunto rimanendo in terra in terra afgana,

Ma noi dobbiamo fare di più. Noi dobbiamo comprendere quel valore di quella di di di di di di di quella fuga di quella realtà della storia che loro vivono e del tipo di realtà che portano nel nostro paese e dobbiamo rispondere in modo adeguato. Allora diamo una lezione di civiltà, di cultura, di capacità e di comprensione vera, dei fenomeni migratori e delle spese, degli spostamenti che nel mondo si verificano quando appunto esistono soprattutto di quelle condizioni.

Ha finito Biondi.

Grazie Biondi.

Chiede di intervenire alle mani.

Per favore, non facciamo botta e risposta, così interviene alle mani, non ho seguito cosa diceva Biondi, ma invito a comportarsi in modo adeguato.

Prego, ma viene da ridere perché poi, alla fine di questo mandato, forse l' unico, l' unico ammonito, sarò io dopo tutto quello che si è, soprattutto quello che è successo va bene, prendo atto ma va bene, lasciamo stare, intervengo sul sul punto all' ordine del giorno,

Allora la situazione afgana chiaramente.

Per favore, non interrompa.

Quei.

Per favore, per favore.

Deve intervenire, sta intervenendo alle mani, la invito anche a prendere a usare la mascherina, per favore.

Allora invito a mantenere la calma Cuba, usare la mascherina e a lasciar parlare i colleghi.

Presidente, allora invito il collega a mettersi la mascherina innanzitutto, e ad un comportamento degno di questo consesso.

Nei confronti col, per favore, allora io fermo tutti e adesso zitti tutti deve intervenire le mani e invito i Consiglieri a comportarsi in modo adeguato,

Perché considera le mani ha chiesto la parola e ha diritto di parlare in una situazione serena.

Per favore, Consiglieri Biondi, se deve parlare con gli amici, può accomodarsi fuori grazie.

Allora?

Ti ho invitato a non fare confusione in Aula, Consigliere Biondi, e a Conte a tenere un comportamento adeguato alla sede in cui siamo.

Allora l' ho invitata, no, non è vero, questo quindi la invito a moderarsi, prego alle ma.

Grazie.

Dunque, nel merito della questione, chiaramente ci sono osservatori molto più capaci e attenti di quanto possa dire io chiaramente da Consigliere Comunale di questa città non posso altro che dire che, di fronte alla violazione dei diritti della persona.

La nostra Costituzione, il nostro Statuto, le regole che disciplinano la nostra comunità ci richiamano necessariamente ad un impegno di accoglienza di coloro che vedono così violate le loro libertà e i loro diritti, poi spetterà a chi è più bravo, capace più in alto di me come di altri assumere i provvedimenti e prendersi le responsabilità di scegliere come affrontare una situazione di questo tipo e come valutare quello che è accaduto negli ultimi vent' anni in Afghanistan e forse non solo in Afghanistan e questi qui si potrebbe allargare il tema,

Per quanto riguarda la nostra città. Di fronte a questa mozione e parlo della mozione dei colleghi di Fratelli d' Italia, debbo dire con sincero stupore, che è un testo condivisibile nei presupposti, ma anche nella forma, nel metodo, nell' idea di fondo che poi è quella che dicevo prima, e cioè il principio dell' accoglienza in funzione della tutela dei diritti delle persone, persone che, come ricordava prima il collega, Biondi in molti casi hanno vissuto un' esperienza diretta anche in virtù della presenza del contingente italiano e del personale diplomatico in Afghanistan e che quindi, per non vedersi completamente, anche direi traditi dalle esperienze della presenza nostra della nostra Repubblica nel loro Paese, giustamente oggi reclamano anche solo come dire, il diritto di essere tutelati, i loro diritti nella loro libertà, dopo che quello che è successo lo abbiamo visto e lo vediamo costantemente sulla stampa e sui telegiornali. Quello che invece non mi ha stupito, ma che sinceramente non mi sarei aspettato sono gli emendamenti, del collega Bentivogli che nella sua persona, negli emendamenti che ha presentato a nome del Gruppo Lega, di fatto va a circoscrivere.

Quel presupposto, quello quella finalità, quel termine che abbiamo tutti condiviso che è il termine accoglienza.

Tanto da perdonatemi, ma sarà stata anche una svista, una spiacevole svista, ma a tutti i colleghi Consiglieri. 13/09, Giunta peraltro una comunicazione che accompagnava quegli emendamenti in cui il termine accoglienza veniva subito motivato con, ma a cui possiamo, l' Italia può accogliere tutto il popolo afgano, dobbiamo accogliere anche i talebani, persino l' ISIS. Queste erano le considerazioni accompagnatorie agli emendamenti che il collega Bentivogli ha fatto e che giustamente ha riformulato quest' oggi che discutiamo di questo di questo documento perché, insomma, è evidente, collega Bentivogli che nessuno di noi intende l' accoglienza in quel modo tanto provocatorio, come immagino fosse, come immagino erano le sue considerazioni allegata all' emendamento.

Ma è altrettanto chiaro e immagino che lei sia d' accordo con me che quando la nostra Repubblica si assume l' impegno di essere presente con un proprio contingente in un Paese estero, chiaramente e nell' unico scopo di una missione di pace, perché sappiamo tutti il divieto esplicito della nostra Carta costituzionale all' utilizzo della guerra del conflitto come strumento di risoluzione dei conflitti.

È chiaro che allora il termine accoglienza assume un significato ben preciso, che è quello che anche gli altri colleghi hanno ricordato poco fa.

Quindi è evidente che sugli emendamenti presentati dal Gruppo Lega io non posso far altro che esprimere la netta contrarietà mia e del gruppo che rappresento,

Con riferimento invece agli emenda all' emendamento del collega Marchi, voglio subito precisare quello che ho detto in Conferenza dei Capigruppo, essendo una mozione che di fatto era accessoria alla mozione presentata all' ordine del giorno di oggi da parte del Gruppo di Fratelli d' Italia.

Mi ero limitato a come dire sottolineare come entrambe le mozioni potessero essere discusso in questo. In questa seduta, invece, il collega Marchi si è visto costretto, a fronte della non unanimità della Conferenza dei Capigruppo, a dover riformulare d' improvviso la mozione che ha presentato per dare il suo contributo in un emendamento che di fatto va a sostituire integralmente la mozione.

Presentata dai colleghi di Fratelli d' Italia e magari poteva essere anche forse circoscritto solo da alcuni aspetti, alcune parti, perché è chiaro che, come dire il collega di Fratelli d' Italia ci presentano una mozione. Il collega Mimì il collega Marchi presenta un emendamento che cambia tutto tutto il testo di quella mozione, quindi, di fatto, una mozione sostitutiva. Per questo i Capigruppo mi ero limitato a sottolineare che forse conveniva discuterle insieme le mozioni presentate nelle forme di un emendamento integralmente sostitutivo. Ora diviene anche difficile valutare nel concreto quali correttivi potevano essere inseriti nella mozione di Fratelli d' Italia. Chiaramente, se ci fosse questa possibilità da parte di Fratelli d' Italia, del consigliere Marchi, di valutare,

Questi aspetti, magari più specifici, circoscritti e singoli. Non sarebbe male però, ad ogni modo,

Crediamo che la nostra città, come ho già avuto modo di fare in altre occasioni, ha l' onere morale, politico, sociale in virtù delle regole e dei valori sulla quale la nostra comunità si fonda. Ribadisco, venerdì scorso eravamo all' opera dei Salesiani, non solo io e tanti altri colleghi Consiglieri il presupposto dell' accoglienza dell' integrazione, della formazione di fronte al diritto delle persone, donne e uomini di essere valorizzati, avere diritto a poter esercitare la loro libertà piene e costituzionali nel caso della nostra Repubblica, è qualcosa che, di fronte a questa mozione, chiaramente, chi devi essere ribadito con forza allora non vorrei, come dire, mettermi a discutere in punta di parola se la mozione del collega del collega di Fratelli d' Italia, sostituita con alcune parole del.

Degli emendamenti del collega Marchi vada meglio vada peggio. Credo che entrambe condividono un presupposto di fondo che possa essere condiviso da parte di tutti, mentre rispetto agli emendamenti della Lega è evidente che, così come formulati, vanno di fatto a sminuire quel presupposto, quella finalità, quel diritto di tutela delle di quelle libertà e soprattutto, appunto accompagnate anche in quel modo abbastanza provocatorio irrisorio che, dicevo prima, lasciano sincere perplessità da parte di tutti noi. Sì, io chiaramente, per quanto mi esprimo ora, quindi credo che insomma abbiate compreso abbastanza in modo chiaro qual è la posizione che noi intendiamo assumere su la mozione sugli emendamenti che stati presentati, quindi lascio che nel prosieguo della discussione su questo punto all' ordine del giorno anche gli altri gruppi abbiano modo di farle poi chiarirci, eventualmente con delle controrepliche oppure in sede di dichiarazione di voto. Grazie grazie alle mani. Interviene il consigliere Bartolini.

Stavo ascoltando un pochino ai colleghi, sarà anche io sono un po' scettico su questi interventi internazionali militari.

Ma anche di certe ONG, anche perché, quando mi son trovato sia nel conflitto ancora nei nei Balcani e poi anche in varie situazioni in Africa,

Quando interveniamo, noi intervengono i nostri paesi intervengono, le nostre associazioni arrivano là giù con dei gran soldi,

Poter vogliono imporre un po' civiltà, cultura,

Le prime conseguenze ve lo dico io, cosa succede perché io molte volte sono al fianco di quegli sfigati dico io ma in senso buono, nel senso che quei poveretti che dei missionari che hanno dedicato e dedicano la propria vita la sul campo e non come certe persone che vanno laggiù,

Certe volte che, molte volte, che sperano anche che certe situazioni si prolunghino oppure che i progetti vadano a lunga, perché il così girano più soldi, ma cioè stiamo parlando che anche da giù adesso non so se non tutte sono tutte chiacchiere che possono sembrare da bar ma 300 milioni.

Al giorno, un intervento solamente in Afghanistan, le spese americano, un trilione, l' Italia 9 miliardi, cioè con quei soldi le in quei paesi praticamente cambierebbe proprio la vita e perciò dopo sono tutte considerazioni che.

Io mi ricordo ancora la Annalena Tonelli che lei ci ha lasciato le penne, proprio per le cause per quello che si batteva quando.

Ma io attaccai un pochino certe organizzazioni internazionali, proprio perché loro non è che i progetti non li fanno, è che se 100 vengono investiti in questi in questi paesi vanno vanno a finire progettista gli esecutori traduttori nel le cose e in sul sul territorio, la direttamente sul progetto. Io affermai che un arrivava un 30%, mi ricordo l' Annalena Tonelli mi corresse, mi disse guarda Damiano poi dirà anche l' 80% va disperso proprio per mantenere tutte le baracche da da da automobili dei Nissan aria condizionata, mentre quello sfigato visionario con una, con un, con un furgone che aveva vent' anni con un,

Quindi adesso qui mi sembra che noi stiamo facendo tutti questi giochini. Mozioni, correzioni, emendamenti repliche,

Condivisione un unimi unanimità che, se mi sembrano tutti, siamo dei poveretti che stiamo qui a fare tutte robe teoriche,

Med di queste cose qui io chiedo in maniera spiccia all' assessore, a chi si occupa, insieme con la Prefettura, il dottor Brüner, nei comuni limitrofi, qui intorno a Forlì, dove magari è l' inserimento di qualche famiglia potrebbe anche aiutare anche certi Comuni che hanno problemi magari a mantenere i numeri delle scuole aperte perché magari famiglie con dei bambini con un tessuto anche sociale che sarebbero pronti anche ad accoglierlo con degli appartamenti già anche pronti da utilizzare. Ecco, questi sono dare una mano concreta, un' azione concreta verso verso questa gente, soprattutto famiglie, coniugare che non sono così arrivati così in.

E per una lecita un illecito tentativo di migliorare le proprie condizioni, qui ci sono dei disagi, io praticamente è un appello che faccio anche proprio avendo parlato con dei, anche con Comuni limitrofi, di di fare molta attenzione, nuclei familiari e cercare penso che sia anche facile inserimento né nei nostri nel nostro territorio anche nei Comuni appunto anche del nord del del forlivese del resto tutti tutti tutte queste cose,

Per io ci metto il mio tassello, voglio far vedere che esiste tutto quanto sono son delle chiacchiere tanto alla gente o anche a quelli che rimangono, non gli interessa, niente, son tutte son tutte cose per me un po' di facciata, l' importante è essere concreti e agire per per il bene della gente.

Vedi per intervenire per queste situazioni, anche cercare di trovare delle questioni fra di noi non è un bell' esempio grazie.

Grazie, consigliere Bartolini, interviene il consigliere drogheria.

Grazie Presidente, sono due brevi considerazioni, mi sembra che stiamo un po' incartando nella discussione sembra che stiamo andando un po' fuori tema, comunque come Gruppo nel testo della della mozione del consigliere Minutillo, non riteniamo apprezzabile.

Dopodiché, comunque ricordo che quando c'è stato il problema, comunque l' Amministrazione si era se si è già mossa, c'è stata già l' accoglienza di due famiglie, se non sbaglio, quindi c'è stato un' apertura a 360 gradi.

Ovviamente qui il problema non è solo l' accoglienza, grande problema di fondo, l' ha ricordato anche il Consigliere, Biondi.

E il problema dell' integrazione, perché non basta, insomma, a cogliere la gente, bisogna dargli anche un una prospettiva di futuro, quindi su questo veniva già ricordato bisogna trovare delle soluzioni concrete, quindi.

Il problema su cui comunque noi ci misuriamo e trovare delle soluzioni concrete e rispondere.

Al maggior numero.

Reale alle esigenze del maggior numero di persone in base un po' alla responsabilità che ci verrà assegnata, come veniva detto prima dalle dalle prefetture. Quindi penso che si possa arrivare, visto che non vedo grossi sfumature differenti grossi sfumature queste differenze nell' impostazione di fondo a un accoglimento, insomma della della mozione proposta dal consigliere Minutillo grazie.

Grazie, consigliere Drogheria.

Interviene il consigliere Morgagni, grazie Presidente.

Ma che la questione stimoli al dibattito. è evidente, cioè io credo che tutti abbiamo provato le stesse sensazioni di difficoltà a capire e interpretare il di ripensare criticamente quello che è successo quando abbiamo visto quei fatti, quelle immagini terribili dall' Afghanistan e anche dall' aeroporto di Kabul. Ci siamo chiesti tutti qual era la somma, qual era il senso che potevamo tirare da vent' anni di questa esperienza e vent' anni fa io ero ero piccolo, forse qualcuno se lo ricorderà meglio, ma comunque chi non se lo ricorda direttamente lo può ricostruire facilmente dal dibattito pubblico, dai giornali. Ecco, vent' anni fa c' era una convinzione pressoché unanime che quello che si andava a fare era un intervento giusto, legittimo, che sarebbe riuscito a porre fine o comunque a ostacolare le attività dei gruppi terroristici che facevano base in Afghanistan e che in qualche modo avrebbe permesso poi di costruire su nuove basi una nazione stabile e democratica per i cittadini afgani. Eppure, dopo vent' anni, quindi questo tempo lunghissimo, vent' anni quindi più di due volte molto più di due volte la durata. Faccio un esempio dell' intervento americano in Vietnam che di solito si intende come un intervento così significativo e periodizzati anche dal punto di vista storico, dopo tutte le risorse investite dopo enormi sacrifici in termini anche umani, in termini materiali, questo finale così terribile, anche sconvolgente, così repentino. Credo che ci interroghi tutti e si ponga di fronte a questioni molto profonde sul senso delle strategie che sono state portate in avanti a livello internazionale dai Paesi occidentali, dagli Stati Uniti negli ultimi decenni. Tutto questo però probabilmente esula dalla discussione del nostro Consiglio comunale, che invece può dire la sua su una questione più piccola, più limitata contingente, ma comunque di grande importanza, che è finito questo intervento in una maniera che sicuramente non può essere soddisfacente. Almeno facciamo tutto quanto possibile per cercare di aiutare coloro che hanno collaborato,

Sia civili sia alle forze di sicurezza afgane con la missione dei Paesi occidentali. Quindi io credo che la mozione che è stata proposta dal gruppo Fratelli d' Italia sia una mozione giusta, che tocca un argomento sacrosanto. Anche noi ci eravamo permessi con un piccolo intervento pubblico più o meno negli stessi giorni di sollevare la questione e quindi la la condividiamo per intero.

E credo anche che vada dato atto al Capogruppo Minutillo agli altri consiglieri di Fratelli d' Italia di aver fatto uno sforzo per scrivere un testo che potesse essere condiviso, che potesse rispettare varie sensibilità, e questo comunque va riconosciuto e va prestato perché, quando un gruppo cerca di scrivere un testo che rispetti la sensibilità anche degli altri, fa uno sforzo e fa anche un sacrificio, perché è chiaro che si rinuncia a qualcosa che si scriverebbe in un altro modo se lo si facesse solo per se stessi o si direbbe in un altro modo, quindi credo questo credo che vada apprezzato.

E credo che questo testo possa essere recepito ampiamente da questo Consiglio comunale.

Ci troviamo qui di fronte a degli emendamenti a questo documento e, ecco, io vedo nella proposta del collega Amati, ecco, non vedo in termini di contenuti una grande differenza. Mi pare che i due testi siano sostanzialmente equivalenti, dicano più o meno le stesse cose, forse con qualche sfumatura diversa, però una cosa secondo me la dice giustamente il collega Marchi e invito tutti i Consiglieri a ragionarci, e cioè che nelle sue conclusioni in questo documento è un documento condivisibile, interessante, che però non ha proprio la forma di una mozione nel senso che in effetti non si impegna nessuno a fare nessuna cosa. Quindi forse una correzione dal punto di vista formale, almeno nelle conclusioni, come suggeriva marchi, potrebbe essere giusta semplicemente per avere un testo che sia il più efficace dal punto di vista formale possibile. Quindi propongo, ad esempio, può essere una proposta, quella semplicemente di tenere il testo in tutte le sue parti, come formulato dai proponenti, magari recependo il dispositivo proposto da marchi per sanare questa piccola. Questo piccolo vizio formale invece mi convince meno. Mi convincono meno gli emendamenti di Bentivogli che non è che dicano delle cose che sono fuori dal mondo, che sono inaccettabili neanche per noi che siamo dall' opposizione, però mi pare che tendono un po' ad attenuare lo sforzo che fa Fratelli d' Italia, che noi abbiamo una mozione che nasce per essere la più condivisa possibile per metterci d' accordo, tu di trovare una sintesi, mentre invece gli emendamenti che presentate voi mi pare che cerchi un po' di ritirarla verso la vostra parte meno condivisa. Allora io credo, siccome su una materia di questo genere, invece, è importante che la condivisione ci sia, la maggioranza deve avere il senso di responsabilità di cercarla e l' opposizione, il senso di responsabilità, di rendersi disponibile. Ecco, io credo che quegli emendamenti, da questo punto di vista, non aiutino e quindi suggerirei ai colleghi di valutare il fatto che il testo di Minutillo di Fratelli d' Italia, che invece mi pare sarebbe anche ampiamente condiviso, eventualmente valutando qualche correzione di natura puramente formale, rimanga nella sua formulazione originaria che mi pare quella che potrebbe raggiungere il massimo dei consensi, la più ampia condivisione,

Grazie consigliere Morgagni, prego, signor Sindaco, cioè per chiarire io presso il lo stile e le definizioni della mozione che credo, quando si parla di certi argomenti, se si vuol fare il bene dell' oggetto, è evitare le sfide, le sfere polemiche, io vorrei ricordare a tutti,

Ho apprezzato molto l' intervento di Damiano perché c' entra l' argomento generale. Qui in questi giorni abbiamo avuto a Forlì un bellissimo incontro nel contesto del settimana del buon vivere con il fondatore del Culham, che ci ha rappresentato. Cosa vuol dire aiutare i Paesi in difficoltà? La prima regola è non per con che sembra un' inezia, ma rappresenta veramente la grande differenza. Noi siamo stati abituati, soprattutto nelle grandi organizzazioni che quasi sempre raccolgono il 90% per mantenere l' organizzazione e alle popolazioni che dovrebbero essere le gli oggetti dell' interesse. Arrivano le briciole progetto questo.

La l' atteggiamento di un Consiglio comunale. Io non sono,

Appassionato di quando ci atteggiamo a Ministero degli esteri, però questo è un argomento diverso, prima di tutto perché abbiamo avuto tante sollecitazioni da tanti corpi militari che operano a Forlì, che hanno lavorato, che hanno operato in Afghanistan e che hanno veramente invitato a un' attenzione sensibilità per tante persone che ha lavorato con i nostri militari di Forlì cioè quindi il Comune cosa ha fatto.

Noi alle prime riunioni, ma ancora prima abbiamo detto, non poniamo limiti all' accoglienza, noi ci mettiamo a disposizione del sistema, noi ci mettiamo a disposizione della Prefettura di tutti quelli che hanno.

Le carte in regola, ma non abbiamo posto limiti. Noi abbiamo detto siccome è una tragedia immane, è un purtroppo, una situazione che è uscita dalle mani dell' Occidente di tutto il mondo, perché veramente le scene dell' abbandono sono scolpite nella pietra, credo ancora peggio, di quando si uscì da Saigon perché veramente tutte queste povere persone, io credo che tutti noi abbiamo avuto il maggior emozione quando una mamma prendi UBI vino e lo da uno sconosciuto, cioè io credo che una scena così drammatica, così sconvolgente non si sia mai vista perché una mamma che consegna il proprio figlio a uno sconosciuto vuol dire che veramente la tragedia era al di là del bene e del male. Quindi, se vogliamo fare un qualcosa di concreto, troviamo una condivisione su un oggetto che mi sembra che sia nel cuore di tutti. Ci mettiamo a disposizione di una tragedia con la forza del Comune di Forlì, con le nostre capacità e entriamo in un contesto in cui noi diciamo, siamo pronti, ci mettiamo a disposizione di chi ci chiederà l' aiuto. Noi abbiamo già iniziato, purtroppo, alcune situazioni che potevamo risolvere ci sono state non messi in discussione, però devono seguire dei canali. Non può il Sindaco o chiunque di dire prendo Francesco Luigi Giovanni. Bisogna entrare in un contesto, però, per rassicurare tutti, il Comune ha manifestato l' intenzione di essere a disposizione a 360 gradi al 100%, quindi il mio invito è che qui, se vogliamo far qualcosa, deve essere un qualcosa che non si abbandona a una discussione divisivo, in cui si mette mettiamo le virgole. Noi abbiamo l' obiettivo di fare un qualcosa di bello e di buono, perciò questo deve essere il nostro obiettivo, tutto il resto. Io credo che la mozione possa rappresentare un punto di caduta che non sconvolge nessuno. Se ci fossilizziamo su una virgola, su un Parolo, non facciamo quello che la gente che aspetta da noi.

Grazie, signor Sindaco.

Consigliere Mozzillo, io vedo che vuole intervenire, la volevo no, io ho comunque apprezzato diciamo, il dibattito che c'è stata all' interno di questo Consiglio e credo che sia stato un dibattito positivo tra tutte le forze politiche che sono che sono intervenute e mi fa piacere noi questa mozione abbia cercato, come ha riconosciuto non l' avevo specificato in sede di presentazione della mozione, mi ha cercato di tenere questa mozione, non di dargli un imprinting, permettere una bandiera per piantare qualcosa, ma abbiamo cercato proprio di non abbia neanche scritto i nomi dei firmatari proprio nella mozione per far sì che fosse proprio una mozione di tutti e di tutto il Consiglio di tutto questo consesso. Quindi noi abbiamo proprio cercato, con questa buona volontà, di portare come detto le parole del Sindaco che ho apprezzato, diciamo questa tragedia umana all' interno di questo dibattito cittadino.

Ecco, qualcuno ha detto che si stupisce, non capisco cosa ci sia da stupirsi, queste sono sempre stata la nostra modo di intendere, come ho detto prima, l' immigrazione, cioè un' immigrazione dall' aiutare da chi scappa veramente dalle difficoltà, quindi non sa niente questo Pearcy.

I nostri valori, il nostro modo di essere proprio ci porta questo, quindi ritengo che questa mozione sia, da facendo dalle parole di tutti tranquillamente votabile e valuteremo in sede di voto gli emendamenti della Lega, gli emendamenti di marchi e poi dopo potremmo votarla tutti quanti in maniera unitaria grazie.

Grazie, consigliere, Minutillo, interviene il consigliere Marchi.

Io la ringrazio, professor venuto, dunque era semplicemente per dire che, come ha già anche detto il consigliere Morgagni, a questo punto io sarei, visto che le la criticità principale che io riscontravo nel testo della mozione del consigliere Minuti pillole era proprio la la la conclusione che il dispositivo per cui se,

La mia idea sarebbe quella di inserire comunque il dispositivo nella parte finale.

Mantenendo inalterato tutta la la la la parte del testo della mozione che ci è stata presentata e inserire invece il dispositivo, come lo avevo, come avevo cercato di enunciarlo io, nel nel testo che che avevo presentato io adesso ero qui che stavo cercando molto velocemente di inviarvelo per valutare con voi se fosse possibile fare questa modifica credo che sarebbe una forma una formulazione più corretta e che potrebbe a trovare,

Il parere favorevole favorevole di tutti quanti, naturalmente mi auguro che possa trovare il favore, il parere favorevole anche del della del gruppo Fratelli d' Italia, che presenta la mozione anche degli idee degli altri Gruppi,

E anche di opposizione della del Consiglio, per cui se per voi può essere una cosa condivisibile, questa adesso io lo stanno cercando di inviarvela nella maniera più veloce possibile, però il succo della mia richiesta è questa qua, ecco di inserire un dispositivo nella parte finale, sostituendo la la il la parte finale della mozione.

Scusi, scusi.

Grazie finita marchi possono quindi lei dice.

In fondo, alla mozione aggiungere il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta.

A parti a partire da dopo due semplici diritti delle donne. Dopo inserirei il dispositivo, come lo avevo formulato io, tutto ciò premesso e considerato che mi sembrerebbe una formulazione più corretta solo per quello tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta con la la la, il dispositivo che e avevo inserito io nella nella nella mia mozione non ci troverei particolari, mi sembra che sia che possa essere.

Con acque, in questo caso vengono tagliati fuori gli altri punti, però se parte dalle donne.

No, i diritti delle donne è prima della della, cioè nella parte finale della mozione del consiglio della del gruppo Fratelli d' Italia erano la parte finale perché?

Ce l' ho qui sottomano aspetti eh.

Ecco, arriva l' Europa e tutto quel capoverso lì fino ad arrivare a diritti delle donne, poi dopo la parte finale, dove dice in questo scenario il Comune di Forlì e questo è qui che va inserito il dispositivo perché chi dice semplicemente una dichiarazione, questa madre che non è un impegno considerarsi ci può dare l' emendamento finale quello ultimo sul dispositivo così lo approviamo e così non discutiamo un' altra mezz' oretta va benissimo.

Va bene, va bene, ve lo mando dopo perché quello che ha presentato e già è sostitutivo di tutta la mozione, quindi se lei dice che invece vuole andare a incidere solo sul dispositivo, nell' ultima parte come ha detto io lo mettiamo.

Quello bisogna però bisogna prepararlo secondo una diecina oralmente e poi dopo noi votiamo verbalmente quello che lei ha detto, si andava scritto.

Ve lo ve lo mando immediatamente.

Quindi, a mio avviso.

Barchi, scusi, ho mandato può aggirare la mail a Consiglio punto chiocciola comune, eccetera così Roberta e Matteo la girano tutti.

Al Consiglio.

Chiocciola comune, Forlì giusto.

Ma stiamo cercando di capire perché vorremmo evitare di fare tante votazioni in una farne una sola.

Sì.

Presidente, non è meglio due minuti di sospensione, secondo me è meglio due minuti, ma veramente due minuti, cioè alle 19, va bene.

Grazie.

Ah per remunerare, ma non si può mica.

Quindi riprendiamo alle 19.

Allora avevamo aspetta.

Benissimo, allora avevamo detto di ricominciare dopo qualche minuto di interruzione sono gli Chas 19 0 2. Invito il dottor Pini a procedere per l' appello, per verificare che ci sia il numero legale, per proseguire la seduta.

Procediamo allora l' appello Ancarani esente.

Oscar presente.

Bagnara presente.

Balestra.

Bartolini, eccomi qua.

Bassi presente su un collegata.

Vede i.

Bentivogli presenti, Biondi presenti.

Bricolage, qui presente.

Brunelli presente.

Calderoni, gente.

Catalano.

Assente.

Ceredi presente.

Costantini.

Do viaria presente.

Alle mani risente.

La Saponara.

Assente Marchi.

Presente.

Bassa presente.

Minutillo.

Morgagni presente.

Morra.

Che Pompignoli, ente portolani.

Assente prati.

Esente Rinieri.

Assente Rivalta risente Samorì.

Assente Tassinari, presente, Vanotti presente.

Presidente sono sono collegata, mi ero andato via il collegamento portolani.

Va bene, se si ho capito loro Bortolami, probabilmente.

Allora?

Bottini.

Bottoni, assente adesso però mi dovete aiutare quanti sono i presenti, che con dovrebbero essere 27 28, i presenti 28 presenti e 5 assenti, dico bene okay d' accordo.

Quindi possiamo ricominciare, perché se il numero legale benissimo.

Allora il Consigliere Barchi ha presentato l' emendamento che riguardava la fase conclusiva della mozione presentata dai Fratelli d' Italia ed è già stato inviato tutti espletate, mi fanno quindi, Presidente, si mi segnalavano anche che è uscita la Rinieri e quindi come scrutatore viene sostituito dalla B-day,

Che è presente in Aula, prego Minutillo, sì, Presidente, solo per dire questo che, visto che tutti gli emendamenti io, come primo firmatario, recepirà e tutti gli emendamenti nella mozione, così possiamo votare la mozione come modificata,

Tutti gli emendamenti sia quello di marchi Ilvo, quello della Lega, così facciamo una cosa by partisan un po' votata tu.

Quindi Minutillo per chiarimenti, lei dice recepiamo le varie emendamenti, li facciamo propri della mozione, passiamo alla votazione unica dei lavori, credo che sia un emendamento incompatibile gli uni con gli altri, perché sopprimono delle parti diverse Comuni, diciamo così, quindi non sono emendamenti compatibili.

Solo e perché quelli relativi al settimo e l' ottavo comma salterebbero con l' emendamento di marchi?

Chiedo appunto se ci sono problemi al riguardo, qual è il settimo ottavo, gli ultimi due.

Vedere i nostri.

Quali sono quelli che non vanno?

Facciamo il ritiro di questi costi, si si si noi ritiriamo quelli dove sono stralciati, ovviamente, all' emendamento di marchi.

Quindi gli ultimi due.

Il dispositivo ha richiamato poi nel dispositivo, voglio dire.

Indi per chi, ricapitolando, gli emendamenti presentati dalla Lega con Bentivogli riguardano il quinto, il sesto capoverso, gli altri due saltano, perché il settimo e ottavo vengono sostituite integralmente dall' emendamento di marchi, quindi, se va bene così Minutillo, passeremo alla votazione unica di questa cosiddetta no sull' ordine dei lavori per fare chiarezza chiederei che venga data lettura del testo definitivo, comprensivo degli emendamenti. Ha portato delle parti politiche perché se no,

È difficile anche in questa discussione è capire cosa stiamo votando.

Quindi procediamo alla lettura, chiedo un po' di calma, perché con la mascherina il teste un lungo, quindi vado a leggere o vuole leggere Minutillo allora mozione profughi afgani con la conquista dell' Afghanistan.

Da parte con la conquista dell' Afghanistan da parte dei talebani, la vita di migliaia di donne e uomini afgani e a rischio che riguarda in particolare coloro che, per le loro scelte, sono considerati dai talebani come nemici da ridurre al silenzio o addirittura da eliminare tra questi coloro in particolare le donne che si sono impegnati anche a fianco dell' Italia e dei Paesi europei per cercare di promuovere un Afghanistan laico, aperto, equo e attento alla promozione dei valori universali a cui le nostre società, la nostra, le nostre società si ispirano.

Il Governo italiano ha ritenuto opportuno predisporre un piano per mettere in sicurezza i collaboratori del contingente militare e diplomatico a Kabul e presso il comando di Herat, ma ha anche espresso l' urgenza di offrire protezione umanitaria a quanti hanno collaborato con le istituzioni italiane in questi anni e alle categorie più vulnerabili a partire dalle donne qui c'è più che il terzo capoverso che devo stare un attimo attenti, quindi serve ora però una risposta comune europea per creare canali di accesso ai corridoi umanitari, con particolare priorità per le donne, i minori e le famiglie.

La comunità internazionale deve adoperarsi per garantire lo, l' accoglienza ai civili che in questi vent' anni.

Hanno collaborato con coraggio e lealtà con i governi, le ONG e le associazioni straniere per costrutti costruire un nuovo Afghanistan.

La UE deve essere in grado di dare una risposta comune concreta di accoglienza a chi corre vede effettivi pericoli, con la situazione emergenziale venutasi a creare in Afghanistan, come lo stesso premier italiano Draghi ha auspicato.

Qui chiedo conferma serba, se devo andare avanti o se si ferma qui.

Come?

Abbiamo il dovere, quindi, qui, di accogliere nei confronti di tutti coloro che ci hanno aiutato in Afghanistan, in questi anni e alle delle loro famiglie, quelli che sono chiamati i collaboratori.

Ma anche l' accoglienza di tutti coloro che si sono esposti in questi anni per la difesa della delle libertà fondamentali, dei diritti civili e dei diritti delle donne. Poi poi partiamo con la mozione di marchi con intervento di marchi. Tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta a collaborare con il Governo per garantire accoglienza integrazione degli afgani che arriveranno nel nostro Comune. Inoltre, in attesa della normativa nazionale che ne disciplinerà a termini e condizioni, a prevedere risorse mirate per l' emergenza in corso all' interno delle risorse comunali, nonché la collaborazione dei nostri servizi sociali e delle associazioni del territorio al fine di gestire al meglio l' accoglienza dei profughi afgani.

Chiedo a Minutillo se è corretto, quindi se è corretta questa è la mozione che viene posta ai voti. Invito il dottor Pini a procedere con il voto. Posso, Presidente, dichiara certo, allora credo che a tutti sia stato evidente come il dibattito di questo pomeriggio si sia chiuso in riferimento a questo argomento con un momento particolarmente caotico. Ad ogni modo, ci saremmo aspettati un ritiro degli emendamenti in modo tale da andare sul testo pulito, ma la formulazione del testo che segue alla lettura che ha appena dato la presidente è per noi condivisibile e quindi dichiaro un voto favorevole della mozione sulla base dei presupposti che abbiamo ricordato prima. Grazie grazie. Se non ci sono altre dichiarazioni, passiamo alla votazione. Prego, dottor Pini.

Ancarani, onorevole, Ascari, favorevole Bagnara favorevole Balestra, autorevole Bartolini favorevole.

Bassi favorevole, vede i.

Bentivogli favorevole.

Biondi.

Briccola anni, amorevole Brunelli, onorevole Calderoni, onorevole Catalano, assente.

Ceredi, onorevole Costantini valevole.

Dogaia favorevole.

Alle mani favorevole la Saponara.

Favorevole.

Barchi.

Marchi favorevole.

Bassa amorevole, Minutillo favorevole, Morgagni favorevole.

Morra favorevole Pompignoli, onorevole portolani, favorevole.

Prati amorevole Rinieri, favorevole Rivalta favorevole.

Samorì favorevole.

Tassinari.

Onorevole.

Voti favorevoli,

Zattini favorevole Zattoni.

Trentun voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto grazie, dottor Pino, e quindi la mozione è approvata all' unanimità.

L' ultima mozione è quella presentata il 12 9 dal Partito Democratico e Forlì elenco e Gruppo Misto con oggetto numero 29 mozione per la sensibilizzazione dei cittadini a favore dell' adempimento vaccinale anti-Covid 19.

Non so chi lo illustri,

Zanon farlo io, ma sì, nel senso che è una mozione.

È una mozione con cui si vuole portare, anche in questo Consiglio comunale un dibattito con riferimento a quello che è un argomento di forte attualità per la sua importanza, che è quello relativo all' adempimento da parte della popolazione all' obbligo all' obbligo vaccinale, con questa mozione non si chiede,

Uno sforzo particolare, se non quello di impegnare quei cittadini forlivesi che, per loro funzione e per i loro incarico sono più esposti di altri, quindi possono essere un mezzo di comunicazione più importante rispetto ad altri cittadini nei confronti del resto dei consorziati, ovvero il Sindaco e la Giunta si chiede un impegno a pro promuovere personalmente, attraverso anche i propri canali socio attraverso iniziative specifiche, un' opera di sensibilizzazione della popolazione a favore dell' adempimento vaccinale perché questo perché la scienza ci dice che da questa situazione,

Tragica che abbiamo attraversato e che stiamo attraversando si esce se e solo se tutti quanti provvediamo a vaccinarsi contro il Covid 19, ovviamente, e quindi crediamo come forze propone idrici di questa mozione che solo tramite una sollecitazione da parte anche dei massimi organi cittadini, come del resto in parte,

A mio avviso, condivisibilmente hanno fatto approvare sulla promozione di questo obbligo si possa si possa uscire.

Da quello che è stato il più tragico per il periodo della storia recente, sappiamo che chi va in terapia intensiva, se vaccinato a meno rischi degli altri, addirittura non si va e quindi crediamo che sia uno sforzo da fare. Tra l' altro, recentemente la nostra città è stata teatro di ignobili azioni nei confronti dell' Abbazia finale e di chi quotidianamente si impegna.

Per debellare il Covid, persone a cui va la nostra più totale solidarietà e crediamo che anche per questo sia giusto dare un segnale che questo Consiglio comunale debba dare un segnale a favore di chi si impegna per lottare contro il Covid, a favore di chi si impegna per vaccinare le altre persone a favore.

Della della scienza, per così dire, e quindi chiediamo che venga approvata questa mozione e speriamo che avvenga l' unanimità. Avrei gradito che ci fosse anche il Sindaco e spero che possa rientrare per votarla, perché riteniamo che anche il Primo Cittadino debba manifestare la sua adesione a questo a questo impegno e quindi auspicando che questo sia un voto che passi all' unanimità, noi presentiamo questa mozione al Consiglio comunale. Grazie, consigliere Zanotti.

Qualcuno chiede di intervenire, Morgagni.

E come come non integrate. Presidente, intanto, ma come non intervenire per condividere le parole del collega Zanotti? Del resto, le ragioni che sono state esposte sono quelle che hanno portato sia il nostro Gruppo e penso di poter parlare anche per il collega Marchi a sottoscrivere questo questo documento e che, spero, porteranno tutti i Consiglieri a condividerlo e sostenerlo. Io credo che a volte si perda di vista l' eccezionalità quasi miracolosa di quello che è successo, cioè il fatto che in poco più di un anno un' epidemia provocata da un virus conosciuto sta avvenendo arginata e speriamo lo sarà sempre di più fino a essere contenuta definitivamente da un vaccino, cioè in un tempo così breve si è riusciti a sviluppare un vaccino, un evento che non è mai successo nella storia, nella storia. Da sempre le epidemie si sono esaurite quando ho fatto il loro ciclo, avevano infettato sostanzialmente tutti i soggetti suscettibili. A quel punto il virus non trovava più nuovi soggetti da infettare la pandemia finiva invece in questo caso tramite il vaccino, tramite la vaccinazione si sta riuscendo e speriamo si riesca sempre di più ad arginare questa terribile pandemia.

Io credo che vada sottolineato in realtà e a volte lo si perde di vista, però è giusto ribadirlo vada sottolineato in realtà l' alto livello di adesione che i nostri concittadini, gli italiani e anche altri Paesi del mondo, ma insomma da noi in particolare i dati parlano chiaro hanno risposto all' appello alla vaccinazione sono numeri veramente importanti parliamo di 83 84 85%,

Le prime dosi per quanto riguarda la fascia di popolazione chiamata a vaccinarsi però la Persia, un fatto. Il fatto è che la persistenza di di sacche minoritarie, ma ancora purtroppo non trascurabili, di persone che non si sono vaccinate da una parte pone grandemente a rischio la salute di queste persone, dall' altra parte, pone anche a rischio le possibilità della ripresa. Abbiamo visto, purtroppo la tragica esperienza di altri Paesi in cui il tasso di vaccinazione a un certo punto si è fermato e hanno subito ancora ondate pandemiche ancora morti che potevano essere evitati ancora gravi menomazioni fisiche perché per chi passa mesi in ospedale il destino è quello ancora contraccolpi evitabili all' economia, alle attività Produttive, al commercio, al mondo della cultura, il mondo dello spettacolo. Per tutti questi motivi, quindi, è importante che passi sempre più e si diffonda sempre più anche a quella fetta di popolazione ancora rimasta da parte. Il messaggio che il vaccino è l' unica strada per riuscire a uscire da questa pandemia per tutelare la salute pubblica e per garantire una ripresa economica e sociale. Ecco, siccome.

In molti casi mi pare che emerga con sempre più evidenza quello che è alla base di un ritardo, a vaccinarsi oppure di una resistenza vaccinarsi è la mancanza di informazioni oppure il persistere di pregiudizi fondati su convinzioni irrazionali o antiscientifiche, io credo che quello che possono fare le istituzioni, certo sono anche misure utili come quella del Green passo, anche come potrà essere eventualmente l' introduzione dell' obbligo vaccinale, ma è anche un paziente lavoro di sensibilizzazione che va da intercettare le persone che vado a parlare con le persone, che vada a rispondere ai dubbi delle persone che vada a convincere le persone facendogli capire l' importanza della vaccinazione e facendo sì che ci sia sempre di più una volontà di adempiere a quella che è una una, un gesto che sia a tutela della salute individuale che di quella pubblica. è vero, come è stato detto, ed è giusto riconoscerlo che anche il Comune di Forlì, come altre istituzioni, si è già impegnato in questo senso. Però è importante che l' impegno venga ulteriormente rafforzato, soprattutto in questa fase. Andiamo verso l' autunno e poi d' inverno e sappiamo che è il momento, per vari motivi più propizio a una ripresa della circolazione epidemica epidemiologica del virus e.

Siccome non vogliamo più trovarci a chiudere i cinema, chiudere i teatri a chiudere le attività produttive, a chiudere le scuole e alla rovina sociale economica che ne consegue. Riteniamo che con questo atto si rafforzi ulteriormente un impegno doveroso e giusto e quindi chiediamo a tutte le forze politiche di condividerlo con noi e di approvare all' unanimità questo testo.

Grazie Morgagni, interviene il Consigliere, Biondi.

Obiettivamente io, rispetto a questo invito alla richiesta che l' Amministrazione assuma questo atteggiamento nei confronti della della popolazione utilizzando tutti gli strumenti per convincerli a io non ho quasi nulla da dire, anzi non ho nulla da dire.

Però politicamente c'è una roba che voi mi dovete consentire, dovete accettare, non può essere che io voto una mozione proposta dai gruppi e il Consiglio comunale che propone questa, questa mozione, questo documento e tutti lo votiamo perché riteniamo che si debba,

Chiedere alla Giunta di fare la propria parte in questo senso. Allora non c'è strumentalità e c'è condivisione politica, ce lo diremo lo stesso che l' abbiamo presentata, noi.

Grazie Biondi, interviene.

Non voglio tanto Presidente, grazie, chiedo al consigliere Zanotti visto che ha affrontato l' intervento, se sulla richiesta di Biondi.

Quindi volevo rispondere a richieste di privati che vogliano sottoscrivere tutti quanti il tasto che mi vede come primo firmatario, se vogliamo sottoscriverlo tutti e lo presero, sottoscriviamo tutti e lo votiamo tutti, assolutamente non c'è un problema che tutti quanti, se però che se la richiesta di Biondi è quella di dire, aggiungiamo le sottoscrizioni di tutto il Consiglio comunale per me non c'è nessun distribuito nessun tipo di problema.

La richiesta di Biondi euro, Biondi per il chiarimento che tutto il Consiglio comunale non vota, un documento proposto dal Partito Democratico Forlì come Gruppo Misto e il Consiglio comunale ha proposto questo documento viene votato all' unanimità, ma allora io credo che, dato che.

Gli argomenti non possono auto proporsi, deve essere per forza qualche se c'è qualcuno che li porta all' iscrizione dell' ordine del giorno le firme di chi l' ha sottoscritta e quello che sono quelli che compaiono chiaramente. Il testo non è che viene votato con le firme. Il tasto della dal Consiglio comunale che lo vota, quindi, non è che poi dopo ci sono delle. Non ho capito qual è il problema, io no, no, no, no, tu l' hai capito, allora solo ai.

Sì, va bene. Io non posso accettare che arrivi qui un documento sul quale io sono d' accordo al quale io aderisco perché l' hanno proprio su un argomento come questo, difficile, complesso e delicato. Non posso accettarlo perché io sono d' accordo nella misura in cui questo Consiglio e siamo nelle condizioni di poterlo dire di poterlo fare. Questo Consiglio unanimemente descrive la situazione passata e recente e invita l' Amministrazione e il Consiglio, nonché io aderisco,

Volevo solo handicappato, io aderisco.

Per chi chiede di intervenire, Rivalta Consiglieri varate, Presidente, io condivido quanto espresso dal Consigliere, Biondi anche perché ricordo ai colleghi che ha la stessa modalità con cui abbiamo approvato la mozione sul sull' incenerimento, quella al termine della serie di eventi.

In cui abbiamo audito i vari enti istituzionali, non perciò ritengo che possa essere la soluzione più indicata per non approvare una mozione che vede un' ampia condivisione.

A sentirvi grazie, grazie Rivalta, chiede di intervenire, Elisa Massa.

Sì, grazie, io scusate, ma forse sarà allora sarà la la mattinata impegnativa che ho avuto a scuola, cioè che cosa abbiamo fatto poco fa abbiamo approvato una mozione che era stata presentata dal Gruppo consiliare Giorgia, Meloni, Fratelli d' Italia, al quale sono stati fatti emendamenti e sono e se non risulta male è stata approvata all' unanimità del Consiglio comunale.

E mi sembra che sia esattamente la stessa cosa una mozione.

Una mozione che è stata presentata da un Gruppo consiliare e sulla quale stiamo discutendo. Se essere d' accordo e se votare ci sono emendamenti da parte della di altri Gruppi consiliari, si vuole mettere in votazione così com' è, cioè non mi sembra che ci siano differenze rispetto a quello che abbiamo votato prima.

Grazie, Consigliere Massa, chiede di intervenire, marchi.

Ne ha tolto le parole di bocca.

Perché è singolare che che si approva una mozione presentata da un gruppo, un gruppo consiliare specifico.

Ma si approva all' unanimità, in quel caso viene è presentato da quel gruppo consiliare,

È votato all' unanimità in questo caso perché è presentata da un altro o da altri Gruppi consiliari e mi si dice, non si può accettare, deve essere tutto il Consiglio che la presente allora sottoscriviamo la tutti questa qua, questa presentazione. Che problema c'è, la sottoscriviamo tutti, ma però permettetemi di dire che è abbastanza singolare che se la presenta un gruppo di maggioranza, allora va bene così e se rappresenta un Gruppo di minoranza, no, per carità, non può essere, non va bene. Sono d' accordo, però così politicamente non mi va bene e no, non va bene, caro Biondi, non è che a seconda di come ti rigira a te. Se ti va bene lavoro, ti va bene, se non ti va bene, non ti va bene se si usa un metro e una misura, si usa lo stesso metodo nella stessa misura per tutte le procedure per tutte le mozioni. No, perché una ti piace fatta in una maniera più,

È condivisibile. Hai appena detto che è condivisibile, è condivisibile a loro una sottoscrivi come abbia come abbiamo fatto noi, dov' è il problema, cioè non mi sembra che ci sia, però noi dobbiamo dire fare un discorso di chiarezza davanti ai nostri cittadini. Ho cercato di dirlo anche al Consiglio precedente e non mi è stato possibile. Dobbiamo fare un discorso di chiarezza ai nostri cittadini, tira veramente se siamo dalla parte della scienza e della salute dei cittadini che siamo dalla parte dei vaccini e della scienza e non dalla parte di chi professa falsi credo o messaggi fasulli o messaggi campati per aria, perché questo dobbiamo dire e abbia ed è un dovere, un dovere morale, il nostro, perché se chiediamo sacrifici ai cittadini che stanno fuori dalla dall' Aula, dove ci riuniamo o danno o del nord o dalle istituzioni,

È giusto che noi per primi diamo l' esempio, è giusto che noi per primi diciamo se siamo veramente da quella parte e allora che cosa vieta se mi dite che siete d' accordo, se siete convinti di quello che c'è scritto in questa mozione, perché si chiede semplicemente al Comune,

Di fare tutto ciò che è possibile fare per divulgare un messaggio di chiarezza e di correttezza e di sincerità davanti ai cittadini chiediamo di fare il massimo possibile per la campagna vaccinale. Chiediamo di avere il rimpasto. Questo è quello che chiediamo noi, se lo chiediamo noi, lo dobbiamo anche mettere in pratica. è questo se siete d' accordo, il problema però che non mi si dica che non mi si dica che se rappresenta un gruppo di maggioranza, allora la presenta il gruppo di maggioranza perché ci vuole mettere la bandierina che rappresenta un Gruppo di minoranza. Allora non va più bene, perché, anche se sono d' accordo, non va più bene perché rappresenta un gruppo di mo di minoranza. Questa signori miei sono io e, caro Biondi, è ipocrisia, ipocrisia allo stato puro.

Non ho mai parlato grazie marchi chiede di intervenire Bentivoglio sì, grazie Presidente, ma intanto per correggere un po' il tiro del nell' intervento precedente della consigliera Massa c'è una sostanziale differenza fra la mozione precedente sull' Afghanistan, dove sono stati presentati degli emendamenti di cui qualcuno del suo gruppo, tra l' altro, sollevava delle perplessità, quindi è nessuno nessuno nella mozione precedente del Gruppo di maggioranza ha vietato al gruppo di minoranza di la richiesta di voler aderire alla mozione e crearla condivisa nella.

Nel merito non c'è stata nessuna richiesta da parte vostra, quindi non non non è, non non stiamo parlando di due situazioni che sono allo stesso livello, sono due situazioni completamente differenti. In questo caso non ci sono emendamenti presentati e quindi non ci sono discussioni in merito. Siamo tutti d' accordo sul contenuto della mozione, sulla direzione e su tutto quello che è il testo che vogliamo come gruppo di maggioranza, condividere all' unanimità. Quindi allora, a questo punto, qual è il, cioè? Non vedo quale sia l' ostacolo, quale sia il motivo ostativo per cui non debba il Gruppo di maggioranza poter.

Entrare in un arco in una mozione che sia condivisa, che sia condivisa non tanto e solo nel voto nella votazione, attenzione, ma nella intestazione che, se vogliamo chiamarlo, Consiglio comunale a noi sta benissimo senza stare a mettere i Gruppi politici partiti quindi fare un ragionamento generale a 360 gradi condiviso dove la mozione parte dal Consiglio comunale e da tutti i suoi componenti, quindi, se era una richiesta, come è successo in altre situazioni dove si è condiviso degli argomenti degli argomenti a cui voi avevate il piacere di di condividere e quindi non.

Non vedo, non vedo il motivo per cui si debba essere una.

Un ostacolo in merito, posso Presidente, grazie Bentivogli interviene Alemanno, no, ma mi perdoni Presidente, ma mi viene quasi da sorridere i colleghi di maggioranza non solo pretendono di governare questa città da soli, ma pretenderebbero pure che, in forza della loro maggioranza vorrebbero oppure modificare il tempo e le cose perché.

Il fatto che 12/09/2021 i consiglieri del Partito Democratico di Forlì, ecco e del Gruppo Misto nella persona del consigliere Marchi hanno presentato questa mozione all' attenzione del Consiglio comunale. è un fatto storico. Voi vorreste in forza del fatto che siete maggioranza e libere il fatto che 12/09 questi consiglieri comunali hanno presentato questa mozione perché evidentemente di fatto non l' avreste presentato a voi, allora chiariamoci subito nella mozione della pagina prima. Questa c'è scritto il Gruppo consiliare Giorgia Meloni, Fratelli d' Italia, in data 24/08/2021, ha presentato la seguente mozione perché perché gli uffici giustamente, quando ricevono una mozione che ricevono non dal signor nessuno, anche se Omero, ci insegna che anche il signor nessuno, eppure qualcuno, ma va bene, lasciamo stare. C'è stato qualcuno che ha presentato una mozione con delle firme perché non sennò, non sarebbe neanche ammissibile se non ci fossero i sottoscrittori quei sottoscrittori. Mi dispiace, colleghi di maggioranza, siamo noi Consiglieri, se volete sottoscriverla, anche voi ci mancherebbe altro, ma che voi, addirittura in forza del fatto che siete maggioranza, vogliate pure e leader il fatti storici, togliendo che 12/09 PD Forlì ECHO e Gruppo Misto hanno presentato questa mozione, chiariamo subito, non è possibile perché se la vostra preoccupazione è che domani sulla stampa si dica che il Consiglio comunale ha approvato la mozione di nessuno, non sta né in cielo né in terra. Se siete d' accordo con noi, il Consiglio comunale ha approvato all' unanimità mi dispiace dirvelo una mozione che 12/09 i colleghi del PD di Forlì ECHO e del Gruppo Misto hanno presentato all' attenzione del Consiglio comunale, e questo è un fatto storico. Poi se la siete al punto permalosi, che non solo appunto volete mettere bandierine come prima è tanto era la confusione solo per questo fatto e ora volete pure eliminare i fatti storici che che si vi si può dire provate a modificare il tempo non è possibile, quindi credo che abbiate già la nostra risposta in merito. Potete tranquillamente come tutti i colleghi sottoscrivere questo documento, perché è aperto tutti, ma il fatto che questa mozione si è apprestata, presentata da alcuni, è un fatto che, essendo dell' 11/09 passato, nessuno può più modificare neanche la Lega di Forlì.

Grazie, Consigliere alle mani.

Chiede di intervenire.

Io, Presidente, è uscita, la consiglierei consiglierebbe dei, quindi deve essere sostituito nuovamente uno dei degli scrutatori, quindi esatto, Laura Biondi, mi suggerivano Lauro Biondi, è proprio quello che volevo dire, prego consigliere Pompignoli, molti suggerimenti, grazie Presidente, guardi solo pochi minuti perché fondamentalmente,

Quello che è stato detto al Consigliere, alle mani, in parte vero.

È una mozione strumentale, questo, lo sappiamo tutti, è stata depositata 12/09 domenica.

Voleva essere inserite il 13 dato del Consiglio all' interno del Consiglio comunale, come ordine del giorno è inserita come mozione.

Dopo i tre giorni sui giornali da parte del Partito Democratico, dicendo avete non avete iscritto all' ordine del giorno la mozione sui vaccini, quindi che sia strumentale politicamente questo credo che sia chiaro a tutti no, Consigliere alle mani.

Penso sia strumentale a tutti.

Credo che sia strumentale tutti da questo punto di vista, qui io non non ho mai trovato difficoltà nell' approvare questa mozione.

Perché la possiamo tranquillamente votare, ma occorrerebbe però fare alcune puntualizzazioni, perché la mozione, così come è scritta, ovviamente è imprecisa su tutto.

Già sui dati.

Già sui dati, perché comunque?

Già si chiede di arrivare al 90% della della del vaccino sulla sulla mozione, quando comunque, a livello nazionale si è sempre parlato dell' 80%.

Già le dosi somministrate non sono quelle indicate nella mozione, ma sono completamente diverse, già si è raggiunto l' 83% rispetto al dato nazionale.

Bra Bra, per favore, per favore, non interrompete, il Consigliere sta intervenendo alle mani bravissimo bravissimo, infatti, quando li avete presentati, i dati erano sbagliati, quindi dovete anche un attimino, guardare esattamente quelli che sono i dati che presentate, però, a prescindere da questo video, visto che volete fare perfettino e su tutto.

Assieme, cioè a parte a parte questo ragionamento, qui il discorso del del fatto di questa mozione sull' obbligo vaccinale, a parte che ho sentito obbligo vaccinale da parte del Consigliere, la consigliera Zanotti, vorrei capire se il partito devo per favore non intervenite lasciate parlare Pompignoli deve intervenire Pompignoli dopo replicherà rete se avete bisogno di fare una precisazione per favore silenzio in Aula silenzio in Aula.

Silenzio.

Silenzio dell' obbligo vaccinale Vito mica, nessun tipo di problema.

Poi dopo ne discutiamo sull' obbligo vaccinale, visto che qui si va a sensibilizzare la comunità attraverso un' informazione che il Comune di Forlì potrebbe dare sulla macellazione.

È una questione di pura lana caprina, nel senso che il Sindaco, in tutti gli interventi che fa in tutte le discussioni che fa, pone.

Come premessa la vaccinazione, quindi è ultronea questa mozione rispetto a quello che è già stato fatto da questi in questi mesi da parte del Sindaco di questa Amministrazione,

Quindi non è che siete arrivati voi per primi per votarla e perché, giustamente, a richiesta del Consigliere Biondi, non volete mettere il Consiglio comunale, ma dovete inserire che il Partito Democratico e Forlì ECHO ha presentato questa mozione, ma.

Nulla quaestio su questo, anche perché è già da tempo che lo facciamo.

Quindi non ci sono problemi, Presidente, possiamo votarla, io do il consenso a voto favorevole alla mozione alla mozione sulla base di quelle premesse che ho enunciato nell' intervento, perché è evidente e concludo perché credo che sia particolarmente interessante.

E vorrei capire però nella dichiarazione di voto che faranno sicuramente quelle Partito Democratico, perché non si lasceranno sicuramente sfuggire questo intervento se sull' obbligo vaccinale avete qualche cosa da dire, visto che è stato richiamato più volte nell' interesse dell' intervento del consigliere Zanotti,

Per fare altre Bonfiglioli vadano a comunicare che è stato sostituito con la tarantini da Minutiello come scrutatore, Assessore leggo io invito il consigliere Pompignoli ascoltarsi l' audio del mio intervento, io non ho mai citato in nessuna parte del mio intervento l' obbligo vaccinale non l' ho mai citato lo puoi ascoltare e se rimarrà stupito perché non l' ho mai citato guarda,

Ma a me sembrava di sì, comunque riguarderemo.

Quindi, a questo punto chiede di intervenire alle mani, prego, alle mani, penso per dichiarazioni di voto ci sono altresì.

Io.

No, a questo punto non ho capito di cosa abbiamo discusso ultimi 20 minuti, il collega Pompignoli ha detto che è assolutamente favorevole alla mozione che abbiamo presentato, che va bene nel contenuto, perché anche il Consigliere Biondi ha detto che è ineccepibile nel contenuto tranne qualche eccezione formale quindi io direi che possiamo procedere unanimamente alla dichiarazione di voto favorevole.

Grazie quindi chiede di intervenire Minutillo per dichiarazione di voto.

Sì, anche il nostro Gruppo voterà favorevolmente, però non c' era nessun problema riguarda l' intestazione non intestazione. Chi se ne frega, a cui bisogna fare le cose, questa politica deve andare ai fatti, quindi sostanzialmente è questo che dico. Mi dispiace che ci sia anche buttata via mezz' ora di tempo a parlare del nulla, certo però un' eccezione. Ve la devo fare nel senso che questa mozione dovevate presentarla prima che sono ormai la campagna vaccinale è conclusa presentate la mozione a campagna vaccinale concluso è sembrato un po' quelli che chiudono la scala quando sono già scappati i buoi.

Comunque, comunque, il mio gruppo voterà favorevolmente siamo assolutamente d' accordo e chiudiamo il Consiglio e ci vediamo la prossima volta.

Grazie Minutillo, chiede di intervenire il consigliere Calderoni, no.

No.

Sono io che insomma, forse sono un po' stanco ma voglio dire il testo della mozione non comprende le prime due righe, questo che sia chiaro a tutti, il testo della mozione parte da premesso, quindi non lo so, di cosa abbiamo parlato finora.

Bene, quindi passiamo alle votazioni.

Passiamo alla votazione, invito il dottor Pini a procedere all' appello.

Procediamo alla votazione allora Ancarani.

Ascari favorevole.

Bagnara favorevole.

Balestra favorevole.

Bartolini.

Assente bassi.

Assente B-day.

Assente Bentivogli.

Bentivoglio, onorevole.

Biondi.

Bricolage anni.

Onorevoli Brunelli, onorevole Alberoni, onorevole Catalano,

Assente, Ceredi, assente Costantini assente.

Do viaria, onorevole.

Alle mani.

Favorevole.

Lasaponara favorevole Marchi.

Favorevole.

Bassa onorevole Minutillo.

Morgagni favorevole more.

Favorevole.

Pompignoli favorevole.

Portolani, amorevole prati.

Favorevole.

Rinieri.

Assente.

Rivalta, favorevole.

Samorì favorevole.

Tassinari, favorevole, Vanotti favorevole.

Zottini, assente Zattoni, assente favorevole, è arrivato okay.

Allora abbiamo 25 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto, grazie quindi presente sull' ordine dei lavori.

Un attimo l' ordine, quindi abbiamo dei lavori, Presidente, e chiedono di intervenire sull' ordine dei lavori Rivalta Alber, Bentivogli prepararsi no, vorrei solo confermare quello detto poc' anzi dal mio Capogruppo Pompignoli, che in effetti, il consigliere Zanotti al.

Alle ore alle ore 19 e ore 19 minuti e 22 secondo l' ordine dei lavori ha parlato di obbligo di obbligo vaccinale, ma è solo per la precisazione visto che lui sosteneva per la precisazione grazie di obbligo vaccinale.

Favorire dei lavori, poi nell' ordine dei lavori, poi il Consigliere, i Consiglieri sicuramente si sarà per UE allora,

Dobbiamo arrivare alle 08 per litigare, abbiamo un calo glicemico, avete bisogno del parere del Papa di pastasciutta, vi invito a rilassarvi tutto, ha fatto un' osservazione Pompignoli.

Allora?

Vediamo allora chiudiamo qui la seduta.

A chi è già chiaro, ho fatto questa precisazione, quindi la seduta è tolta, quindi abbiamo chiuso i lavori.

Asor dell' obbligo vaccinale usura.

Sull' ordine dei lavori. Chiederei che, ai fini dell' accertamento della presenza o meno fittizia dei Consiglieri, venga verificato dal Segretario generale quanto dice sulla base del combinato disposto della comunicazione. Segretario must dell' articolo 71, comma 5, l' effettiva presenza dei consiglieri comunali al Consiglio comunale e rispetto a questo ignobile parentesi a cui abbiamo assistito ad esso chiederà che, dato che mi è stato detto non rompere le palle al microfono, chiederei che il Presidente prenda provvedimenti nei confronti del Consigliere, bensì seguirò le sentirà le registrazioni perché purtroppo c'è confusione e quindi è difficile anche quando si va oltre. Quindi ringrazio il colleghi dell' Unità Consiglio, il dottor Pini, la state per l' assistenza e saluto tutti i Consiglieri, la riunione, appunto se chiusa. Chiedo di spegnere anche le registrazioni.

Grazie.

Buona serata, arrivederci, vedremo nel Consiglio,

L' 11.

Grazie a tutti.